Топ-100
Indietro

ⓘ BMW Neue Klasse. La Neue Klasse è una famiglia di autovetture prodotta dalla casa automobilistica tedesca BMW tra il 1961 ed il 1972 e i cui modelli di fascia a ..



BMW Neue Klasse
                                     

ⓘ BMW Neue Klasse

La Neue Klasse è una famiglia di autovetture prodotta dalla casa automobilistica tedesca BMW tra il 1961 ed il 1972 e i cui modelli di fascia alta e medio-alta venivano commercializzati, semplicemente, con la denominazione della cilindrata del motore: dalla 1500 del 1961 alla 2000 Tii.

                                     

1.1. Storia Il contesto

Il successo di modelli popolari come la 700 e la Isetta molto apprezzata in Germania aveva consentito alla Casa di Monaco di Baviera di uscire dalla crisi di metà anni cinquanta e di disporre dei capitali necessari per la progettazione di un nuovo modello di fascia medio-alta.

I tecnici bavaresi, con prudenza teutonica, pensarono ad una meccanica a cavallo tra il moderno ed il rassicurante classico cambio manuale a 4 rapporti e freni a disco solo davanti.

La vettura doveva essere moderna e doveva fondere in sé quelle caratteristiche di eleganza e sportività che da sempre hanno caratterizzato i prodotti di tale marchio.

Inoltre, la fascia di mercato che doveva andare ad occupare era di tipo medio-alto, in modo da andare ad inserirsi tra la piccola BMW 700 le grosse BMW 502.

Il disegno del corpo vettura ovviamente monoscocca venne, invece, affidato a Giovanni Michelotti già autore della piccola 700, con la collaborazione del tedesco Wilhelm Hofmeister, caporeparto carrozzeria alla BMW. Entrambi curarono assieme la realizzazione del primo prototipo, che praticamente era già la vettura definitiva.

                                     

2. Le berline

La 1500, presentata al Salone dellAutomobile di Francoforte del 1961, era una classica berlina tre volumi 4 porte, impreziosita da stilemi che avrebbero caratterizzato tutte le BMW dei decenni successivi come il frontale a punta con fari circolari. Tra le altre peculiarità della nuova vettura vi era la profonda nervatura che attraversava la fiancata, allinizio della quale trovavano posto gli indicatori di direzione laterali.

La 1500, primo modello della storia appartenente alla Neue Klasse, era frutto della matita di due importanti designer di quel tempo, Wilhelm Hofmeister e Giovanni Michelotti, la vettura stupì tutti alla sua presentazione, grazie alla sapiente fusione tra classico e moderno dalla quale scaturì una vettura dalle linee decisamente anticonvenzionali. Il motore, progettato e realizzato dal barone von Falkenhausen, era il capostipite della famiglia M10, la cui discendenza avrebbe trovato applicazioni in tutto il resto della Neue Klasse e non solo.

Nonostante il Salone di Francoforte avesse proposto solo un prototipo, sebbene definitivo, le ordinazioni si fecero subito numerose e misero in difficoltà la Casa tedesca, che non si aspettava una simile, positiva risposta.

                                     

2.1. Le berline La 1500

Cercando di fare più in fretta possibile, la BMW portò la 1500 sulle linee di montaggio ne avviò la produzione. I primi esemplari non furono pronti che nel settembre del 1962, ben un anno dopo la prima presentazione.

Confortevole, ben rifinita e dotata di una qualità costruttiva decisamente elevata, la 1500 ottenne un buon successo, nonostante le prestazioni non elevatissime gli 80 CV del 4 cilindri di 1499 cm³ monocarburatore non erano molti, dato anche il peso di 1060 kg ed una tenuta di strada sul bagnato non eccezionale.

Tuttavia, in allungo, la 1500 raggiunse la punta massima di 148 km/h, un valore tuttaltro che trascurabile, e che consacrò la 1500 come una delle migliori vetture da grande viaggio di quellepoca.

La 1500 fu prodotta fino al 1964 in 23.807 esemplari.

                                     

2.2. Le berline La 1600

Nel 1964 la 1500, sovrastata nelle vendite dalla 1800, venne rimpiazzata dalla 1600, con cilindrata incrementata a 1573 cm³ da 83 CV, ma con un sensibile aumento di coppia massima. Le prestazioni si fecero più brillanti anche grazie al cambio dai rapporti più corti. La vettura ebbe però vita breve, dato che uscì di listino già nel 1966 a seguito della presentazione dellomonimo modello della Serie 02. Durante la sua produzione, la 1600 fu venduta in 10.278 esemplari.

