Топ-100
Indietro

ⓘ Denotazione. La denotazione è un termine della linguistica che distingue il significato principale di una parola rispetto alla connotazione, ossia alla carica p ..




                                     

ⓘ Denotazione

La denotazione è un termine della linguistica che distingue il significato principale di una parola rispetto alla connotazione, ossia alla carica psicologica associata al termine. Nel caso di una parola singola, la denotazione è la prima definizione che daranno un dizionario o unenciclopedia.

Ad esempio, la denotazione più probabile di notte è il lasso di tempo tra il tramonto e lalba significato esplicito, mentre le connotazioni significati impliciti possono essere, a seconda del caso, quelle positive e soprattutto negative di decadenza, minaccia, mancanza di energia, romanticismo eccetera.

Mentre la denotazione è un concetto relativamente fisso, su cui tutti i parlanti più o meno saranno daccordo ad esempio sul significato della parola cane, la connotazione può variare a seconda del contesto, quindi della persona, della cultura, della situazione in cui lenunciato viene prodotto:

Sei un cane! Ti sarò fedele come un cane!

Secondo John Stuart Mill una parola va considerata come connotativa se indica, oltre ad un oggetto, anche le sue proprietà, mentre sarà puramente denotativa se si limita a indicare il solo oggetto oppure soltanto una proprietà.

                                     
  • denotazionale fornisce la denotazione significato di un programma come una funzione che associa l input all output. Per dare una denotazione dei programmi definiti
  • fare un esempio si può distinguere, nella parola volpe, tra due piani: Denotazione si tratta del senso proprio del termine, come si può trovare in un testo
  • chiamati denotazioni che ne descrivono il significato e quindi l esecuzione. In genere questa semantica dev essere composizionale: la denotazione di una
  • ivi compresa qualsiasi espressione linguistica e il referente o denotazione cioè la realtà extralinguistica non importa se contenuto mentale o
  • pubblicata nel 1662. Un ulteriore modifica fu adottata nella forma denotazione - connotazione, da John Stuart Mill nel suo Sistema di logica deduttiva
  • quei sintagmi che si riferiscono ad un oggetto specifico del mondo. Denotazione Connotazione Referente Riferimento linguistica Nome proprio Designazione
  • stata usata da George Kiraz per forgiare il termine garshunografia, ovvero la denotazione della scrittura di un linguaggio nell alfabeto di un altro.
  • come un numero, una curva, una figura, o un teorema Sul piano della denotazione i nomi propri si distinguono, talora si giustappongono e qualche volta
  • riguarda la porzione di realtà indicata, si distingue in genere tra: denotazione ovvero ciò che una parola indica in quanto tale uomo, e il suo significato
  • designati? Ogni segno è legato a qualcosa di designato, la cosiddetta Denotazione Bedeutung ma anche al modo con cui esso è espresso, il Senso Sinn
  • Dizionario di linguistica, ed. Einaudi, Torino, 2004, ISBN 978 - 88 - 06 - 16942 - 8. Denotazione Connotazione Referente Riferimento linguistica Nome proprio Descrizione
  • all altro: se si introduce nel sistema un segno nuovo, lo spazio di denotazione del sistema verrà completamente alterato al limite, una langue di due