Топ-100
Indietro

ⓘ ¿Cuánto cobra una espía? è un film del 1984 diretto da Jesús Franco. Fu girato in Spagna: a Benicasim, nella Provincia di Castellón e a Madrid. Protagonista del ..




¿Cuánto cobra una espía?
                                     

ⓘ ¿Cuánto cobra una espía?

¿Cuánto cobra una espía? è un film del 1984 diretto da Jesús Franco.

Fu girato in Spagna: a Benicasim, nella Provincia di Castellón e a Madrid.

Protagonista del film è il direttore della fotografia Juan Soler.

                                     

1. Trama

Due sposi senza un quattrino, Juan e Ana, partono su unautomobile scalcagnata per il viaggio di nozze, diretti a Benicasim. Lei è una ragazza estroversa e svagata, lui un uomo timido e silenzioso, compositore di musica elettronica davanguardia già autore di una Sinfonia del silenzio che porta in viaggio con sé una cassetta con le parti ultimate del suo prossimo capolavoro, intitolato Mariposa 2. Proprio questa cassetta sarà al centro di una vicenda di spionaggio.

Giunti in albergo, infatti, i due sposini trovano una quantità di strani personaggi interessati al loro catorcio, nel cui cruscotto è nascosta la cassetta: un arabo di nome Ahmed, una coppia di fidanzati americani Carla e Albert e soprattutto una coppia di esotici blasonati: la contessa sovietica Irina Von Karlstein tra laltro baronessa de los Barbados e il principe italo-argentino Albino Radetti. Tutti sono convinti che Mariposa 2 contenga una formula segretissima.

Mantenendo il controllo della cassetta pur senza rendersi conto del significato di quanto sta succedendo, gli sposi non riescono a consumare il matrimonio. In cambio, stramazzato su una panchina sul lungomare a causa del footing cui la moglie lo costringe, Juan conosce unatletica modella, Marga, che lo soccorre, lo prende in simpatia e si fa fotografare con lui, scatenando le ire di Ana.

Dal canto suo, daltronde, la sposina si mostra tuttaltro che insensibile alle attenzione del galante Albino Radetti, con il quale trascorre una notte romantica; proprio mentre il marito è sedotto dalla passionale contessa Von Karlstein, che la stessa notte uccide Ahmed con una pugnalata alla schiena.

Quando finalmente ripartono, con la loro automobilina e naturalmente con Mariposa 2, Juan rivela alla moglie il vero contenuto della cassetta, che contiene le parole pronunciate in punto di morte dallagente Bloody Mary. Solo a questo punto Ana si rende conto che il marito è un agente segreto e tenta di ribellarsi. Ma Juan, impassibile, dopo averle confessato di lavorare per linterpol, le punta una rivoltella imponendole di dirigere la vettura verso le rovine di un antico convento.

Ma gli ospiti dellalbergo non demordono e sono già sulle loro tracce. Radetti e la contessa giungono alle rovine dopo aver freddato i due sciocchi fidanzati americani, che pretendevano di recarsi nel luogo fatale in autostop. Ad attendere la coppia aristocratica non è tuttavia Juan, prudentemente nascosto nella macchia insieme alla moglie terrorizzata, bensì la bella Marga armata fino ai denti, che scopriamo essere a sua volta unex agente segreta cecoslovacca passata al soldo degli americani. Ma i colpi di scena non sono terminati: quando Radetti si dichiara disposto a passare con la CIA, è freddato dalla rivoltella dallastuta contessa sovietica che, dopo aver fatto fuori anche Marga, è disarmata da Juan. Per non cadere nelle mani del nemico non le resta che ingoiare una pillola in dotazione alle spie del KGB, che la disintegra allistante.

Ana ha capito che Juan lha usata come copertura. Era tutto finto. O quasi.