Топ-100
Indietro

ⓘ Baba Jaga è una creatura leggendaria della mitologia slava, in particolare di quella russa, divenuta in epoca contemporanea un personaggio fiabesco. Oltre che n ..




Baba Jaga
                                     

ⓘ Baba Jaga

Baba Jaga è una creatura leggendaria della mitologia slava, in particolare di quella russa, divenuta in epoca contemporanea un personaggio fiabesco. Oltre che nelle fiabe russe, si trova anche in quelle polacche, slovacche e ceche. Inoltre, si tratta di un personaggio dei rituali magici nelle vecchie terre slave della Carinzia in Austria, di un personaggio carnevalesco in Montenegro e di uno spirito della notte in Serbia, Croazia e Bulgaria.

Mostruosa vecchietta dotata di poteri magici e vari oggetti incantati, spesso paragonata a una strega o a unincantatrice, è un personaggio per lo più negativo che a volte agisce in qualità di aiutante del protagonista del mito, spesso con funzioni iniziatiche. Si tratta di una delle figure più enigmatiche e controverse del panorama mitologico europeo, la cui origine risale probabilmente allEtà proto-storica.

                                     

1. Etimologia

Il glottologo e slavista tedesco Max Vasmer fa risalire il nome Âgà al protoslavo* jega, riflessi appartenenti dal serbocroato. Jesa "orrore", jesib "pericolo", sloveno. Jeza "rabbia", jeziti "far arrabbiare" in ceco. Jeze "lamia" in ceco. Jezinka "strega della foresta, malvagia baba", in polacco. Jedza "strega baba Âgà, perfida baba", Jedzic sie "arrabbiarsi" ecc. Tuttavia nella lingua russa cè unaffinità con tutti gli esempi riportati dalle lingue slave: âsva, il che mette in discussione lesistenza di un rapporto tra il nome Âgà e gli esempi riportati dalle lingue slave. È anche possibile leventuale etimologia per cui lantica denominazione è stata assimilata e rivalutata dagli slavi e accostata ai derivati del protoslavo jegа etimologia popolare, il che spiega lo spostamento, espresso dalla variante con a-z-l-ž nelle lingue slave occidentali il nome è reinterpretato, e la presenza della variante -g- nella lingua russa il nome non è reinterpretato. Vasmer accosta la parola, oltre che alle lingue slave, anche a quelle baltiche, allinglese e allislandese, rifiutando il collegamento con le lingue turche, lindiano, lalbanese e il latino.

Gli etimologi accostano il protoslavo Âgà con limmagine di serpenti e rettili, il che indica lorigine ctonia del personaggio.

Il viaggiatore scozzese Giles Fletcher il Vecchio nel 1588 fece menzione scritta della Baba Âgà nel suo libro Of the Russe Common Wealth. Egli aveva letto circa il culto degli idoli "doro o Âgà Baba" arrivato nella regione di Perm da i samoiedi, scoprì che era una "favola senza senso". Nella fiaba "Il principe Ivàn e Màra Morevna" vive Âgà Âgišna Baba Âgà, "gamba dosso" in una terra lontana, in un regno lontano, non distante dal mare oltre il fiume ardente, dove possiede una mandria di cavalli possenti. La Âgà è madre di tre figlie demoniache a volte di una principessa, la meravigliosa promessa sposa del protagonista e di un serpente che viene ucciso del protagonista della fiaba. Vladimir Ivanovič Dal aggiunge: "Ha il capo scoperto ed è in maniche di camicia, senza cintura: due segni di grande sciattezza.".

Il linguista ed antropologo russo Vladimir Jakovlevič Propp identifica tre tipi di Baba Jaga: la donatrice che dà alleroe un cavallo incantato o un oggetto magico, la rapitrice di bambini e la guerriera combattendo contro cui "non per la vita ma per la morte" leroe delle fiabe passa a un altro livello di maturità. Invece la malignità e laggressività della Baba Jaga non sono i suoi tratti dominanti bensì manifestazioni della sua natura irrazionale e indeterminata. La duplice natura della Baba Jaga nel folklore è legata, in primo luogo, con il personaggio della padrona della foresta che bisogna blandire e, in secondo luogo, con il personaggio della creatura malvagia che fa sedere i bambini sulla pala per arrostirli. Questa immagine di Baba Jaga è riconducibile alla funzione delle sacerdotesse che conducono gli adolescenti attraverso un rito di iniziazione. Così, in molte fiabe, Baba Jaga vuole mangiare leroe o, dopo aver mangiato e bevuto, lo lascia andare dandogli un gomitolo o alcuni segreti della sua conoscenza, oppure riesce a fuggire.

