Топ-100
Indietro

ⓘ Lincredibile Hulk, film. Lincredibile Hulk è un film del 2008 diretto da Louis Leterrier. Basato sullomonimo personaggio dei fumetti della Marvel Comics, è un r ..




Lincredibile Hulk (film)
                                     

ⓘ Lincredibile Hulk (film)

Lincredibile Hulk è un film del 2008 diretto da Louis Leterrier.

Basato sullomonimo personaggio dei fumetti della Marvel Comics, è un reboot del franchise, dopo il precedente Hulk del 2003 di Ang Lee, e secondo film del Marvel Cinematic Universe.

Il protagonista è interpretato da Edward Norton, il quale contribuì anche alla stesura della sceneggiatura insieme a Zak Penn; il supereroe è incentrato principalmente sulla versione Ultimate dove Banner si sottopone allesperimento di proposito, e non viene investito dai raggi gamma nel tentativo di salvare Rick Jones come nelluniverso Marvel tradizionale. Il personaggio mantiene comunque i tratti del "gigante buono" della versione classica che vuole solo essere lasciato in pace dagli uomini, e non il bestiale assassino dellaltro universo.

Nel cast figurano, nei ruoli principali, Liv Tyler, William Hurt e Tim Roth che interpreta Emil Blonsky / Abominio, storico antagonista del fumetto originale. Norton avrebbe dovuto interpretare Bruce Banner anche in The Avengers 2012 e in vari sequel, ma dopo alcune trattative fu sostituito da Mark Ruffalo.

                                     

1. Trama

Lo scienziato Bruce Banner, assieme alla fidanzata Elizabeth "Betty" Ross, studia per conto del governo americano lutilizzo di un siero per creare un supersoldato. Allo scopo di ottenere risultati più rapidi, prova la versione sperimentale su sé stesso, trasformandosi in un gigante verde. Senza rendersene conto ferisce lamata e suo padre, il generale delle forze armate statunitensi Thaddeus "Thunderbolt" Ross, per poi fuggire.

Banner è inseguito da Ross e i suoi militari, che vorrebbero trasformare il suo DNA in una potentissima arma, ma riesce a sparire per cinque anni, trovando rifugio in una delle più note favelas di Porto Verde in Brasile. Qui vive nellombra, lavorando quotidianamente in una fabbrica che imbottiglia bibite gassate; nel frattempo tenta di contenere ogni minimo impulso di rabbia o di emozione che potrebbero farlo trasformare, seguendo corsi di yoga e jūjitsu per perfezionare il proprio autocontrollo. Sotto lo pseudonimo di "Mr. Green" si mette in contatto via Internet con il misterioso scienziato "Mr. Blue", a cui invia un campione del proprio sangue per trovare una cura al suo problema.

Il generale, scoperto dove si nasconde, invia in missione un gruppo di uomini scelti guidati da un soldato délite, Emil Blonsky, per cercare di catturarlo. Ma Bruce, trasformatosi nel gigante, sconfigge facilmente i soldati, per poi trovare riparo nel Chiapas, in Messico. Quindi si rimette in viaggio verso gli Stati Uniti, tornando ad Arlington e alla Culver University per poter recuperare alcuni file importanti da inviare a "Mr. Blue", necessari per la sua cura. Si reca così da un suo vecchio amico, Stanley, per avere un posto dove stare al sicuro; qui incontra lex fidanzata Betty, che nel frattempo si è legata allo psichiatra Leonard Samson, e decide di stare a casa sua.

Ross convince Blonsky a farsi iniettare il siero del supersoldato, creato durante la seconda guerra mondiale per scopi militari e che lo avrebbe reso straordinariamente più forte. In seguito, il generale e i suoi uomini irrompono alla Culver University per tentare nuovamente di catturare Banner, che quindi muta nel suo gigantesco alter-ego, da quel momento conosciuto come Hulk. Potenziato enormemente dal siero iniettatogli, Blonsky si dimostra decisamente superiore a tutti gli altri soldati e ingaggia uno scontro diretto con il mostro, tenendogli testa soltanto per poco tempo: infatti viene sconfitto con un semplice calcio, riportando ferite quasi letali. In seguito, Hulk abbatte un elicottero militare, salvando Betty dallesplosione del velivolo stesso, per poi dileguarsi insieme a lei.

