Топ-100
Indietro

ⓘ Futbolnyj Klub Dnipro. Il club venne fondato nel 1918 come BRIT Brianskyi Robitnychyi Industrialnyi Tekhnikum Dnepropetrovsk. Sette anni più tardi, il 9 maggio ..




Futbolnyj Klub Dnipro
                                     

ⓘ Futbolnyj Klub Dnipro

Il club venne fondato nel 1918 come BRIT Brianskyi Robitnychyi Industrialnyi Tekhnikum Dnepropetrovsk. Sette anni più tardi, il 9 maggio 1925 divenne la squadra della fabbrica Petrovsky; proprio per questo lanno seguente venne rinominato Petrovets. Il club partecipò alla prima competizione sovietica con il nome di Stal dal russo acciaio, in una delle leghe minori del campionato sovietico. Nel 1947 lo Stal si fuse con un altro club di Dnipropetrovsk, la Dynamo Dnipropetrovsk. Dal 1949 al 1961 il club utilizzò il nome di Metalurg, e nel 1954 la squadra raggiunse le semifinali della Coppa dellUnione Sovietica, dove venne sconfitta dallo Spartak Yerevan.

Nel 1961 il club venne sponsorizzato dalla Yugmash, al tempo una delle più importanti e potenti industrie dellintera Unione Sovietica: il nuovo sponsor impose il cambiamento di nome in Dnepr, ma, nonostante gli ingenti capitali apportati, fino al 1968 la situazione, da un punto di vista sportivo, non migliorò. Fu con lingaggio di Andrij Biba e larrivo del nuovo allenatore Valerij Lobanovskyj che la squadra prese a mietere successi, con la promozione in soli tre anni nella massima serie del campionato sovietico e il raggiungimento del sesto posto su 16 squadre nel 1972.

Nel 1973 e nel 1976 il Dnepr raggiunse le semifinali Coppa dellUnione Sovietica. Nel 1978 il club venne retrocesso e partecipò per due anni nella seconda divisione. Nel 1981 la dirigenza decise di affidare la squadra a due giovani allenatori promettenti, Volodymyr Jemec e Hennadij Žyzdyk, e dopo due anni, nel 1983 la squadra conquistò il primo storico campionato sovietico, successo bissato nel 1988 sotto la guida di Jevhen Kučerevskyj.

Dopo la dissoluzione dellUnione Sovietica, il Dnepr modificò il proprio nome nellucraino Dnipro e i colori da rosso e bianco in celeste, bianco e blu, divenendo uno dei club fondatori del campionato ucraino. La squadra si classificò al secondo posto nel 1993, e al terzo nel 1992, 1995, 1996, 2001, 2004, non riuscendo mai a cogliere bottino pieno. Questa situazione si è ripetuta anche nella Coppa dUcraina, dove raggiunse le finali del 1995, 1997 e 2004, tutte perse contro lo Šachtar. Nel 2012 gli ucraini dopo essere arrivati al quarto posto nel campionato ucraino si qualificano ai play-off dellEuropa League.

Nella stagione 2014-2015 per la prima volta nella sua storia il Dnipro si qualifica per la finale di Europa League. Il cammino degli ucraini inizia nei play-off, quando il club di Dnipropetrovsk esclude lHajduk Spalato 2-1; inserito nella fase a gironi assieme ad Inter, Qarabag e Saint-Etienne, il Dnipro parte male, ma una successivo cambio di marcia porta gli ucraini a conquistare due importanti vittorie contro Qarabag 1-2 e, soprattutto, contro il Saint-Etienne 1-0 allultima giornata, che consentono loro di passare alla fase ad eliminazione diretta dove estromettono a sorpresa dapprima lOlympiakos, poi lAjax con la regola dei gol fuori casa ed, infine, il Club Bruges. In semifinale il club si ritrova di fronte al Napoli e, pur da sfavoriti, gli ucraini pareggiano in Italia 1-1 e vincono allOlimpico di Kiev per 1-0, approndando così alla loro prima finale europea dove sono battuti dai detentori del trofeo, gli spagnoli del Siviglia, vittoriosi per 3-2.

Il 31 marzo 2016 la UEFA squalifica la squadra per tre anni dalle competizioni europee per il mancato rispetto del fair play finanziario.

La stagione 2016-2017 è un vero fallimento per il club, che è penalizzato di sei punti ad ottobre 2016 e di altri tre punti in classifica ad aprile 2017 a causa del forte indebitamento nei confronti dellex allenatore Juande Ramos e della disastrosa situazione finanziaria. La squadra, retrocessa sul campo in seconda serie, è declassata dalla federcalcio ucraina in terza serie. Nel 2017-2018 chiude allottavo posto della classifica di terza serie, penalizzata di ben 18 punti, ma è poi declassata per delibera FIFA in quarta serie per le vicende pregresse. Nel 2018-2019 conclude allottavo posto il gruppo 3 di quarta divisione, penalizzata di 9 punti.

Nel giugno 2019 la squadra non si iscrive alla quarta divisione ucraina e, di conseguenza, cessa le proprie attività e si scioglie.

                                     

1. Palmarès

Competizioni nazionali

  • Campionato sovietico: 2
1983, 1988
  • Pervaja Liga: 1
1971
  • Coppa dellURSS: 1
1988-1989
  • Supercoppa dellUnione Sovietica: 1
1989
  • Coppa delle Federazioni sovietiche: 2 record
1986, 1989

Altri piazzamenti

  • Campionato sovietico
Secondo posto: 1987, 1989 Terzo posto: 1984, 1985
  • Pervaja Liga
Secondo posto: 1980 Terzo posto: 1970
  • Coppa dellUnione Sovietica
Semifinalista: 1954, 1973, 1976, 1982, 1987-1988
  • Supercoppa dellUnione Sovietica
Finalista: 1983
  • Coppa delle Federazioni sovietiche
Finalista: 1990
  • Campionato ucraino
Secondo posto: 1992-1993, 2013-2014 Terzo posto: 1992, 1994-1995, 1995-1996, 2000-2001, 2003-2004, 2014-2015, 2015-2016
  • Coppa dUcraina
Finalista: 1996-1997, 2003-2004 Semifinalista: 1994-1995, 2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2004-2005, 2010-2011, 2012-2013, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017
  • UEFA Europa League
Finalista: 2014-2015
  • Coppa Intertoto UEFA
Finalista: 2006