Топ-100
Indietro

ⓘ Ciociaria nel cinema. La Ciociaria nel cinema è spesso intesa come una regione del Lazio in cui sono rappresentati costumi popolari, toponimi e luoghi comuni pi ..




Ciociaria nel cinema
                                     

ⓘ Ciociaria nel cinema

La Ciociaria nel cinema è spesso intesa come una regione del Lazio in cui sono rappresentati costumi popolari, toponimi e luoghi comuni più o meno riproposti, che si ispirano vagamente alla tradizione storiografica e folklorica laziale, in particolar modo delle provincie di Frosinone e del Sud-pontino, che ha inizio con alcuni film e ambientazioni delle principali poetiche cinematografiche del dopoguerra.

                                     

1. Personalità

La frequentazione da parte di registi e letterati dei territori a sud di Roma è ampiamente descritta e testimoniata in molte opere e pubblicazioni. Alcuni artisti dicono di aver qui trovato lispirazione, per ambientazioni letterarie e set cinematografici, di soggetti e contesti, spesso vaghi, che generalmente esprimevano un indeterminato provincialismo meridionale. Le corrispondenze fra queste poetiche e la geografia laziale accomunano un insieme di film, ambientati tra il Tevere e il Garigliano, e i caratteri e la recitazione di alcuni attori. Sia per le tematiche trattate che per diverse collaborazioni tra i registi in questi film si riscontra una poetica comune, che spesso viene messa in relazione ad una indefinita idea di Ciociaria, anche se solo pochi autori e attori di fatto hanno sentito e attestato una "identità ciociara" nelle proprie opere, culturale o territoriale, ancor meno se a questo tema si voglia ricondurre una loro scelta artistica.

                                     

2. Poetica

Nel 1960 De Sica girò La Ciociara, tratto dallomonimo romanzo di Alberto Moravia: il successo di pubblico e critica fanno sì che lopera diventi leponimo di una discreta produzione neorealista, anche di opere che precedettero luscita del film, a cui avevano dato il loro notevole contributo artisti che vissero nel Lazio meridionale, come Cesare Zavattini e Giuseppe De Santis. Da allora, spesso eludendo le opinioni le testimonianze di registi e autori o il supporto di unaccurata documentazione, delle vaghe idee come quella di ciociari de "la Ciociarìa" furono prese per una sorta di topos neorealista da alcuni critici e scrittori, immagine di unItalia rurale e primitiva, ancorata ai problemi del padronato e della disoccupazione, lontana pure dalle lotte politiche, dalle rivendicazioni sociali e dagli stereotipi antropologici del XX secolo; categorie che ancora oggi riscuotono successo.

Parlava nel cinquanta invece di "realtà della Ciociaria" il De Santis, in proposito del suo film Non cè pace tra gli ulivi, che sosteneva: "vera e storica, e cioè trascende i confini della Ciociaria per diventare una caratteristica universale, è lesistenza dei soprusi e delle violenze da parte di individui che accentrando il potere economico, di esso si servono per continuare a padroneggiare ed arricchirsi sui più deboli". Ricordò la Ciociaria anche Nino Manfredi: egli affermava, introducendo il suo film velatamente autobiografico Per grazia ricevuta, girato in parte a Fontana Liri Vecchia, di esser nato in "un paese della Ciociaria, che si chiama Castro dei Volsci" e di avervi "covato per anni dei sentimenti che somigliavano alla ribellione e ho sentito il bisogno di esprimerli".

Alcuni film contribuirono alla diffusione e spesso alla creazione di stereotipi o veri e propri cult spesso il dialetto usato nei film è un vernacolo molto più simile alle parlate umbre o marchigiane di più facile comprensione per il vasto pubblico, ma limportanza che i grandi registi hanno dato a questo territorio fa della Ciociaria cinematografica un pezzo di storia del Cinema Italiano al pari delle ambientazioni siciliane, toscane, romagnole o napoletane.

                                     