Tornato in sé, Banner si reca a New York per incontrare "Mr. Blue", che si rivela essere Samuel Sterns, uno scienziato con manie di grandezza che, oltre a tentare di curarlo, ha replicato in grandi quantità il campione di sangue che Bruce gli aveva inviato, credendo di poterlo utilizzare per curare malattie e altri scopi benefici per lumanità. Intanto Blonsky, nonostante le gravissime ferite, si riprende molto più velocemente del previsto e una volta guarito, gli viene ancora iniettato il siero per incrementare la sua forza, provocando alcune mutazioni al suo scheletro.

Nel frattempo Betty e Sterns tentano un esperimento che dovrebbe guarire Bruce, pur non sapendo se lo curerà definitivamente oppure inibirà momentaneamente la trasformazione in Hulk: lesperimento sembra riuscire. Intanto il generale Ross li rintraccia, inviando Blonsky a recuperarli: questultimo, invidioso del potere del gigante verde, costringe Sterns a iniettargli il sangue di Banner: si scatena così una tremenda reazione con il siero del supersoldato e luomo si trasforma in Abominio, una mostruosa creatura che inizia a seminare panico e distruzione in città. Lo scienziato, colpito dal mostro, cade a terra nel laboratorio, ferito alla testa e infettato dal sangue di Bruce.

Mentre questultimo, Betty, il generale Ross e altri soldati stanno volando via in elicottero, vengono a sapere del caos generato da Abominio per le strade di New York. Bruce, convinto che la forza dei militari non sia sufficiente, crede che solo Hulk possa fermarlo: perciò decide di lanciarsi dal velicolo, sperando che laumento delle frequenze cardiache dovuto alla caduta libera risvegli il mostro, che infatti riappare e avvia un violentissimo scontro con Abominio. Nonostante sembri inizialmente inferiore al nemico, alla fine riesce a sconfiggerlo e a strangolarlo con unenorme catena dacciaio, ma un attimo prima di ucciderlo, viene fermato da Betty, lunica capace di quietare la sua furia, decidendo di lasciare il nemico inerme nelle mani di Ross.

Il suo tentativo di liberarsi di Hulk è fallito, perciò non vede altra scelta che far perdere le sue tracce definitivamente. Diverse settimane dopo, nascosto a Bella Coola, nella Columbia Britannica in Canada, Bruce sta praticando la meditazione, cercando di controllare le proprie emozioni: a un certo punto apre gli occhi le pupille sono divenute verdi nonostante la forma umana, facendo presagire che sia divenuto capace di controllare la trasformazione a suo piacimento. Il generale Ross, seduto a bere in un bar, viene avvicinato da Tony Stark, il quale lo mette al corrente che lui e altre persone stanno organizzando una squadra.

                                     

2. Personaggi

  • Emil Blonsky / Abominio, interpretato da Tim Roth: un soldato di origine russe, cresciuto in Inghilterra, passato dai Royal Marines ai SOCOM. Ammaliato dal potere del Golia verde, si fa iniettare separatamente il siero del super-soldato, che lo rende passo dopo passo sempre più forte e agile, fino a quando, per mano del dottor Sterns, si trasformerà anche lui in un essere mostruoso denominato Abominio.
  • Elizabeth "Betty" Ross, interpretata da Liv Tyler: scienziata, ex-fidanzata ancora innamorata di Bruce e figlia del generale Thaddeus Ross.
  • Samuel Sterns, interpretato da Tim Blake Nelson: uno scienziato che tenta di aiutare Bruce dalla liberazione del suo alter-ego. Verrà costretto da Blonsky a trasfondergli il sangue di Banner.
  • Leonard Samson, interpretato da Ty Burrell: psichiatra, attuale fidanzato di Betty Ross.
  • Thaddeus "Thunderbolt" Ross, interpretato da William Hurt: padre di Betty Ross. È un generale che intende avere il DNA di Bruce, decodificarlo per poterlo riprodurre, così da farne unarma.
  • Bruce Banner / Hulk, interpretato da Edward Norton: uno scienziato genetista che, dopo essersi bombardato con dei raggi gamma, ogni volta che si arrabbia si tramuta in un essere mostruoso con catastrofici effetti personali e non sulla sua vita.

Inoltre Christina Cabot interpreta il maggiore Kathleen "Kat" Sparr, subalterna del generale Ross, mentre Peter Mensah interpreta il generale Joe Greller, collaboratore di Ross.

