Топ-100
Indietro

ⓘ Vladimir Aleksandrovič Romanov. Durante il viaggio attraverso la Germania con la sua famiglia nel mese di giugno 1871, il granduca Vladimir incontrò la duchessa ..




Vladimir Aleksandrovič Romanov
                                     

ⓘ Vladimir Aleksandrovič Romanov

Durante il viaggio attraverso la Germania con la sua famiglia nel mese di giugno 1871, il granduca Vladimir incontrò la duchessa Marie Alexandrine di Mecklenburg-Schwerin 14 maggio 1854-6 settembre 1920, figlia del Federico Francesco II, granduca di Mecklenburg-Schwerin e Augusta di Reuss-Köstritz. Al fine di sposare Vladimir, Maria ruppe il suo fidanzamento con il principe Giorgio di Schwarzburg, ma ha rifiutato di cedere sulla conversione necessaria alla religione ortodossa. Ciò portò un ritardo delle nozze di due anni. Infine, lo zar Alessandro II acconsentì al rispetto di Maria per la sua fede luterana, permettendo a Vladimir di sposarla senza perdere i suoi diritti al trono russo. Il fidanzamento è stato annunciato nel mese di aprile 1874.

Le nozze vennero celebrate il 28 agosto 1874 a San Pietroburgo: Maria era una pronipote della granduchessa Elena Pavlovna Romanova, figlia dellimperatore Paolo di Russia e, dopo la conversione allortodossia, assunse il nome di Maria Pavlovna. La loro residenza a San Pietroburgo era diventata il cuore della vita sociale della città. Ebbero un matrimonio lungo e felice.

La coppia ebbe cinque figli:

  • Elena 1882-1957
  • Andrej 1879-1956
  • Kirill 12 ottobre 1876-12 ottobre 1938
  • Aleksandr 31 agosto 1875 - 16 marzo 1877
  • Boris 1877-1943

Kirill sposò nel 1905 la cugina Vittoria Melita di Sassonia-Coburgo-Gotha, figlia della sorella del padre e del fratello della madre della zarina, dopo il suo divorzio dal fratello della zarina, il granduca Ernesto Luigi dAssia. Questo matrimonio fu disapprovato dallo Zar, sobillato dalla moglie, e Kirill fu privato dei suoi titoli imperiali e del suo posto nellesercito, creando attriti tra Nicola II e lo zio Vladimir. Solo dopo la morte del granduca Vladimir nel 1909 Kirill, divenuto terzo in linea di successione al trono, venne reintegrato.

                                     

1. Carriera

Vladimir occupò importanti cariche militari durante i tre regni. Ha combattuto nella guerra russo-turca 1877-1878, insieme al padre e ai fratelli Alessandro e Sergej. Ha combattuto contro le truppe turche prendendo il comandante del XII corpo dellesercito russo. Tuttavia la sua carriera militare lo interessava poco rispetto larte e la letteratura. Nel 1880, il padre lo ha nominato Presidente dellAccademia Imperiale di Belle Arti. È stato anche membro dellAccademia delle Scienze e del Museo Rumyantsev. Il granduca Vladimir era nella capitale imperiale quando suo padre è stato ucciso e fu lui ad annunciare la morte del padre al popolo. Vladimir ereditò la biblioteca personale del padre. Dopo la rivoluzione russa questi libri sono stati venduti in modo casuale e attualmente fanno parte di diverse collezioni universitari americane.

Anche se tra Alessandro III e Vladimir non correva buon sangue e cera una rivalità tra le loro mogli, lo zar promosse la carriera di suo fratello. Il giorno dopo la morte del padre Vladimir venne nominato Governatore di San Pietroburgo. Servì nel Consiglio di Stato e ha presieduto la commissione ufficiale che ha supervisionato la costruzione della Cattedrale di San Salvatore, costruita tra il 1883 e il 1907 sul sito dellassassinio di suo padre.

È stato un famoso mecenate. Ha frequentato molti artisti e raccolto una preziosa collezione di dipinti e vecchie icone. In seguito si interessò del balletto. Egli ha finanziato il tour di Diaghilev Balletti Russi.