Топ-100
Indietro

ⓘ Basket Rimini Crabs 2002-2003. In estate il club passa al procuratore sportivo sammarinese Luciano Capicchioni, con Adriano Braschi che rimane comunque alla pre ..




                                     

ⓘ Basket Rimini Crabs 2002-2003

In estate il club passa al procuratore sportivo sammarinese Luciano Capicchioni, con Adriano Braschi che rimane comunque alla presidenza. Il ruolo di allenatore è ricoperto da Tony Trullo, mentre il mercato si apre con gli ingaggi del play oriundo Ciorciari, dellala grande australiana Moore e degli americani Matthews e Fox. Arrivano poi i brasiliani Giovannoni in prestito dalla Benetton Treviso e Marcelinho, entrambi reduci dai Mondiali 2002 dove lo stesso Marcelinho sfiorò i 21 punti di media.

Durante la stagione i Crabs non riescono a decollare e risiedono perlopiù nella seconda metà della classifica, nonostante gli innesti di Miralles e Ingles. Tra novembre e dicembre arrivano sei sconfitte consecutive che inducono Trullo a dimettersi: al suo posto viene chiamato il turco Murat Didin.

Alla fine del mese di febbraio la società si cautela mettendo sotto contratto Derek Hamilton, che scenderà in campo in due sole occasioni a causa del limite di tre extracomunitari a referto.

In un campionato che prevede due retrocessioni, a quattro giornate dal termine i biancorossi occupano addirittura lultimo posto in solitario. La squadra tuttavia riesce ad aggiudicarsi tutte le restanti partite ottenendo la salvezza. Fondamentale a tal proposito il match interno della penultima giornata vinto allultimo minuto contro la diretta concorrente Capo dOrlando canestro determinante di Moore a 37 secondi dal termine.