                                     

3.1. Produzione Sviluppo

Dopo luscita di Hulk diretto da Ang Lee nel 2003, lo sceneggiatore James Schamus aveva pianificato un sequel con Hulk Grigio, prendendo in considerazione come cattivi Il Capo e Abominio. La Marvel fece pressione per avere questultimo, sia in quanto nemico più famoso, sia perché avrebbe potuto rappresentare una minaccia vera per il protagonista, a differenza del generale Ross. Il 18 gennaio 2006 Avi Arad però confermò che i Marvel Studios avrebbero stanziato i fondi per produrre Lincredibile Hulk, mentre la Universal lo avrebbe distribuito, dal momento che non era riuscita a rispettare la scadenza per girare il seguito. Lo studio ritenne che, per continuare la saga, sarebbe stato meglio deviare dallo stile di Lee, specificando che il suo film poteva essere considerato come un fumetto a sé stante in un universo parallelo, e che la loro prossima pellicola avrebbe dovuto, nelle parole di Kevin Feige, "iniziare la vera saga Marvel del Golia verde”. Anche la produttrice Gale Anne Hurd era dellopinione che esso avrebbe dovuto rispettare quello che "tutti si aspettano di vedere avendo letto i fumetti e guardato la serie TV".



                                     

3.2. Produzione Regia e sceneggiatura

Louis Leterrier, che aveva amato da piccolo lomonima serie televisiva del periodo 1977-1982 e il primo film, aveva manifestato interesse nel dirigere ladattamento cinematografico di Iron Man, ma venne scartato in favore di Jon Favreau. Era titubante perché non sicuro di riuscire a replicare lo stile di Lee, ma la Marvel chiarì che quello non era il loro intento. La principale ispirazione del regista fu Hulk: Grigio una riproposizione della prima apparizione del personaggio di Jeph Loeb e Tim Sale. Riprodusse nel prodotto finale tutte le strisce, che aveva appeso durante la pre-produzione, dei tanti fumetti letti e affermò che voleva descrivere la lotta di Bruce Banner contro il mostro dentro di lui, mentre Feige aggiunse che il lungometraggio avrebbe esplorato anche "altri aspetti come lavverarsi dei desideri, la sconfitta delle ingiustizie o delle prepotenze e laffidarsi ad una forza che uno non sa di avere dentro di sé". Per cui a detta di Arad sarebbe stato "molto più di una storia damore fra Bruce Banner e Betty Ross". Nel novembre del 2006 fu fissata la data di uscita del film al 13 giugno 2008. Il regista ammise che lunica similarità tra le due pellicole fosse la fuga di Bruce in Sud America, e che questa nuova opera sarebbe stato un reboot, al cui interno non ci sarebbe stata una storia delle origini eccessivamente lunga, tranquillizzando così gli spettatori che nel lavoro di Ang Lee si erano spazientiti aspettando che il protagonista facesse la sua apparizione. Feige commentò: "Non volevamo narrare la storia delle origini di nuovo, perché pensavamo che gli spettatori la conoscessero già, ecco perché non labbiamo raccontata… Un motivo per cui abbiamo fatto Lincredibile Hulk è stato per introdurre il gigante di giada nel canone, che è e dovrebbe rimanere una faccenda riservata, è stato interpretato erroneamente dal pubblico come "disputa" e sfruttato da persone in cerca di una storia facile su cui lucrare. È stato distorto così tanto che cè il rischio che distragga lattenzione dal film stesso, cosa che io, la Marvel e la Universal non vogliamo che accada. È sempre stata una mia ferma convinzione che i film dovrebbero parlare per sé e che conoscere troppi dettagli su come sono stati realizzati, sminuisca la magia nel guardarli".

                                     

4. Colonna sonora

Leterrier scelse per comporre la colonna sonora Craig Armstrong, che era stato arrangiatore dei Massive Attack, gruppo che piaceva al regista e con cui questi aveva collaborato nel 2005 per il suo Danny the Dog. Ciò sorprese la Marvel, non sapendo se fosse in grado di scrivere una musica per un film dazione sebbene avesse effettivamente realizzato quella di Kiss of the Dragon, un action thriler del 2001.

Su suggerimento del cineasta, la colonna sonora fu pubblicata sotto forma di doppio album, cosa che Armstrong pensò essere uno scherzo: di fatto lo studio la ricevette in unedizione a disco unico. Il tema musicale fu ispirato a The Lonely Man, sigla della serie televisiva Lincredibile Hulk scritta da Joe Harnell.

