Топ-100
Indietro

ⓘ Landi. I Landi, noti nel XII secolo anche come dellAndito, sono unantica famiglia nobile italiana, di origine piacentina, che si segnala tra la fine del Medioev ..




Landi
                                     

ⓘ Landi

I Landi, noti nel XII secolo anche come dellAndito, sono unantica famiglia nobile italiana, di origine piacentina, che si segnala tra la fine del Medioevo e linizio delletà moderna per limportanza politica raggiunta: infatti, riescono ad ottenere il grado di principi sovrani, dipendenti direttamente dal Sacro Romano Imperatore.

                                     

1. Storia

Le origini della casata sono oscure, ma pare accertato che si debbano ricercare nella città di Piacenza. Attenendosi agli Armoriali, la famiglia è originaria di questa città, e attestata in Toscana.

Per quanto riguarda questa zona, potrebbero essere originari di Bobbio, già sede di importanti personalità. Lo stesso cognome, con evidenti varianti fonetiche minime e diffuse tra i cognomi italiani, è riconducibile a Lando, Landini, e per alcuni anche Orlandi. Nel XII secolo, esistono già varie "famiglie" di Landi, di cui nel tempo si sono in parte persi, ed è divenuto difficile ricostruire i legami. Molti Landi ricoprono cariche pubbliche sia in Piacenza sia in altre città, mentre le varie "famiglie" Landi, o i vari rami della famiglia, appaiono dotati di cospicue ricchezze, probabilmente dovute ad attività bancarie.

Quanto alla discendenza che rivelerà poi maggior fortuna, si può citare, nel secolo XIII, un Guglielmo I, che troviamo come podestà di Vicenza e di Milano, mentre suo figlio Giannone diventa podestà di Vercelli. Giannone, a sua volta, è il padre di Guglielmo II e di Ubertino o Umberto. Per intervento di costoro, e di altri parenti, la famiglia, nel corso del XIII secolo, diviene padrona di importanti territori e castelli lungo lAppennino Ligure-Emiliano, in particolare Bardi, Compiano e Borgo Val di Taro; ad essi si riferisce il feudo imperiale costituitosi nel Cinquecento.

Lo Stato Landi, di cui praticamente non viene reso pubblico niente, così come dellomonimo e storico pontefice, pare ben documentato nellArchivio di Stato Vaticano.

Durante il Medioevo, erano già proprietari di buona parte della Val di Taro. Nel 1582, i loro possedimenti passarono nelle mani di Ottavio Farnese, duca di Parma, a causa di una cospirazione, che precedette di trenta anni quella più nota di Sanvitale. Claudio Landi, Principe di Val di Taro, progettò di uccidere Farnese, insieme a Giambattista Anguissola, Gianbattista e Camillo Scotti, ma furono scoperti in tempo. Così, Landi perse tutte le proprietà, e i due complici furono giustiziati.

Landi fu spogliato del suo titolo e condannato a morte nel 1580. Tuttavia, quale principe del Sacro Romano Impero, non erano soggetto alla giurisdizione delle corti ordinarie. Il 27 settembre 1583 ottenne la clemenza di Rodolfo II, che dispose anche la restituzione delle terre loro confiscate, cosa che non avvenne. La figlia Maria Landi, sposò Ercole Grimaldi, Signore di Monaco.

Dopo lassassinio di Ercole nel 1604, Federico Landi, fratello di Maria, divenne il guardiano di Onorato II di Monaco, e sei anni più tardi, reggente di Monaco.

                                     

1.1. Storia Altri rami

Da Fiammingo Landi, figlio di Alberico Castello di Gravago, e nipote di Rodolfo, discese il ramo dei Landi di Cerreto di Zerba che nel secolo XVIII si estinsero nei Beretti variante Beretta -Landi. Da Giannone Landi prese avvio il ramo dei Landi di Compiano. Nel 1687, Corrado e Ippolito dei Landi di Rivalta scambiarono i loro diritti su Bardi e Compiano con il marchesato di Gambaro di Ranuccio II Farnese. Fra le personalità della famiglia Landi:

  • Niccolò Landi
  • Ubertino I: fra i capi dei ghibellini italiani nella seconda metà del XIII secolo, combatté e si imparentò con re Corradino di Svevia, poi servì Manfredi dal quale ebbe vari feudi nel Regno di Napoli, tra cui Acerra
  • Gaspare Landi
  • Salvatore Landi Firenze 1831, ivi 1911, tipografo, maestro di Raffaello Bertieri, fondò e diresse fino alla morte la Tipografia italiana, la tipografia editrice della Gazzetta italiana o meglio Gazzetta dItalia, e la rivista professionale LArte della Stampa.
  • Stefano Landi

Pando, Landolfo, Pandolfo, Atenolfo, e Lando sono rami della stessa famiglia dei Landolfidi nota anche come Atenulfingi.

                                     

2. Esponenti illustri

  • Claudio Landi 1543-1589, 3º principe di Val di Taro
  • Ubertino Landi 1220-1296, feudatario
  • Galvano Landi XV secolo, conte di Bardi
  • Agostino Landi 1500 ca 1555, ambasciatore e marchese di Bardi
  • Ortensio Lando 1510-1558, umanista
  • Manfredo Landi 1429-1488, feudatario
  • Ubertino Landi, letterato
  • Maria Landi?-1599, sposò Ercole di Monaco
  • Obizzo Landi?-1328, feudatario