Топ-100
Indietro

ⓘ Robert Delaunay nacque a Parigi, in Francia, il 12 aprile 1885, figlio di George Delaunay e della contessa Berthe Félicie de Rose, quando era ancora molto giova ..




Robert Delaunay
                                     

ⓘ Robert Delaunay

Robert Delaunay nacque a Parigi, in Francia, il 12 aprile 1885, figlio di George Delaunay e della contessa Berthe Félicie de Rose, quando era ancora molto giovane i genitori divorziarono e lo affidarono alle cure della zia materna, Marie, e del marito Charles Damour, che vivevano La Ronchère a pochi chilometri da Bourges.

Cominciò a dipingere in giovane età, adottando, per lammirazione nutrita nei confronti di Paul Gauguin, di Georges-Pierre Seurat e dei fauves, una tecnica post-impressionista.

A partire dal 1908, risentendo dellinfluenza di Paul Cézanne e del cubismo, si indirizzò verso il rigore formale e verso una ricerca analitica sul colore in relazione alla moltiplicazione dei piani luminosi, di cui sono evidenti i risultati nelle serie di dipinti di intonazione modernista del periodo.

A partire dal 1909, Delaunay cominciò a dipingere le serie della città di Parigi e della Torre Eiffel, in cui linteresse si spostò gradualmente dalla scomposizione dei volumi, propria del cubismo analitico, alla scomposizione del colore e allo studio del movimento; in questa evoluzione, alcuni critici riconoscono linfluenza del futurismo.

                                     

1. Il cubismo orfico

Nel 1910 sposò Sonia Terk, una pittrice di origine ucraina conosciuta nel 1908. Su invito di Vasilij Kandinskij, nel 1911 Delaunay si avvicinò al gruppo Der Blaue Reiter, un gruppo di artisti astratti di Monaco di Baviera: sotto linfluenza di Paul Klee, la sua arte si volse con sempre maggior decisione verso larte astratta.

Intorno al 1912, Delaunay si allontanò dallortodossia del cubismo e, insieme alla moglie Sonia, creò allinterno del movimento cubista la corrente che Guillaume Apollinaire definì orfismo termine che deriva da Orfeo, mitico musico della mitologia greca per lintima natura musicale, in cui le scomposizioni del colore con i loro effetti di compenetrazione, di simultaneità, di dinamismo, acquistano un valore autonomo, indipendente dagli oggetti rappresentati.

Realizzò quindi dipinti astratti in cui i piani si sfaccettano moltiplicandosi nei colori dello spettro e ruotando in vortici luminosi. Nelle prime opere di questo periodo sono presenti oggetti reali, anche se filtrati attraverso i colori iridescenti della luce, mentre i dipinti successivi sfociano in una pittura del tutto astratta, basata sullespressività dei colori puri che infondono una vibrazione ritmica alla superficie pittorica. La geometria cubista è così resa sensibile e viva dal colore e lartista trova una sintesi armoniosa tra rigore strutturale ed evasione lirica.

                                     

2. Tra realismo e astrattismo

Dopo il 1914 Delaunay tornò a temi figurativi, sempre trasfigurandoli nel dinamismo del colore, non trovando però accenti di originalità e intensità poetica simili agli anni precedenti.

Allo scoppio della Prima guerra mondiale si stabilì insieme alla moglie in Spagna e in Portogallo; durante questo periodo la coppia eseguì diversi lavori di design di costumi per lOpera di Madrid. Tornarono a Parigi nel 1921 e nel 1925 Delaunay partecipò alla Mostra delle Arti Decorative.

Dopo un breve intervallo in cui si avvicinò al realismo e in cui eseguì una serie di ritratti, intorno al 1930 ritornò allastrazione. Cercando unintegrazione plastica con larchitettura, realizzò con la moglie Sonia decorazioni di palazzi in occasione dellEsposizione universale di Parigi del 1937.

Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, i Delaunay si allontanarono da Parigi, nel tentativo di evitare linvasore tedesco.

Delaunay morì di cancro il 25 ottobre 1941 a Montpellier.