                                     

5. Promozione

La promozione della trama puntò sullo sviluppo di una storia damore e sulla lotta con un temibile avversario. Il titolo ispirò citazioni a scopo promozionale come nel caso di 7-Elevens "LIncredibile Gulp" e "LIncredibile Papà" per i regali a tema della Festa del papà presso Kmart. Anche la Burger King promosse il film e i General Nutrition Center utilizzarono il protagonista come modello per gli allenamenti di potenziamento. La Hasbro creò una linea di giocattoli, che fu lanciata sul mercato il 3 maggio 2008, mentre la SEGA lanciò lomonimo videogioco il 5 giugno 2008. Il film fu pubblicizzato in un episodio di American Gladiators il 9 giugno 2008, che fu presentato da Hulk Hogan e vide la partecipazione di Lou Ferrigno.

Dopo la disputa sul montaggio fra Leterrier e Norton, questultimo insieme ad Adam Fogleson della Universal organizzarono un tour promozionale che avrebbe evitato costantemente le interviste dei media e quindi le domande scomode. Lattore partecipò alla première, prese parte ad uno sketch di Jimmy Kimmel Live! e promosse la pellicola in Giappone. Durante luscita si dedicò comunque al volontariato in Africa.



                                     

5.1. Promozione Slogan e trailer

Allinizio del 2008 cominciò a circolare in rete il primo teaser e successivamente vari taglines. Con lavvicinarsi della data di uscita furono diffusi in aggiunta il trailer finale e numerosi spot tv, molti dei quali ricaricati alcuni anni dopo sulla piattaforma video-sharing di YouTube.

                                     

6. Distribuzione

Lanteprima mondiale de Lincredibile Hulk si tenne l8 giugno 2008 allUniversal Amphitheatre, Los Angeles. La pellicola venne distribuita a partire dal 13 giugno in 3.505 cinema statunitensi, invece in quelle italiane dal 18 giugno. Infine, il 30 agosto 2018, in occasione del decimo anniversario dei Marvel Studios, per la prima volta fu anche proiettata in formato IMAX.

                                     

6.1. Distribuzione Data di uscita

Le date di uscita internazionali nel corso del 2008 furono:

  • 17 luglio nella Repubblica Ceca Neuveritelný Hulk e Slovacchia
  • 11 luglio in Austria
  • 19 giugno in Argentina Hulk: El hombre increíble, Kuwait e Paesi Bassi
  • 13 giugno in Brasile O Incrível Hulk, Canada, Estonia Uskumatu Hulk, Finlandia, Regno Unito, Guatemala, Irlanda, Lituania Nerealusis Halkas, Latvia Neparspejamais Halks, Messico Hulk, el hombre increible, Norvegia, Panama, Perù, Filippine, Polonia Niesamowity Hulk, Romania Incredibilul Hulk, Svezia, Turchia, Taiwan Wu di Hao Ke e Venezuela El increible Hulk
  • 18 giugno in Egitto e Indonesia
  • 20 giugno in Spagna El increíble Hulk, India e Pakistan
  • 6 giugno in Colombia
  • 23 luglio in Francia Lincroyable Hulk
  • 27 giugno in Danimarca
  • 1º agosto in Giappone Inkurediburu Haruku
  • 2 luglio in Svizzera regione francese
  • 25 giugno in Belgio
  • 31 luglio in Svizzera regione tedesca
  • 20 agosto in Cina Wu di Hao Ke
  • 26 giugno in Israele
  • 10 luglio in Germania Der unglaubliche Hulk
  • 12 giugno in Australia, Grecia Ο Απίθανος Χαλκ, Hong Kong, Ungheria A hihetetlen Hulk, Islanda, Sud Corea, Kazakistan, Nuova Zelanda, Portogallo O Incrível Hulk, Russia Невероятный Халк, Singapore, Slovenia Neverjetni Hulk, Tailandia e Ucraina Неймовiрний Халк
                                     

6.2. Distribuzione Divieti

Negli Stati Uniti la visione fu vietata ai minori di 13 anni non accompagnati, per i seguenti motivi: "Intense sequenze di azione violento, immagini fantascientifiche spaventose e brevi contenuti suggestivi". In Italia venne resa libera a tutti.

I restanti divieti internazionali furono:

                                     

6.3. Distribuzione Edizione italiana

Il doppiaggio italiano della pellicola fu eseguito dalla società Pumais Due. I dialoghi e la direzione furono curati da Fiamma Izzo, assistita da Simone Romeo e con la consulenza militare di Luciano Facca, quella medica di Yuri Macrino e quella portoghese di Sergio Lira. La sonorizzazione avvenne presso la struttura CDC Sefit Group, mentre il missaggio fu effettuato negli studi Sinxspeed, a Londra. Sandro Galluzzo, infine, si occupò della tecnica del suono.

