Топ-100
Indietro

ⓘ Bande di motociclisti. Le bande di motociclisti sono delle associazioni di appassionati riunite in uno o più club di motociclisti dove spesso, per poter condurr ..




Bande di motociclisti
                                     

ⓘ Bande di motociclisti

Le bande di motociclisti sono delle associazioni di appassionati riunite in uno o più club di motociclisti dove spesso, per poter condurre un determinato stile di vita, si conducono azioni criminali e delinquenziali di vario tipo.

Il fenomeno è nato negli Stati Uniti dAmerica poco dopo il termine della seconda guerra mondiale - ma poi diffussosi in molti Stati del mondo - tali aggregazioni sono formate da soggetti che utilizzano principalmente Harley-Davidson o altri chopper, sono raggruppati in Motocycle Clubs. La maggior parte degli appartenenti ai Motorcycle Clubs statunitensi sono indicati anche con il termine onepercenters a seguito di un fatto realmente accaduto negli USA nel secondo dopoguerra.

                                     

1. Storia

Durante il fine settimana del 4 luglio 1947, nella cittadina di Hollister in California mentre si teneva un raduno di motociclisti, alcuni gruppi ospitati senza apparente motivo incominciarono a provocare disordini spaventando gli abitanti della cittadina. In breve le risse e i disordini coinvolsero gran parte dei motociclisti intervenuti, ormai quasi tutti in preda allalcool e alleccitazione. Solo lintervento della polizia proveniente da varie contee limitrofe riuscì a riportare lordine pubblico nella cittadina. In realtà, i disordini un paio di corse in strada e una vetrina rotta si verificarono dopo che ad alcuni gruppi di motociclisti fu vietato lingresso al raduno.

A seguito dellaccaduto, la stampa diede ampio spazio allavvenimento tanto da indurre lAmerican Motorcyclist Association a diffondere una dichiarazione ufficiale in proposito. Nel testo lA.M.A. affermava che il 99% dei motociclisti erano brave persone che rispettavano la legge, mentre solo lun percento di essi viene definito "fuorilegge". A quel punto molti membri di club iniziarono a fregiarsi di un piccolo stemma che riportava un "1%" cucito in un rombo, e a dichiararsi per lappunto "Onepercenters", e cioè a riconoscersi proprio in quella percentuale di facinorosi da cui lassociazione motociclistica voleva prender le distanze. In quegli anni infatti, tutti i club affiliati allA.M.A. usavano portare anche loro una "back patch" sulla schiena, la cui forma era assolutamente libera e piuttosto simile ad un logo unico, con lindicazione del nome del club, il logo vero e proprio e la località di provenienza, scritti senza particolari regole. Tale idea fu realmente messa in atto grazie alliniziativa di Sonny Barger - presidente della sezione di Oakland degli Hells Angels - che nel 1959 convocò una delle prime "riunioni generali" di tutti i vari "club fuorilegge" dellepoca, proprio al fine di costituire una gigantesca e compatta unione dei suddetti club "Onepercenters" in opposizione allA.M.A. Tuttavia allinizio degli anni ottanta anche alcuni hanno dichiarato la loro estraneità ad attività criminali.

                                     

2.1. Caratteristiche La filosofia di vita

Gli appartenenti a tali gruppi coltivano una filosofia basata sulla fratellanza, lonore, il rispetto, lo spirito di corpo che unisce i membri dello stesso club, e lorgoglio di indossare i simboli di un club.

                                     

2.2. Caratteristiche La Back Patch

La "Back Patch" anche chiamata "back colors" o semplicemente "colori", è la toppa che si cuce sulla schiena dei gilet dei motociclisti che appartengono ad un MC Motorcycle Club. La tipica forma della suddetta toppa ha le stesse origini del nome "one percenters", e cioè risale a fatti di Hollister California.

