Топ-100
Indietro

ⓘ Divisione Garibaldi Nino Nannetti. La Divisione Garibaldi Nino Nannetti fu una formazione partigiana durante la Resistenza italiana, nata dallattività del Nucle ..




                                     

ⓘ Divisione Garibaldi "Nino Nannetti"

La Divisione Garibaldi "Nino Nannetti" fu una formazione partigiana durante la Resistenza italiana, nata dallattività del Nucleo partigiano "Luigi Boscarin"/"Tino Ferdiani" e del CLN Belluno.

                                     

1. Storia

Una formazione inquadrata fra le Brigate Garibaldi, nasce dallunione di diverse brigate operanti nel vittoriese e Bellunese, tra le quali il Gruppo Brigate Vittorio Veneto.

Operò nella sinistra Piave, nellaltipiano del Cansiglio, nellarea di Vittorio Veneto, nella valle del Vajont e in Cadore.

                                     

2. Persone legate alla divisione

  • Giuseppe Faè
  • Umberto Lorenzoni
  • Rubino Bonora
  • Francesco Brunelli
  • Raimondo Lacchin Chirurgo
  • Sandro Gallo
  • Libero Lossanti
  • Giuseppe Taffarel
  • Armando Grava Rosa
  • Giuseppe Giust Vitas
  • Bruno Venturini partigiano
  • Giuseppe Mario Algeo
  • Elio Busato Nagi
  • Nino De Marchi Rolando
  • Elio Fregonese
  • Alessandro Cancian Maine
  • Bruno Gombi
  • Giovanni Banchieri
  • Francesco Pesce
  • Roberto Anelli-Monti
  • Riziero Galli
                                     

3. Attività partigiana

Numerose furono le azioni militari di cui la Divisione, attraverso le sue brigate, si rese protagonista. Azioni che andavano dalle semplici interruzioni ferroviarie e delle linee ad alta tensione, fino ai sabotaggi delle centrali elettriche; dagli assalti contro i presidi nemici, agli scontri diretti con tedeschi e repubblichini. Per questa attività le vennero attribuite moltissime vittime sia nelle formazioni militari che tra i civili fiancheggiatori come nel caso delleccidio del Bus de la Lum.

Di particolare importanza fu lazione del 16 giugno 1944 a Baldenich nella quale dodici partigiani della Divisione Partigiana Nino Nannetti liberarono 70 prigionieri dopo esser riusciti ad entrare nel carcere travestendosi da soldati tedeschi.

                                     

4. Riconoscimenti

In provincia di Treviso diversi sono i paesi che hanno dedicato una via alla divisione; a Collalto è stato eretto un monumento alla memoria dei caduti della Divisione.