                                     

6.4. Distribuzione Edizioni home video

Il 21 ottobre 2008 lUniversal Pictures Home Entertainment pubblicò Lincredibile Hulk in DVD e Blu-ray, edizioni in cui vi erano compresi filmati sul dietro le quinte, commenti audio, scene tagliate e un incipit alternativo. Già dal primo giorno, negli Stati Uniti, si classificò in prima posizione nelle vendite per il mercato home video. Poco dopo spuntarono le versioni a disco singolo in formato widescreen e fullscreen; una speciale con tre dischi ; infine un pacchetto Blu-ray a doppio CD. Ledizione in Blu-ray invece unisce il contenuto dei primi due DVD in un unico dischetto, mentre il secondo contiene la copia digitale.

Il film faceva parte inoltre di un cofanetto, rilasciato il 2 aprile 2013 dalla Walt Disney Studios Home Entertainment, da dieci dischi intitolato Universo cinematografico Marvel: Fase Uno – Avengers Assemble, che per lappunto introduceva tutte le opere cinematografiche della Fase Uno dellMCU. Infine, lUniversal lo diffuse in 4K Ultra HD il 10 aprile 2018.



                                     

7.1. Accoglienza Incassi

Lincredibile Hulk ottenne un incasso pari a 134 806 913 $ in Nord America e 129 964 083 $ nel resto del mondo, per un totale di 264 770 996 $, a fronte di un budget di produzione di 150 milioni di dollari. Si tratta dellopera cinematografica che ha reso meno nella storia dellMCU.

                                     

7.2. Accoglienza Nord America

In madrepatria incassò $21.5 milioni il primo giorno di programmazione. Nel fine settimana desordio ottenne il primo posto al botteghino guadagnando $55.4 milioni, e complessivamente nella prima settimana di programmazione $74.9 milioni. Nel secondo week-end scese in seconda posizione percependo $22.1 milioni, con un calo del 60.1% rispetto al precedente. Nel terzo discese ancora fino al quinto posto guadagnando $9.6 milioni, con un ulteriore calo del 56.7%. Nel quarto finì in sesta posizione, registrando $4.9 milioni al botteghino e una discesa del 48.8%. Rimase nei cinema complessivamente per 85 giorni, incassando in totale 134 806 913 $.

                                     

7.3. Accoglienza Internazionale

Nel resto del mondo incassò invece 129 964 083 $ e i mercati maggiori furono Regno Unito $15.2 milioni, Messico $12.6 milioni, Francia $9.7 milioni, Cina $9.3 milioni, Spagna $7.7 milioni, Italia $6.5 milioni, Russia $6.4 milioni, Corea del Sud $6.4 milioni, Brasile $4.9 milioni, Australia $4.5 milioni e India $3.1 milioni.

                                     

7.4. Accoglienza Critica

Lincredibile Hulk ricevette recensioni generalmente positive dai critici. Sul sito Rotten Tomatoes il 67% delle 231 recensioni professionali sono positive, con un voto medio di 6.2 su 10, mentre su Metacritic registra un punteggio medio di 61 su 100 basato su 38 recensioni.

La critica in generale espresse pareri contrastanti: nonostante il tentativo di mettere in mostra il lato "umano" di Hulk le sottigliezze psicologiche dei personaggi, il film fu criticato per essere un blockbuster incentrato troppo sullazione e sui combattimenti. Vi sono tuttavia scene che ottennero un certo apprezzamento, come quelle ambientate in Brasile e lincontro tra Hulk e Betty Ross sotto la pioggia, paragonata a più riprese allanaloga sequenza tra una bella e una bestia già presente nel King Kong di Peter Jackson.