                                     

2.3. Le berline La 1800

Ma già nel 1963, visto il successo della 1500, la Casa decise di affiancare a questultima una Neue Klasse più prestazionale: la 1800, con motore di cilindrata maggiorata a 1773 cm³ e potenza di 90 CV.

Esternamente la 1800, che, a richiesta, poteva essere equipaggiata anche con un cambio automatico a 3 rapporti, era completamente identica alla sorella di cubatura inferiore, eccezion fatta per i sottoporta cromati. Presentata nuovamente al Salone di Francoforte, fu commercializzata già a partire dal mese successivo.

Nel 1964, lesigenza di partecipare alle gare della categoria Turismo, portò al lancio di due versioni potenziate della 1800: la 1800 Ti e la 1800 Ti/SA.

La prima, che manteneva lallestimento standard delle altre 1800, grazie allalimentazione a 2 carburatori, disponeva di 120 CV, la seconda aveva anche carrozzeria alleggerita, allestimento semplificato e motore più potente da 130 CV.

La 1800Ti/SA, base di partenza per le versioni usate in gara, era in grado di competere ad armi pari coi due modelli dominatori della categoria: lAlfa Romeo Giulia Ti Super e la Ford Cortina Lotus. I clienti disposti a spendere per avere questo modello dovevano possedere allepoca anche una patente speciale riservata a quelle vetture che allepoca erano considerate altamente prestanti.

Nel 1968, la 1800 fu sottoposta ad un restyling piuttosto evidente: il frontale adottò una fanaleria quandrangolare analoga a quella montata sulle 2000 sempre appartenenti alla Neue Klasse. In coda, invece, i vecchi piccoli fari rettangolari a sviluppo verticale lasciarono il posto a nuovi fari sempre rettangolari, ma più grandi e a sviluppo orizzontale, anchessi mutuati dal modello top di gamma della Neue Klasse.

La 1800 fu prodotta fino al 1972, anno di pensionamento definitivo dellintera Neue Klasse.



                                     

2.4. Le berline La 2000

Nel 1966 la gamma venne estesa verso lalto con lintroduzione della 2000 1990 cm³ e 100 CV e della 2000Ti 1990 cm³ e 120 CV. Queste due nuove versioni, presentate a Ginevra, si distinguevano dalle versioni di cilindrata inferiore per i fari anteriori rettangolari le luci posteriori più grandi e collegate fra loro da una fascia di alluminio satinato. Il modello Ti era però lunico della gamma 2000 ad utilizzare il vecchio frontale e la vecchia coda delle prime Neue Klasse. Con la nascita delle 2 litri uscì di listino la 1800 Ti.

Quattro mesi dopo il lancio delle 2000 e 2000 Ti, fu la volta della 2000 T-Lux, considerata uno dei modelli più equilibrati dellintera Neue Klasse, per quanto riguardava il compromesso tra sportività ed eleganza. Dalla fine del 1967, tale modello prese il nome di 2000 Tilux.

Lultima novità arrivò nel 1968: la 2000 Tii, equipaggiata con una versione a iniezione meccanica da 130 CV del 4 cilindri 2 litri. Con loccasione la 2000 Tilux venne tolta di listino.

Dal 1968, come già spiegato, le 1800 vennero unificate esteticamente alle 2000, mentre nel 1972 lintera gamma venne cancellata dal listino, rimpiazzata dalla Serie 5 E12.

Sono state prodotte oltre 234.000 Neue Klasse, di cui 120.495 esemplari appartenenti al modello 2000.



                                     

2.5. Le berline Il coupé E120

Nel 1965 il BMW Design Studio realizzò un filante ed elegante coupé su meccanica della Neue Klasse. A differenza della berlina, il coupé veniva assemblato dalla Karmann di Osnabrück. Commercializzata fino al 1969 nelle versioni 2000 C 1990 cm³ e 100 CV e 2000 CS 1990 cm³ e 120 CV, la Neue Klasse coupé ottenne un buon successo venne costruita in 11.276 esemplari, di cui 8883 in versione CS e la sua linea influenzò molto quella delle più grandi 3.0 CS. La versione coupé fu proposta anche nella versione 2000 CA, dotata di cambio automatico.

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →