Топ-100
Indietro

ⓘ Alemannia. Alamannia o Alemannia oppure Alemagna o Alamagna fu il territorio abitato dagli Alemanni dopo che essi avevano attraversato il confine ed erano penet ..




Alemannia
                                     

ⓘ Alemannia

Alamannia o Alemannia oppure Alemagna o Alamagna fu il territorio abitato dagli Alemanni dopo che essi avevano attraversato il confine ed erano penetrati nella provincia Germania Superior nel 213. Nello stesso periodo e spesso congiuntamente agli Alamanni, arrivarono entro i confini dellimpero romano anche unaltra popolazione germanica, i Suebi o Svevi. Gli stati germanici formatisi dalla confederazione alemannica ricevettero durante il lento processo di disgregazione dellimpero romano il nome di Alemannia, mentre il termine Svevia fu spesso usato per indicare la regione Alemannia soprattutto tra il X e il XIII secolo e ancora è usato per indicare la regione nel periodo storico su citato.

La regione storica dellAlemannia è divisa tra quattro differenti nazioni: Francia Alsazia, con Strasburgo, Germania Svevia e parte della Baviera, con Augusta, Svizzera la zona di Basilea del lago di Costanza e Austria il Vorarlberg.

                                     

1. Ducato Merovingio

A seguito della decadenza di Roma, gli Alamanni furono governati da re che erano sempre più indipendenti, sino al 496, anno in cui gli Alamanni furono sconfitti dal re dei Franchi, Clodoveo I alla battaglia di Tolbiac, che li costrinse ad abbandonare le sponde del Reno e a chiedere la protezione del re degli ostrogoti, Teodorico il Grande, ma dopo la sua morte lAlamannia fu assoggettata dai re dei Franchi dAustrasia Teodorico I e Teodeberto I, che, nel 539, portò a termine la conquista, creando un ducato soggetto al re dAustrasia.

LAlamannia fornì truppe ausiliarie allesercito dei Franchi e fu governata da duchi di origine franca. Fu inoltre cristianizzata in breve tempo attorno al VI secolo ad opera principalmente dellabate San Colombano e lopera missionaria evangelizzatrice iniziata dallAbbazia di Luxeuil, e proseguita con le sue fondazioni monastiche che si irradiavano nel territorio e da parte di altri monaci colombaniani, e fra quelle più importanti spicca quella del monaco e compagno di Colombano San Gallo.

Dopo la morte del re merovingio Dagoberto I, nel 638, il ducato dAlamannia, come il Ducato di Baviera, il Ducato dAquitania, e il Ducato di Bretagna, sciolse il suo legame con il regno dei Franchi e raggiunse lindipendenza sino alla prima metà dellVIII secolo, quando gli Arnolfingi, in qualità di Maggiordomi di palazzo, ridussero lAlamannia nuovamente ad una provincia del regno dei Franchi. Infatti tra il 709 e il 712, Pipino di Herstal combatté contro Lantfrid, il duca di Alamannia, che aveva fatto redigere un primo codige di leggi le Lex Alamannorum e poi, nel 743, Pipino il Breve e Carlomanno condussero una campagna per ridurre in soggezione lAlamannia, che si concluse, nel 746, con il concilio di Cannstatt, dove la maggioranza dei nobili alamanni furono convocati e, a tradimento, fatti prigionieri, condannati a morte per tradimento e giustiziati. Da quel momento lAlamannia divenne una provincia del regno franco.

                                     

1.1. Ducato Merovingio Duchi Merovingi

  • Gunzo 613
  • Uncilin 588–607
  • Gotfrid sino al 709
  • Butilin 539–554
  • Chrodobert 630
  • Haming 539–554
  • Magnachar 565 diocesi di Avenches
  • Leuthari I prima 552–554
  • Leuthari II 642
  • Willehari 709–712 in Ortenaukreis
  • Lantfrid 709–730
  • Theudebald 709–744
  • Vaefar 573 diocesi di Avenches
  • Leutfred I sino al 588
  • Lantachar fino al 548 diocesi di Avenches
  • Theodefrid
                                     

2. Regno Carolingio

Nel periodo carolingio il regno di Alemannia fu governato direttamente dalla famiglia reale, alla morte di Pipino il Breve, andò al figlio, Carlomanno I e, dopo la morte 771 di questultimo, andò a Carlo Magno, che la governò assieme al figlio secondogenito, Carlo, dal 784 sino alla morte del figlio 811. Alla dieta di Aquisgrana 817, il regno di Alemannia toccò a Lotario I, il futuro imperatore, ma nell829, alla dieta di Worms, lAlemannia fu destinata allultimo figlio di Ludovico il Pio, Carlo il Calvo, con il titolo di duca in sottordine al fratello Lotario. Comunque, durante il regno di Ludovico il Pio, vi furono nuovamente ambizioni di indipendenza che portarono a degli scontri, specialmente nell830; la pace che seguì, portò ad una diminuzione del potere del co-imperatore Lotario e vantaggi territoriali ai tre fratelli, Pipino di Aquitania, Ludovico II il Germanico e Carlo il Calvo che, oltre allAlemannia, ricevette la Provenza, la Borgogna e la Gotia attuali Linguadoca e Catalogna settentrionale. LAlemannia continuò ad essere contesa e Ludovico il Germanico la invase due volte nell832 e nell838.

Nella terza e ultima divisione, dopo la morte di Ludovico il Pio, il regno di Alemannia, col Trattato di Verdun, dell843, entrò a far parte del regno dei Franchi orientali precursore del futuro regno di Germania, affidato al terzogenito di Ludovico il Pio, Ludovico II il Germanico. E, alla sua morte passò al figlio, Carlo il Grosso, e quando divenne imperatore, lAlemannia divenne il centro dellimpero, ma dopo la deposizione di Carlo il Grosso 887, il regno dAlemannia, in quanto parte del regno dei franchi orientali, fu ancora governato dai carolingi per circa un ventennio, prima Arnolfo di Carinzia e poi il figlio, Ludovico IV il Fanciullo, col quale lAlemannia divenne un ducato autonomo.

Il ducato occupava unarea che si estendeva dal lago di Costanza alla foresta Nera, incluso il corso superiore del Reno e una parte dellaltopiano svizzero tra il Giura le Alpi. Comunque dal X secolo il ducato cominciò ad essere chiamato Ducato di Svevia.