I primi "onepercenters" vollero differenziarsi dalla maggior parte dei motociclisti, e decisero di tagliare la propria back patch in tre pezzi, indossandola così con il nome del club, il logo, e la località di provenienza in modo separato. I tre pezzi assunsero pertanto nomi specifici: il "Top Rocker" era la toppa superiore, curva, che riportava il nome del club; il "Bottom Rocker" era la toppa curva inferiore, che riportava la località di provenienza la città lo stato, l"MC Rocker" riportava la dicitura "MC". Al centro era cucita la grande toppa con il logo del club MC.

                                     

3. Attività criminali nel mondo

In molti Stati del mondo sono spesso associati alla figura di banda criminale; nei paesi della penisola scandinava e in Danimarca negli anni 1990 furono protagonisti di alcuni scontri conosciuti come Grande Guerra Biker Del Nord.

                                     

3.1. Attività criminali nel mondo Australia

In Australia le cronache hanno riportato del loro coinvolgimento nel traffico di droga, tanto che nel 2007 il primo ministro dellAustralia meridionale annunciò severe disposizioni di legge contro tali bande.

                                     

3.2. Attività criminali nel mondo Canada

In Canada sono coinvolti nel traffico di droga e hanno stretto alleanze con la famiglia mafiosa dei Rizzuto che negli ultimi anni avrebbe creato un consorzio criminale nel paese includendo gruppi criminali di diversa provenienza etnica.

                                     

3.3. Attività criminali nel mondo Stati Uniti dAmerica

Spesso le cronache hanno riportato fatti di violenza dove sono implicate diverse bande; come ad esempio lo scontro a fuoco tra due formazioni avvenuto a Waco in Texas nel 2015 ove 9 persone furono uccise e 18 rimasero ferite.

                                     

4. Nella cultura di massa

  • Dai fatti di Hollister è stata tratta lispirazione per il famoso film Il selvaggio The Wild One del 1953, interpretato da Marlon Brando e Lee Marvin. Nel film, in bianco e nero, Johnny Marlon Brando guida in realtà una Triumph 650cc Thunderbird, sul cui fanale legherà il trofeo rubato ad una gara ufficiale organizzata dallA.M.A. Chino Lee Marvin il capo dei "Beetles", guida invece una vecchia Harley-Davidson.
  • Il club di cui Marlon Brando è il capo si chiama "B.R.M.C.", ed ha come back patch un teschio su due pistoni incrociati, alla foggia dei pirati. Nel film, un motociclista ne spiega il significato come "Banda Ribelle Motociclistica", mentre la sigla in inglese significa "Black Rebel Motorcycle Club".
  • La serie televisiva Sons of Anarchy ha come protagonista un club di motociclisti, il Sons of Anarchy Motorcycle Club.
                                     
  • grande guerra biker del nord indica un conflitto armato tra alcune bande di motociclisti che durò dal 1994 al 1997 in alcuni Stati della scandinavia. Furono
  • orientale, sulla scia della guerra dei motociclisti nel Quebec. La maggior parte delle bande di motociclisti sono composte da famiglie allargate o da
  • Tanaka. La storia è ambientata a Hiroshima dove imperversano alcune bande di motociclisti tra cui la banda Gokurakuchou lett: Farfalle del Paradiso nella
  • raggiungere la meta sfuggendo alla carenza di cibo, alle malattie e soprattutto alle terribili bande di motociclisti Per farlo non ha a disposizione nessun
  • letteralmente club motociclistico angeli dell inferno è un club di motociclisti nato negli Stati Uniti d America diffusa in tutto il mondo, i cui membri
  • Giappone, le bande di teppisti motorizzati o mototeppisti che, solitamente in groppa alle loro moto, più raramente le automobili, sfrecciano di notte nella
  • quando alcuni di questi capitoli passarono all Outlaws. I restanti diventarono membri degli Hell s Angels o ad altri gruppi motociclisti dell Ontario.
  • romanzo è un thriller che coinvolge una banda di motociclisti A Montréal alcune pericolose bande di motociclisti si affrontano in una cruenta guerriglia che
  • statunitense, il termine ricorre infine riguardo agli aderenti a talune bande di motociclisti bikers che fanno capo agli Hells Angels o al gruppo denominato