Топ-100
Indietro

ⓘ Arnolfo di Baviera. Arnolfo accompagnò re Enrico I nella sua campagna del 928 contro il duca Venceslao di Boemia. Nel 935 attaccò contro il re Ugo di Provenza p ..




Arnolfo di Baviera
                                     

ⓘ Arnolfo di Baviera

Arnolfo accompagnò re Enrico I nella sua campagna del 928 contro il duca Venceslao di Boemia. Nel 935 attaccò contro il re Ugo di Provenza per ottenere la corona ferrea per il figlio maggiore Eberardo: chiamato dal conte Milone e dal vescovo Raterio, Arnolfo marciò su Trento per poi entrare a Verona. Ugo si mosse, nonostante fosse linverno tra il dicembre 934 e il gennaio 935, sconfiggendo Arnolfo a Bussolengo. Arnolfo rientrò a Verona intenzionato a catturare Milone per portarlo con sé in Baviera, essendo ritenuto responsabile della situazione in cui Arnolfo si era immischiato, ma questo si dileguò; Arnolfo quindi si rivalse sul fratello e sui vassalli di Milone, prendendoli prigionieri e portandoli in Baviera dopo aver espugnato la cittadella di Verona. Lobiettivo di Arnolfo era di tornare in Italia con nuove milizie, ma ciò non avvenne; Verona si arrese poco dopo la sua partenza. Milone chiese quindi perdono ad Ugo, riuscendo a tenere la carica comitale e a far riversare la propria colpa interamente su Raterio, il quale nel febbraio del 935 fu deposto in unassemblea del regno e chiuso in un carcere dentro una torre a Pavia per due anni e mezzo circa e altrettanti anni chiuso a Como. A Pavia scrisse un libro narrante le sue tribolazioni in carcere, opera elogiata da Liutprando di Cremona.

Dopo la morte di re Enrico, assistette alla cerimonia di incoronazione del figlio Ottone I come re di Germania nella cattedrale di Aquisgrana.

Il duca Arnolfo morì nella sua residenza di Ratisbona il 14 luglio 937; gli successe il re Ottone nel 938. Arnolfo è sepolto nella chiesa abbaziale di SantEmmeranno. Nel 1842 fu apposta una targa commemorativa nel memoriale del Walhalla.

                                     

1. Matrimonio e figli

Gli storici credevano che Arnolfo fosse sposato con Giuditta del Friuli, un membro della dinastia Unrochingi, figlia del conte Eberardo del Friuli † 866. Le date, tuttavia, non corrispondono: Giuditta del Friuli morì attorno all881: ciò significherebbe un matrimonio tra un ragazzo o almeno un giovane Arnolfo e unanziana Giuditta, che avrebbe dovuto concepire diversi bambini 23 anni dopo la sua morte. Più probabilmente, quindi, si sposò con Giuditta di Sülichgau nata attorno all888, figlia del nipote del margravio Eberardo, conte Eberhard di Sülichgau † dopo l889 e Gisela di Verona. Discussa è la relazione con Leopoldo di Babenberg: esso potrebbe essere stato figlio minore di Arnolfo oppure il nipote, figlio di Bucardo oppure figlio di Enrico.

Essi ebbero i seguenti figli:

  • Ermanno † 954.
  • Enrico, il cui figlio Liupoldo I fondò la dinastia dei Babenberg.
  • Giuditta.
  • Una figlia dal nome sconosciuto che sposò Bucardo dAustria, margravio dAustria.
  • Eberardo 912 ca 940 ca., che successe al padre come duca di Baviera dal 937 al 938.
  • Liutpoldo I, margravio di Ostmark, forse identificabile a Leopoldo I, margravio dAustria, fondatore della dinastia Babenberg.
  • Arnolfo II 912-954 ca., conte palatino di Baviera dal 938 al 954.
  • Ludovico nato nel 930 circa, † dopo il 974.
  • . Swanila circa 925-?, che sposò Burckhard Konradiner.
  • Bertoldo I, parentela contestata successe al padre come magravio di Nordgau, che sposò Eila Walbeck, figlia di Lotario II e di Godila, figlia del conte Wirinario; è probabile che Bertoldo concepì Leopoldo di Babenberg.
  • Giuditta † dopo il 984, sposò il duca ottoniano Enrico di Baviera, fratello di Ottone I, imperatore del Sacro Romano Impero.