                                     

2. Folklore russo

Nei racconti russi impersona una vecchia strega che si sposta volando su un mortaio, utilizzando il pestello come timone, e che cancella i sentieri nei boschi con una scopa di betulla dargento. Vive in una capanna sopraelevata che poggia su due zampe di gallina, servita dai suoi servi invisibili. Il buco della serratura del portello anteriore è costituito da una bocca riempita di denti taglienti; le mura esterne sono fatte di ossa umane. In una variante della leggenda la casa non rivela la posizione della porta finché non viene pronunciata una frase magica.

Baba Jaga a volte è indicata come cattiva e a volte come fonte di consiglio. Ci sono storie in cui la si vede aiutare le persone nelle loro ricerche e storie in cui rapisce i bambini per mangiarli. Cercare il suo aiuto è solitamente unazione pericolosa e sono assolutamente necessarie preparazione e purezza dello spirito.

La leggenda dei tre cavalieri: A questa figura si collega la leggenda dei tre cavalieri: il Cavaliere bianco, su un cavallo bianco con la bardatura bianca, che rappresenta il giorno; il Cavaliere rosso che rappresenta il sole; il Cavaliere nero che rappresenta la notte. Baba Jaga parla di loro a chi la interroga e può uccidere lospite che vuole sapere dei suoi servi invisibili.

Vasilisa la Bella: nella storia popolare di Vasilisa la Bella la fanciulla viene mandata a chiedere consiglio a Baba Jaga e viene schiavizzata dalla strega. Tuttavia i servi invisibili aiutano Vasilisa a fuggire perché è stata gentile con loro. Alla fine della fiaba Baba Jaga è trasformata in un pellicano. In unaltra versione della storia, registrata da Aleksander Afanasev 1862, a Vasilisa sono comandate tre missioni impossibili che tuttavia riesce a completare per mezzo di una bambola magica donatale da sua madre. Similmente, in unaltra fiaba, il principe Ivan è aiutato contro Baba Jaga dagli animali che ha risparmiato.

                                     

3. Folklore polacco

La Baba Jaga del folklore polacco differisce leggermente; una delle differenze è che la casa ha soltanto una zampa di gallina. Inoltre le streghe dispettose che vivono nelle case di pan di zenzero sono comunemente chiamate Baba Jaga. Nella fiaba La piuma di Finist il Falco, leroe, viene a contatto con tre Baba Jaga. Tali figure sono solitamente benevole e danno alleroe consigli o strumenti magici.

                                     

4. Nella cultura di massa

Il personaggio è ripreso frequentemente nella cultura di massa, in particolare in ambientazioni fantasy, non solo da autori dellarea slava.

Giochi di ruolo

  • Nel gioco di ruolo Vampiri: la masquerade Baba Jaga scritto Baba Yaga è una potentissima Nosferatu che domina la Russia.
                                     

4.1. Nella cultura di massa Film

  • Baba Yaga è un film horror erotico italiano del 1973 diretto da Corrado Farina, liberamente tratto dal fumetto Baba Yaga: il fascino delle streghe della serie Valentina di Guido Crepax
  • Baba Yaga appare nellepisodio 2x04 "Mirror Mirror" della serie Lost Girl 2011
  • Baba Yaga è il soprannome di John Wick, protagonista dellomonimo film del 2014 diretto da Chad Stahelski. Qui viene erroneamente tradotto in inglese come Boogie Man, in italiano lUomo nero.
  • Viene citata nel film Ant-Man and the Wasp dove un personaggio con poteri paranormali viene associato a Baba Jaga.
  • Nella soap di Una Vita nel sogno di Ursula.
  • È presente nel film Hellboy del 2019, in qualità di antagonista.
                                     