Marco Spagnoli del webzine Fantascienza.com bocciò la sceneggiatura le animazioni digitali, ritenendole "finte" e "poco credibili" e aggiungendo infine: "Un po Frankenstein, un po La Bella e la Bestia, lHulk del regista francese è un film stanco e con tanti problemi di costruzione che rendono landamento della storia non interessante e poco credibile. Come, ad esempio, il primo attacco in Brasile che inizia di notte, poi diventa giorno eppoi è di nuovo notte nellarco di pochi minuti". Marco Lucio Papaleo, di Everyeye.it, trovò nella solitudine rappresentata da Banner e Blonsky il liet-motiv del film, mentre Marianna Cappi e Stefano Lo Verme, di MYmovies.it, concordarono nellaffermare che dopo un inizio ben impostato sullanalisi del dramma interiore del protagonista si ricade nello scontato: la prima vide un parallelismo tra lo scontro di ideologie tra il generale e Betty Ross e quello tra Bruce Banner e il padre nel film del 2003, mentre il secondo apprezzò la performance di Norton, criticando però quella degli altri attori, affermando che "si limita Le immagini vertono verso il buio e loscurità, ma il montaggio a tre mani - in realtà sei - è veloce, e la colonna sonora sempre presente di Craig Armstrong è contemporaneamente bombastica e utile a sostegno dellazione. Gli effetti sono in linea con i risultati generalmente positivi ma non ispirati del film". Mark Rahner del The Seattle Times scrisse: "Il rilancio del golia verde firmato Marvel Studios ha un margine di miglioramento rispetto al ponderoso Hulk 2003 del regista cinese, sotto quasi ogni punto di vista - tranne per il fatto che lattuale supereroe faccia pensare a qualcosa di simile a un videogioco, e che la creatura sia ancora troppo poco loquace".

La Commissione Nazionale Valutazione Film ritenne che "la scelta di Leterrier di recuperare il tono della favola, del racconto che mischia epos e romanticismo in un quadro dal respiro fabulatorio" fosse stata adeguata e che "Un velo di malinconia aleggia su tutti i protagonisti, quasi costretti a vivere situazioni non gradite, eppure condizionati da forze ineliminabili. Lo sguardo amaro di Bruce si confonde con quello preoccupato e accorato di Betty e con quello crepuscolare del generale Ross. Gli spazi da incubo della favela brasiliana si coniugano con la New York sradicata dalla minaccia dei mostri. Una bella fiaba sul Bene/Male senza retorica e senza lieto fine".

                                     

8. Sequel

Il personaggio di Samuel Sterns, interpretato da Tim Blake Nelson, fu inserito nel film per sviluppare un potenziale sequel con il Capo come nuovo nemico; lattore aveva effettivamente firmato per ulteriori pellicole. Anche Ty Burrell, interprete di Leonard Samson, aveva sottoscritto un contratto per ulteriori seguiti ed espresse il desiderio di vedere il personaggio tramutato come nel fumetto. Nel giugno del 2008 Louis Leterrier dichiarò che lui, Tim Roth e altri membri del cast, eccetto Edward Norton, avevano firmato per interpretare ulteriori seguiti. Norton venne in seguito sostituito da Mark Ruffalo in The Avengers 2012, Iron Man 3 2013, Avengers: Age of Ultron 2015, Thor: Ragnarok 2017, Avengers: Infinity War 2018 e in Avengers: Endgame 2019. Nellaprile 2015 Ruffalo spiegò che uno degli ostacoli alla realizzazione di un nuova opera cinematografica su Hulk è il fatto che gli Universal Studios detengono i diritti di distribuzione del personaggio, cosa che impedisce alla Disney di produrre la pellicola.

Nellottobre 2019 in unintervista con il New York Times, Edward Norton rilasciò delle dichiarazioni a proposito del progetto che lo avrebbe visto tornare nei panni del dottor Bruce Banner, ma che non fu mai realizzato. La sua intenzione era quella di proporre sul grande schermo un eroe verde molto più cupo, che in qualche modo ricordasse lo stile della trilogia del cavaliere oscuro diretto da Christopher Nolan. "Ciò che ha fatto Nolan con Batman si muove lungo un percorso che apprezzavo: lungo, dark e serio. Pensavo che il personaggio di Hulk fosse perfetto per lo stesso percorso. Avevo proposto un progetto costituito da due film: le origini e poi lidea del Golia verde come di un sognatore cosciente." Lidea era piaciuta allo studio, ma non si avverò mai. Ha poi spiegato che quando discusse dei suoi piani con la Marvel, non era disposto a dedicare tutto il tempo necessario per realizzare questa visione creativa e che il budget non corrispondeva alle richieste avanzate. Inoltre James Gunn regista di Guardiani della Galassia e Guardiani della Galassia Vol. 2 espresse interesse per la creazione di un film con Hulk e Hulk Rosso, ma il progetto non entrò mai in sviluppo a causa dei conflitti con la Universal. Al D23 Expo, i Marvel Studios confermarono invece di aver dato avvio alla produzione di una serie su Jennifer Walters/She-Hulk, in esclusiva per la piattaforma Disney+.