Топ-100
Indietro

ⓘ Costituzione della Repubblica Slovacca. La Costituzione della Repubblica Slovacca è lattuale costituzione della Repubblica Slovacca. Fu approvata dal Consiglio ..




                                     

ⓘ Costituzione della Repubblica Slovacca

La Costituzione della Repubblica Slovacca è lattuale costituzione della Repubblica Slovacca. Fu approvata dal Consiglio Nazionale slovacco il 1º settembre 1992 e fu firmata il 3 settembre 1992 nella Sala dei Cavalieri del Castello di Bratislava. Entrò in vigore il 1º ottobre 1992.

Lapprovazione della costituzione è ricordata ancora oggi con il Giorno della Costituzione, celebrato il 1º settembre.

                                     

1. Visione dinsieme

Il testo della costituzione è diviso nel preambolo e in 9 parti molte delle quali suddivise in capitoli, che sono a loro volta divise in 156 articoli, che possono dividersi in paragrafi e/o lettere.

  • Preambolo
  • Disposizioni generali art. da 1 a 7
  • Simboli dello Stato art. 8 e 9
  • Capitale della Repubblica slovacca art. 10
  • Prima Parte
  • Diritti economici, sociali e culturali art. da 35 a 43
  • Disposizioni generali art. da 11 a 13
  • Diritto alla protezione giuridica e altre protezioni legali art. da 46 a 50
  • Disposizioni della Prima e della Seconda parte art. da 51 a 54
  • Diritti politici art. da 26 a 32
  • Seconda Parte - Diritti e libertà fondamentali
  • Diritti e libertà fondamentali delluomo art. da 14 a 25
  • Diritto alla protezione dellambiente e delleredità culturale art. 44 e 45
  • Diritti delle minoranze nazionali e dei gruppi etnici art. 33 e 34
  • Tribunale Supremo della Repubblica Slovacca art. da 60 a 63
  • Terza Parte
  • Economia della Repubblica Slovacca art. da 55 a 59
  • Referendum art. da 93 a 100
  • Quarta Parte - Corpi legali auto-governati nessun capitolo, art. da 64 a 71
  • Consiglio nazionale della Repubblica Slovacca art. da 72 a 92
  • Quinta Parte - Potere legislativo
  • Governo della Repubblica Slovacca art. da 108 a 123
  • Sesta Parte - Potere esecutivo
  • Presidente della Repubblica Slovacca art. da 101 a 107
  • Corte costituzionale della Repubblica Slovacca art. da 124 a 140
  • Settima Parte - Potere giudiziario 2 capitoli
  • Ramo giudiziario dello Stato art. da 141 a 148
  • Ombudsman art. 151a
  • Ottava Parte - Carica del Procuratore Pubblico della Repubblica
  • Procuratori Pubblici della Repubblica art. da 149 a 151
  • Nona parte - Disposizioni finali e transitorie nessun capitolo, art. da 152 a 156
                                     

2. Modifiche

Sono necessari tre quinti dei voti del Parlamento per espandere o modificare la Costituzione. Fino ad oggi, essa è stata modificata cinque volte: 1998, 1999, 2001 e due volte nel 2004.

  • Emendamento del 14 luglio 1998: questa fu una modifica minore, che prevedeva per la candidatura a Presidente la proposta di almeno otto membri del Parlamento il Presidente allepoca era eletto dal Parlamento e il trasferimento di alcuni dei poteri presidenziali al Presidente del Parlamento.
  • Emendamento del 4 marzo 2004: piccoli cambiamenti alla Costituzione, dallarticolo 78 paragrafo 2, dove fu omessa lultima frase.
  • Emendamento del 23 febbraio 2001: la maggiore modifica costituzionale, legata al tentativo della Slovacchia di entrare nellUnione europea ad esempio, prevedendo il riconoscimento dei trattati internazionali. Venne anche modificata la legge elettorale, venne introdotto lombudsman, trasferiti i diritti di nominare i giudici a tempo illimitato dal Parlamento al Presidente e altre modifiche in quasi tutte le istituzioni.
  • Emendamento del 14 gennaio 1999: il Presidente non più eletto dal Parlamento, ma dal voto popolare ogni cinque anni. Furono anche modificati i poteri del Presidente le sue relazioni con le altre istituzioni.
  • Emendamento del 5 giugno 2014: modifica in relazione alla definizione giuridica del matrimonio quale "unione tra un uomo e una donna".
  • Emendamento del 14 maggio 2004: modifica in relazione allo svolgimento delle elezioni europee, con laggiunta di una clausola sullincompatibilità fra il mandato parlamentare europeo e quello nazionale. Vennero anche ampliati i poteri della Corte costituzionale, per consentirle di definire costituzionali le elezioni europee.