Топ-100
Indietro

ⓘ Fika, sociologia. La fika è una tradizione quotidiana in Svezia, che costituisce unistituzione sociale in cui si beve un caffè, solitamente accompagnato da un d ..




Fika (sociologia)
                                     

ⓘ Fika (sociologia)

La fika è una tradizione quotidiana in Svezia, che costituisce unistituzione sociale in cui si beve un caffè, solitamente accompagnato da un dolce, insieme ai colleghi di lavoro durante una pausa oppure con gli amici o la famiglia.

La Svezia è tra i maggiori paesi consumatori di caffè al mondo e la pratica di prendersi una pausa caffè insieme ad altre persone, almeno due volte al giorno in genere alle ore 10:00 e alle 15:00, è molto importante nello stile di vita svedese.

                                     

1. Etimologia

Durante la storia svedese, il consumo del caffè venne vietato in più occasioni, tra cui un editto del 1764 emanato da re Gustavo III, nel 1794 e fino agli anni 1820. Nonostante il divieto, il caffè continuò ad essere bevuto in Svezia.

La parola svedese fika deriva da uno slang svedese del XIX secolo dove le sillabe di una parola vengono invertite in una metatesi: fika deriva infatti da kaffi, termine svedese arcaico che indica il caffè oggi kaffe. È in uso anche il termine fik, derivato per elisione da fika.

                                     

2. Tradizione

Una fika tradizionale consisteva originariamente in un assaggio di sette biscotti fatti in casa, ed era considerata una sorta di competizione fra i partecipanti per premiare chi avesse preparato quelli migliori.

Negli anni 1940 si diffuse tra le famiglie svedesi il ricettario Sju Sorters Kakor Sette tipi di biscotti, che rapidamente entrò a far parte della cultura culinaria svedese. Si dice che ogni famiglia ne possieda almeno quattro copie, alcune delle quali ereditate da parenti, e che sia uno dei libri più influenti in Svezia, anche più della Bibbia.

Nei tempi moderni la tradizione dei sette biscotti è andata scomparendo, ma il rituale del socializzare bevendo il caffè è un rituale consolidato in Svezia. Molte aziende svedesi obbligano i propri dipendenti ad effettuare la fika, offrendo loro anche bevande calde al fine di aumentare il benessere lavorativo e, conseguentemente, anche la produttività aziendale. La tradizione è anche utilizzata come strategia di marketing: lIKEA, nota azienda svedese di arredamento, ha infatti esportato questa tradizione in tutto il mondo nei suoi negozi e i possessori della carta fedeltà possono consumare senza limiti e gratuitamente il caffè svedese nelle aree di ristorazione interna.

In Danimarca esiste una tradizione ottocentesca simile chiamata Sonderjysk Kaffebord tavolino da caffè dello Jutland Meridionale, in cui vengono serviti 21 tipi di torte sette secche, sette dolci e sette torte dure accompagnate dal caffè.

                                     

3. Tipologia

Sebbene la fika possa implicare "prendersi una pausa dal lavoro", spesso in questo caso si usa il termine, più enfatico, fikapaus pausa caffè o fikarast break per la fika; le parole kaffepaus e kafferast vengono usati come sinonimi. Fika può anche significare semplicemente prendere un caffè con un amico al bar. Il termine implica bere caffè, quindi mangiare un tramezzino al bar non è fika ; daltro canto è comune bere del tè, mentre i più giovani possono bere limonata drink analcolici o latte al posto del caffè. Nonostante questo, una vera fika richiede il caffè.

Esiste anche la parola composta fikabröd letteralmente "pane per la pausa caffè", che indica linsieme di biscotti, dolci e paste che tradizionalmente vengono mangiati insieme al caffè; le paste non dolci di solito non sono incluse sebbene possano essere mangiate insieme al caffè. Fika è usato anche come nome per indicare fikabröd e caffè insieme.

Nella parte settentrionale della Svezia e in alcune aree rurali, il fika può significare il caffè preso da solo, senza nientaltro: Ta en kopp fika "bere un caffè".