Топ-100
Indietro

ⓘ Arthur Crudup. Arthur William Crudup è stato un musicista statunitense, padre del Rock ’n’ Roll. Crebbe in una famiglia nella quale una vita senza musica era im ..




                                     

ⓘ Arthur Crudup

Arthur William Crudup è stato un musicista statunitense, padre del Rock ’n’ Roll. Crebbe in una famiglia nella quale una vita senza musica era impensabile. Suo padre suonava la chitarra alla sera e sua madre, anchella musicista, regolarmente riempiva la casa col suo canto.

Il futuro" Padre del Rock n Roll”, interessato così alla musica fin dalla tenera età, iniziò a cantare nel coro della chiesa e in vari cori gospel.

Nel 1916 i Crudup si trasferirono a Indianapolis e Arthur, appena quattordicenne, iniziò a lavorare in fabbrica. Quando, dieci anni dopo, la famiglia si trasferì nuovamente a Forest, Arthur si guadagnava ancora il pane quotidiano con duri lavori di manovalanza, per una compagnia ferroviaria, come raccoglitore di cotone e mugnaio. È in questi tempi duri che si autosoprannomina" Big Boy” e coi risparmi si acquista una sua chitarra. Lascia la casa paterna per tentare la fortuna suonando alle feste nei pressi del delta del Mississippi e come musicista di strada. È così che, ormai trentaduenne, sente per la prima volta alcuni dei più grandi bluesman: Big Bill Broonzy, Lonnie Johnson, Tampa Red e Memphis Slim.

La sua carriera decolla nel 1939 quando arriva Chicago e fa conoscenza col produttore Lester Melrose. Melrose vede in Arthur il talento che in qualche anno trasformò il Blues per forgiare un nuovo genere, ancor più dinamico del Rythm n Blues: il Rock n Roll. Nel 1941 incomincia le sue prime incisioni negli studi della RCA per letichetta Bluebird. Nonostante il grande talento i guadagni non sono molti, così torna al Sud a lavorare per mantenere sua moglie e i suoi nove figli, e nel 1947 abbandona il suo produttore che lo pagava sempre più saltuariamente.

La sua musica ebbe grande successo dopo la Seconda Guerra Mondiale quando scoppiò il Rhythm n Blues. Tornò così a esibirsi, stabilmente con Alec Miller alias Sonny Boy Williamson II e Elmore James, e collaborare con Nat King Cole.

Arthur Big Boy Crudup morì il 28 marzo 1974 a Nassawadox in Virginia un anno dopo che uscito il film documentaristico Arthur Crudup - Born In The Blues.