Топ-100
Indietro

ⓘ Dalle parti degli infedeli è un breve saggio di Leonardo Sciascia. Finito di scrivere a Racalmuto il 31 agosto 1979, fu dato alle stampe nello stesso anno, per ..




Dalle parti degli infedeli
                                     

ⓘ Dalle parti degli infedeli

Dalle parti degli infedeli è un breve saggio di Leonardo Sciascia. Finito di scrivere a Racalmuto il 31 agosto 1979, fu dato alle stampe nello stesso anno, per i tipi delleditrice Sellerio, come opera inaugurale della collana intitolata "La memoria". In seguito è stato ripubblicato da Adelphi, nel 1993 e nel 2004.

                                     

1. Contenuto

Sciascia divulga - legandolo ad un interessante commento - il carteggio intercorso tra Angelo Ficarra, vescovo della Diocesi di Patti, e la Sacra Congregazione Concistoriale, presieduta dal cardinale Adeodato Giovanni Piazza.

Pastore danime fervente, mite, dedito alla meditazione ed alla preghiera, Ficarra è stato posto sotto osservazione perché sgradito agli ambienti locali della DC, che addebitano alla sua indifferenza per le vicende elettorali la causa delle successive sconfitte dello scudocrociato nelle elezioni a Patti ed in altri comuni vicini.

Obbedendo a "indirizzi superiori" e con eccesso di zelo, la Sacra Congregazione assedia Ficarra, reo, daltro canto, daver scritto un saggio - poi pubblicato postumo - sulle feste religiose in Sicilia, nel quale si indaga con lucidità sulla sostanziale irreligiosità dei siciliani nonostante lattaccamento a riti e tradizioni.

Si vuole che il prelato rinunci alla Diocesi e si ritiri; poi, senza che lui lo chieda, gli si affianca un vescovo ausiliare e quindi si costituisce questultimo come amministratore apostolico sede plena, praticamente esautorandolo del tutto; infine lo si nomina arcivescovo titolare di Leontopoli di Augustamnica, cioè gli si conferisce un titolo puramente onorifico, come è appunto per i vescovi in partibus infidelium.

Sciascia, nelle brevi noterelle finali, precisa che nellEnciclopedia Cattolica si fa cenno ad una Leontopoli ma senza riferimenti all Augustamnica, la cui citazione originaria risale a Flavio Giuseppe, probabilmente corrispondente allattuale Tell el-Jehuddijjeh, circa 30 km dal Cairo e 20 km dallantica Eliopoli. Una diocesi forse nemmeno mai esistita, se non come sede di un tempio ebraico appena tollerato dai sacerdoti di Gerusalemme il cui culto considerano illegale; inequivocabilmente in partibus infidelium. Perciò lautore siciliano conclude: "Saremmo maliziosi a sospettare una certa malizia nella nomina di monsignor Ficarra ad arcivescovo di Leontopoli?"

                                     
  • dalla diocesi sono state oggetto del saggio di Leonardo Sciascia, Dalle parti degli infedeli Appena ordinato sacerdote, il 12 luglio 1908 fu inviato a Ribera
  • Disambiguazione Se stai cercando il saggio di Leonardo Sciascia, vedi Dalle parti degli infedeli In partibus infidelium nelle terre dei non credenti è un espressione
  • rimozione di mons. Ficarra dalla sede di Patti fu dedicato il saggio Dalle parti degli infedeli di Leonardo Sciascia. Amos menzionato nel 325 Timoteo menzionato
  • Il caso dell infedele Klara è un film drammatico del 2009 diretto da Roberto Faenza, liberamente tratto dall omonimo romanzo dello scrittore ceco Michal
  • anno provengono centinaia di cavalli arabi dalle terre del Sa id Alto Egitto che vengono venduti agli infedeli della provincia dell Abissinia. Questo ha
  • Nando Gazzolo in Sansone e il tesoro degli Incas, Un dollaro bucato Emilio Cigoli in A fil di spada, Le infedeli Otello Toso in Una donna libera Stefano
  • maggiori potenze cristiane proprio mentre gli infedeli occupavano la Terra santa, spinse le due parti a concludere la pace, sancita dal trattato di Montreuil
  • Carlo Fazzetti. Nel 1953 ottenne i primi ruoli importanti: nel film Le infedeli di Steno e Monicelli è il marito tradito di May Britt, in La cieca di Sorrento
  • province circostanti, che accorrevano come volontari per la lotta contro gli infedeli Ma i Turchi non si curarono affatto di queste cose, e neppure il Califfo