3. Ambientazioni e Citazioni

  • Ciao nemico 1981 diretto dal regista E.B. Clucher girato nei pressi di Roccasecca
  • Scherzi da prete, di Pier Francesco Pingitore, con Pippo Franco.
  • Mia cara befana.it 2009 di Lodovico Gasparini con Veronica Pivetti alcune scene sono state girate ad Anagni
  • Carmen di Christian-Jaque 1945, girato nel 1942 a San Donato Val di Comino FR
  • San Pasquale Baylonne protettore delle donne 1976, di Luigi Filippo DAmico, interpretato da Lando Buzzanca, girato a Settefrati e a Posta Fibreno.
  • I diavoli verdi di Monte Cassino 1958, di Harald Reinl.
  • Il sole di Montecassino 1945, di Giuseppe Maria Scotese
  • Nel film Il Generale dellArmata Morta di Luciano Tovoli 1983 alcune scene con Marcello Mastroianni furono girate sul ponte del fiume Garigliano a SantAmbrogio sul Garigliano.
  • Non cè pace tra gli ulivi 1950, di Giuseppe De Santis, girato a Fondi e in parte a Sperlonga e ad Itri.
  • Un ciclone in famiglia 2005, alcune scene della serie tv sono state girate a Sermoneta e a Itri
  • La fiamma sul ghiaccio 2005, di Umberto Marino, interpretato da Raoul Bova, girato in parte a Casalvieri e nel Santuario di Canneto.
  • Larmata Brancaleone di M. Monicelli, alcuni set a Jenne RM
  • Alcune scene del film Scipione detto anche lAfricano di Luigi Magni 1971 furono girate a Itri.
  • Vento di terra, di Vincenzo Marra, alcune scene girate a Casalvieri.
  • Straziami, ma di baci saziami 1966 di Dino Risi, Nino Manfredi interpreta un barbiere di Alatri.
  • The story of G.I. Joe 1945, di William Wellman.
  • State buoni se potete 1983, di Luigi Magni, girato ad Anagni
  • Per grazia ricevuta 1970 di Nino Manfredi, girato a Fontana Liri FR.
  • La ciociara 1960, di Vittorio De Sica, ambientato a Fondi LT e a Vallecorsa Provincia di Frosinone, Girato a Itri e a Fondi
  • Donne e briganti 1950 di Mario Soldati con Amedeo Nazzari alcune scene sono state girate ad Anagni.
  • Pane, amore e fantasia di Luigi Comencini, ambientazioni riprese altrove nel "Bosco di Forca dAcero", a San Donato Val di Comino, come luogo familiare ai protagonisti Gina Lollobrigida che interpreta la bersagliera.
  • Giorni damore 1954, di Giuseppe De Santis, girato a Fondi.
  • Gli onorevoli di Sergio Corbucci, Totò interpreta un candidato parlamentare originario di Roccasecca FR, Antonio La Trippa.
  • Partirono preti e tornarono curati con Lionel Stander, alcune scene girate alla cattedrale di Alatri
  • Alcune scene del film I due nemici di Guy Hamilton 1961, furono girate a Itri lungo la strada che conduce al Santuario della Madonna della Civita. In particolare, fu girata a Itri la scena della marcia di una autocolonna lungo la strada per Addis Abeba. Diversi furono i giovani del posto che svolsero il ruolo di comparsa tra i militari dei due eserciti.
  • Splendor, di Ettore Scola, con Marcello Mastroianni e Massimo Troisi.


                                     

4. Spettacolo

Se da una parte è diffusa nellopinione comune una categoria indefinita come quelle di cinema ciociaro, che non è chiaro se debba contenere tutti i film ambientati nel Lazio meridionale o i film ispirati dalle poetiche neorealiste laziali, dallaltra, nel mondo dello spettacolo, è maturato uno stereotipo spesso visto come un insulto, di persona beota e buffa: "il ciociàro". Nella televisione e nel teatro inoltre sono molto diffuse compagnie e spettacoli che si ispirano nei costumi e nella recitazioni a ricostruzioni folkloriche o a personaggi considerati "ciociari". Il fenomeno ha interessato anche la satira politica grazie agli spettacoli del bagaglino, in cui per anni Martufello ammoniva dalle reti nazionali del degrado politico italiano, leader del partito Auànti Pecura ed evocando gli aneddoti del combare zappitto, dove zappitto è sinonimo di persona rozza o poco colta.

                                     

5. Attori e registi

  • Anton Giulio Bragaglia
  • Daniele Costantini
  • Nino Manfredi
  • Gina Lollobrigida
  • Carlo Ludovico Bragaglia
  • Luigi Comencini
  • Vittorio De Sica
  • Giuseppe De Santis
  • Cesare Zavattini
  • Marcello Mastroianni
                                     
  • Disambiguazione Se stai cercando altri significati, vedi Ciociaria disambigua Ciociaria AFI: ʧoʧaˈria meno comunemente Cioceria, è il nome con
  • Ciociaria regione geografia del Lazio meridionale Ciociaria nell arte Ciociaria nel cinema Ciociaria nella letteratura Ciociaria nella storiografia Ciociaria
  • romanzo incentrato su una popolana della Ciociaria durante la seconda guerra mondiale. La storia inizia a Roma nel 1943, dove Cesira sta facendo visitare
  • 1963 La Ciociaria tra letteratura e cinema a cura di Franco Zangrilli, Metauro, Pesaro 2002 La ciociara film Marocchinate EN La ciociara su Enciclopedia
  • dell onestà Giulio Cattivelli sulla rivista Cinema Nuovo nel 1960: Come altri romanzi di Alberto Moravia, La ciociara prima di essere il ritratto di un personaggio
  • dallo stesso tema, dalla pittura al cinema sono il Viaggio in Ciociaria di Cesare Pascarella e il romanzo La ciociara di Alberto Moravia. La regione descritta
  • borgo immaginario della Ciociaria Secondo una millenaria concessione papale, si celebra la messa in dialetto ciociaro ciociaro antico come preciserà
  • data 28 dicembre 2012. Atlante Statistico dei comuni dell Istat Ciociaria nel cinema Altri progetti Wikimedia Commons Wikimedia Commons contiene immagini
  • Persiani Editore, ISBN 9788890200397 Cinema italiano Cinema dei telefoni bianchi Futurismo Ciociaria nel cinema Altri progetti Wikimedia Commons Wikimedia
  • del cinema a Napoli inizia alla fine del XIX secolo e nel tempo ha registrato opere cinematografiche, case di produzione e cineasti di rilievo. Nel corso