4.2. Nella cultura di massa Cartoni animati

  • Baba Jaga è presente nel film Bartok il magnifico del 1999.
  • Baba Jaga appare nellepisodio 28 La strega Baba Jaga di Scooby-Doo! Mystery Incorporated.
  • Baba Jaga è lantagonista principale nel cortometraggio danimazione Pandane to tamago hime di Hayao Miyazaki.
  • Baba Jaga appare come uno degli antagonisti della seconda stagione di World of Winx
                                     

4.3. Nella cultura di massa Fumetti

  • Baba Jaga appare nella storia "La Caccia" del fumetto Sandman, assieme anche a Koščej.
  • Laccoppiata Baba Jaga-Koščej figura nei fumetti di Hellboy di Mike Mignola, serie nella quale la Jaga ricopre il ruolo di nemesi del protagonista.
                                     

4.4. Nella cultura di massa Musica

  • "Baba Jaga" è uno dei personaggi citati nella canzone "Il cavaliere senza morte" di Davide Van De Sfroos, contenuta nellalbum "Pica".
  • "Baba Jaga" è la settima traccia dellalbum Suicidol del rapper Nitro
  • Al personaggio di Baba Jaga è dedicato un brano dei Quadri da unesposizione, suite per pianoforte di Modest Musorgskij, orchestrato da Maurice Ravel nel 1922 ed eseguito nel 1929 a Parigi diventando unopera popolare come Tableaux dune exposition e rivisitato anche negli anni settanta in chiave prog-rock da Emerson, Lake & Palmer in Pictures at an Exhibition The Hut of Baba Yaga e The Curse of Baba Yaga.
  • "Baba Jaga" è la settima traccia dellalbum "Tales of a pathfinder" del gruppo metal italiano Atlas Pain.
                                     

4.5. Nella cultura di massa Videogiochi

  • Nel gioco Rise of the Tomb Raider è disponibile un DLC intitolato Baba Yaga: Il tempio della Strega, in cui Lara Croft dovrà esplorare la Valle Maledetta abitata, appunto, dalla Strega Baba Yaga.
                                     
  • Il Baba - Jaga Chasma è una struttura geologica della superficie di Venere. Baba - Jaga Chasma, su Gazetteer of Planetary Nomenclature, United States Geological
  • che Baba Jaga ebbe cenato, Vasilisa le chiese chi fossero: Baba Jaga le rispose che erano l alba, il sole e la notte, suoi servitori Baba Jaga le chiese
  • Baba Jaga figura della mitologia slava e personaggio di una fiaba Baba Yaga gruppo vocale femminile italiano di musica leggera Baba Yaga suite per
  • drago Varyrych. Mentre Vasilisa viene tenuta prigioniera dalla strega Baba Jaga nel palazzo del drago, Ivan, volendo riscattare la sua bella, apprende
  • inoltre trasformarsi in un drago ed è l equivalente maschile della strega Baba Jaga Si ritiene che la figura di Koščej possa aver avuto origine dalla demonizzazione
  • costume per un balletto Catacombae, La capanna su zampe di gallina Baba Jaga e Progetto per una porta a Kiev - Facciata principale. Come per la maggior
  • futuro con Ivan, la ospita in casa propria. Ivan si rivolge alla strega Baba Jaga chiedendole di fargli ritrovare Nasten ka. La strega, dopo un tira - e - molla
  • persiana ed araba, si ritrova anche nel folklore russo avventure di Baba Jaga Apprezzata nella letteratura ottocentesca, l immagine del tappeto volante
  • sua nipote Sneguročka. I principali antagonisti sono Bàbuška Jagà meglio nota come Baba Jaga e il demone poco noto in occidente Kaščèj Bessmèrtnyj. Spesso
  • Garzanti, 2007, ISBN 978 - 88 - 11 - 68573 - 9 2008. Baba Jaga je snijela jaje, Zagreb, Vuković - Runjić Baba Jaga ha fatto l uovo, traduzione di Milena Djokovic
  • libro racconta la storia di Ivan, un ragazzo che vive a Mosca con la zia Baba Jaga Un giorno, Ivan incontra una kikimora, Pigna: questa gli rivela che Ivan
  • di Igor, un poema epico russo degli inizi del XIII secolo. La strega Baba Jaga in una illustrazione del 1900 per la fiaba Vasilisa la Bella. Il cavaliere