Топ-100
Indietro

ⓘ Unità di misura dellantica Grecia. Si elencano le principali unità di misura in uso nellantica Grecia, soprattutto ad Atene. I valori di queste unità variavano ..




                                     

ⓘ Unità di misura dellantica Grecia

Si elencano le principali unità di misura in uso nellantica Grecia, soprattutto ad Atene. I valori di queste unità variavano infatti a seconda delle regioni greche e a seconda dellepoca; i rapporti fra queste misure, tuttavia, rimanevano generalmente gli stessi in tutto il mondo greco.

                                     

1. Lunghezza

Le misure greche di lunghezza erano basate sulle parti del corpo, come il piede o la falange di un dito, e sui loro rapporti. I valori assegnati a queste unità variavano a seconda della località e dellepoca: ad esempio, a Egina un piede o ποῦς valeva allincirca 0.333 m, mentre ad Atene Attica valeva circa 0.296 m.

                                     

2. Volume

Nellantica Grecia le misure di capacità variavano a seconda che fossero destinate ai liquidi μέτρα ὑγρά o ai solidi, ossia alle sostanze "secche" μέτρα ξηρά, ed erano utilizzate per misurare rispettivamente il vino e il grano. In entrambi i casi lunità di misura era la stessa, il cotile in lingua italiana anche "cotila", al femminile il cui valore assoluto variava da una località allaltra da 210 mL a 330 mL

                                     

3. Pesi e monete

In molte civiltà i pesi sono stati associati con la moneta allorché la moneta corrispondeva a quantità ben precise di un determinato metallo. Così, per esempio, la sterlina inglese è stata a lungo sia ununità di peso che ununità di valuta. Anche il sistema monetario greco era fondato sul peso in metallo della moneta, le unità ponderali greche hanno condiviso il nome con le monete greche, per quanto lorigine delle unità ponderali greche sia ancora discussa. Come per tutte le altre unità, nellantica Grecia il valore era differente a seconda delle località e delle epoche.

                                     

3.1. Pesi e monete Peso

Cerano due unità di misura ponderali che dominavano nel Mediterraneo orientale: una originata nellEubea, e che di conseguenza fu assunta nellAttica da Solone, e una unità originata in Egina. I pesi che sono stati recuperati dagli storici e dagli archeologi mostrano variazioni considerevoli dalle unità teoretiche. Una tavola delle unità dedotte dalla teoria è la seguente:

                                     

3.2. Pesi e monete Moneta

Lunità fondamentale del sistema monetario ateniese era lobolo:

                                     

4. Tempo

Durante il giorno gli Ateniesi misuravano il tempo per mezzo di meridiane. Di notte il tempo avrebbe potuto essere stimato dalla misura del flusso di una certa quantità di acqua clessidra ad acqua. Mentre, nel nostro calendario gregoriano, il giorno comincia immediatamente dopo mezzanotte, nellantica Grecia il giorno cominciava subito dopo il tramonto.

Gli Ateniesi davano allanno il nome dellarconte eponimo, il primo magistrato annuale il cui nome serviva dunque come riferimento cronologico; in epoca ellenistica il calcolo degli anni veniva effettuato su ciclo quadriennale in base alle Olimpiadi. Lanno civile era luni-solare: lanno era diviso in 12 mesi, alternativamente di 29 e di 30 giorni, per complessivi 354 giorni. Laccordo fra i movimenti del Sole e della Luna si ristabiliva, ai fini del computo, introducendo 7 anni di 13 mesi detti anni embolismici, il 3º, il 6º, l8º. l11º, il 14º, il 17º ed il 19º anno in ciascun periodo di 19 anni Ciclo metonico; in tal modo il ventesimo anno iniziava sempre il giorno del novilunio successivo al solstizio destate. Il mese supplementare "poseideon deuteros", di 30 giorni veniva inserito tra il sesto e settimo mese ogni secondo anno. Anche con questo mese intercalare, il calendario ateniese o dellAttica era ancora abbastanza impreciso e di quando in quando dovevano essere aggiunti giorni dallarconte Basileus. Linizio dellanno era al solstizio di estate prima cadeva al solstizio dinverno e i mesi venivano chiamati col nome delle feste religiose ateniesi:



                                     
  • era, nell antica Grecia un unità di misura di lunghezza pari a seicento piedi, tradizionalmente stabilita da Ercole quando misurò lo Stadio di Pisa.
  • Unità di misura dell antica Roma. Il piede romano è definito come 16 28 del cubito di Nippur. Il valore teorico del cubito di Nippur è esattamente 518 616
  • L orgyia in greco antico ὀργυιά era un unità di misura di lunghezza in uso nell antica Grecia e nell antico Egitto equivalente a circa 177, 6 centimetri
  • cotila in greco antico κοτύλη, kotýle era un unità di misura di volume in uso nell antica Grecia Il cotile era un antica unità di misura di capacità sia
  • greco antico πλέθρον era un unità di misura usata nell antica Grecia uguale a 100 piedi greci in greco antico ποῦς, pous Era la larghezza di una
  • greco antico μέδιμνος, médimnos era, nell antica Grecia una unità di misura di capacità per le sostanze secche. Il medimno era una unità di misura di capacità
  • greco antico κύαθος, kýathos in latino: cyathus era un unità di misura di volume in uso nell antica Grecia Il ciato era un antica unità di misura di capacità
  • greco antico μετρητής, metretés era un unità di misura di volume in uso nell antica Grecia La metreta, chiamata talora anfora greca era un antica unità
  • talentum, in greco antico τάλαντον, talanton scala, bilancia, somma era un antica unità di misura della massa. Era un peso di riferimento per il commercio
  • Kroha: Münzen sammeln, 3.Aufl., Braunschweig 1968 Unità di misura romane Unità di misura antica Grecia EN Mina, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia
  • Una chenice χοῖνιξ, choinix era una unità di misura di capacità per aridi in uso nell antica Grecia poteva variare a seconda della località. La Chenice