Топ-100
Indietro

ⓘ Tsutomu Miyazaki è stato un serial killer giapponese. È anche conosciuto come lassassino Otaku, Dracula e lassassino di bambine. È stato condannato a morte per ..




Tsutomu Miyazaki
                                     

ⓘ Tsutomu Miyazaki

Tsutomu Miyazaki è stato un serial killer giapponese.

È anche conosciuto come lassassino Otaku, Dracula e lassassino di bambine. È stato condannato a morte per impiccagione.

                                     

1. Biografia

Nato prematuro, Miyazaki soffriva di una deformazione permanente alle mani, che risultavano saldate ai polsi. Questo handicap gli impediva di piegare le mani verso lalto e lo costringeva a muovere lavambraccio per poter ruotare la mano. A causa di questa deformità venne ostacolato nellapprendimento durante il periodo in cui frequentò la Scuola elementare Itsukaichi, venendo di conseguenza emarginato.

Nonostante questi problemi fu uno studente modello, fino a quando il suo rendimento scolastico non subì un brusco calo nel momento in cui iniziò a frequentare le scuole private medie e superiori Meidai Nakano. Questo calo di rendimento non gli consentì di essere ammesso allUniversità Meiji. Invece di studiare inglese per poter a sua volta diventare un insegnante, come era nelle sue ambizioni, fu costretto a frequentare ununiversità biennale locale per diventare foto-tecnico.

                                     

2. Lattività da serial killer

Tra il 1988 e il 1989 Miyazaki uccise e mutilò 4 bambine di età compresa tra i 4 e i 7 anni violentandone poi i cadaveri. Inoltre bevve il sangue delle bambine e mangiò la mano di una delle vittime, che furono scelte casualmente. Dopo aver commesso i crimini egli terrorizzava le famiglie, inviando loro lettere in cui descriveva esplicitamente, nel dettaglio, ciò che aveva fatto alle loro figlie.

Il primo cadavere lo lasciò decomporre sulle colline vicino a casa sua, conservandone però i piedi le mani che vennero recuperati dopo il suo arresto; in un altro caso carbonizzò le ossa nel suo forno, inviandone le polveri in una scatola alla famiglia insieme a foto raffiguranti i vestiti, alcuni denti e una cartolina con scritto: "Mari. Cremato. Ossa. Indagare. Dimostrare". La polizia riscontrò che tutte le famiglie erano state disturbate da strane chiamate, in cui linterlocutore presumibilmente Miyazaki non parlava, ma restava in linea per anche 20 minuti.

                                     

3. Arresto

Il 23 luglio 1989, durante il tentativo di violentare una ragazza con lobiettivo di una macchina fotografica, Miyazaki venne aggredito dal padre della ragazza e costretto a fuggire a piedi. Venne catturato dalla polizia mentre cercava di recuperare la sua auto. Durante una perquisizione nella sua abitazione la polizia trovò 5763 videocassette contenenti video pornografici, alcuni raffiguranti le sue vittime, e numerose fotografie sempre raffiguranti le sue vittime. È stato riferito dalla polizia anche che Miyazaki era un appassionato di film horror e che aveva unampia collezione sul genere. Lispirazione per i suoi delitti è stata presa dalla serie cinematografica Guinea Pig, in particolare dal secondo film della serie intitolato "Flower of flesh and blood".

Nonostante le perquisizioni le prove a suo carico Miyazaki è sempre rimasto indifferente allarresto. A partire dal 1989 è stato ribattezzato lassassino otaku. I suoi efferati omicidi hanno scatenato un panico morale in Giappone nei dintorni della città dove commise i delitti. Tuttavia i pareri su parte della vicenda sono contrastanti; ad esempio quando vennero trovati numerosi video pornografici nella sua abitazione lo scrittore giapponese Eiji Otsuka sospettò che si trattasse di una manipolazione del fotografo, in quanto la gente voleva capire lassassino tramite i propri valori. Anche Fumiya Icihashi disse che le prove potevano esser state manipolate dalla polizia che voleva incastrare Miyazaki per la serie di omicidi.

Dopo larresto del figlio, il padre di Miyazaki, che aveva rifiutato di sostenere le spese legali, si suicidò nel 1994.



                                     

4. Processo e condanna

Il processo iniziò il 30 marzo 1990. Durante liter processuale limputato intervenne spesso con affermazioni prive di senso. Egli scaricò la responsabilità delle sue atrocità su un uomo-ratto suo alter ego Rat-Man, un personaggio che disegnò spesso sotto forma di cartone per la corte.

A partire dal 1990 Miyazaki è sempre rimasto rinchiuso in carcere, e la Prefettura di Saitama impose di sottoporlo a valutazioni psichiatriche. I vari gruppi di medici che lo visitarono gli diagnosticarono una forte schizofrenia o dei disturbi dissociativi dellidentità. Nonostante questa valutazione il tribunale distrettuale di Tokyo ritenne che limputato fosse ancora in grado di comprendere la gravità delle azioni che stava commettendo, e pertanto lo condannò a morte per impiccagione il 14 aprile 1997. Il 28 giugno 2001, lAlta Corte di Tokyo ha confermato la sua condanna a morte.

Miyazaki ha definito i delitti commessi "un buon lavoro" e non si è mai pentito né ha chiesto scusa.

Prima della sua morte il killer Kaoru Kobayashi ha definito se stesso "come il futuro Tsutomu Miyazaki", tuttavia Miyazaki ha affermato di non essere daccordo che Kobayashi si paragonasse a lui quando non era stato sottoposto neanche a un esame psichiatrico.

Il ministro della giustizia Kunio Hatoyama ha firmato il suo mandato di morte, e limputato è stato messo a morte per impiccagione il 17 giugno 2008. Secondo il New York Times la sua esecuzione è collegata al massacro di Akihabara.

                                     
  • di Ognissanti. Tsutomu Hata, politico giapponese Tsutomu Hioki, astronomo giapponese Tsutomu Kitagawa, attore giapponese Tsutomu Miyazaki serial killer
  • Satoshi Miyazaki maestro di karate giapponese Hidetaka Miyazaki autore di videogiochi giapponese Tsutomu Miyazaki serial killer giapponese Miyazaki
  • il termine otaku. Nel 1989 ha scritto un saggio sul serial killer Tsutomu Miyazaki intitolato M no jidai Mの時代? Otaku no kenkyū おたく の研究? Indagine
  • libri su alcuni noti serial killer giapponesi, come Norio Nagayama, Tsutomu Miyazaki Fusako Sano e Futoshi Matsunaga, e sulla criminalità in generale
  • 1933 per aver ucciso almeno 25 bambini in affidamento. Serial killer Tsutomu Miyazaki Seito Sakakibara Sataro Fukiage Hu Wanlin Yang Xinhai Altri progetti
  • Kakuei Tanaka Carlos Ghosn Norio Nagayama impiccato il 1º agosto 1997 Tsutomu Miyazaki impiccato il 17 giugno 2008 Masahiro Kanagawa impiccato il 21 febbraio
  • collezione di quasi seimila videocassette del serial killer giapponese Tsutomu Miyazaki Negli Stati Uniti, l esplosione del fenomeno avviene nel 1991 quando
  • lavorative in cui era costretto ad operare, e dei più giovani colleghi Tsutomu Shibayama e Osamu Kobayashi. Affiliato alla Tokyo Movie, lo studio accolse
  • Kurumi Mamiya Miyu Matsuki Yōko Matsuoka Tomomi Matsuyama Kaya Miyake Yūko Miyazaki Sanae Miyuki Hisayo Mochizuki Aiko Mori Minako Moto Kaori Motoi Mariko