Топ-100
Indietro

ⓘ Vinod Mishra. Nel 1975, dopo la morte di Jahuar, Mishra divenne segretario generale del Partito ora conosciuto come Partito Comunista dIndia marxista-leninista ..




                                     

ⓘ Vinod Mishra

Nel 1975, dopo la morte di Jahuar, Mishra divenne segretario generale del Partito ora conosciuto come Partito Comunista dIndia marxista-leninista Liberazione). Egli cominciò a rivedere la linea di Majumdar, eliminandone gli aspetti più estremisti e riformulandola in chiave moderata. In particolare, promosse la formazione di organizzazioni di massa egemonizzate dal Partito, che erano state rifiutate da Majumdar.

Mishra lavorò subito per promuovere la convocazione del II Congresso del Partito, che si tenne clandestinamente in un villaggio del distretto di Gaya nel febbraio 1976: il Congresso lo confermò segretario generale e accettò le sue riforme. Nel 1977, venne lanciata la campagna di rettifica, durante la quale la linea di Mishra venne implementata in tutto il Partito.

Durante uno scontro a fuoco con la polizia il 2 gennaio 1979, a Badpathujote, Mishra fu gravemente ferito, ma fu salvato dallintervento di alcuni compagni. Rimessosi, fu in grado di visitare, nello stesso anno, la Repubblica Popolare Cinese, dove incontrò alcuni dirigenti del Partito Comunista Cinese. La progressiva ascesa di Deng Xiaoping condusse Mishra a rivedere anche la linea ideologica del Partito, allontanandosi da alcune posizioni del maoismo e avviando una critica della Rivoluzione Culturale.

Nel 1983, Mishra sposò una militante di base di Calcutta di nome Shikha, dalla quale ebbe un figlio, Rahul. Come il precedente matrimonio, tuttavia, anche questo fu di breve durata per via dellintensa attività politica di Mishra.

Durante il IV Congresso del gennaio 1988, Mishra avanzò lipotesi di un vasto fronte unito per la rivoluzione democratica popolare da contrapporre al Fronte della Sinistra, egemonizzato dal Partito Comunista dIndia Marxista. Anni dopo, Mishra cominciò a proporre lunità dei comunisti rivoluzionari indiani in un unico partito che avesse come proprie basi il marxismo e la rivoluzione democratica popolare, sulla base del Partito Comunista del Nepal marxista-leninista unificato; sempre in questo periodo, cominciò a criticare in articoli e saggi certe fasi della leadership di Stalin e Mao.

Nel 1991, Mishra si sposò per la terza volta, con un membro del Comitato Centrale, Kumudini Pati, dalla quale ebbe un secondo figlio, Roza. Questa volta, il matrimonio durò stabilmente.

Durante una seduta del Comitato Centrale del 1998, Mishra ebbe un attacco cardiaco. Messosi a letto, ordinò che la seduta andasse avanti senza di lui; morì poche ore dopo. Successivamente, il Comitato Centrale elesse Dipankar Bhattacharya già segretario generale del Fronte Popolare Indiano nuovo segretario del Partito.

Attualmente, Mishra è considerato dal Partito Comunista dIndia marxista-leninista Liberazione come il supremo architetto della ripresa e del risorgimento storici del Partito ".