Топ-100
Indietro

ⓘ Valdobbiadene. Lo stemma, approvato dal r.d.l. 25 settembre 1929, non ha nulla a che vedere con tradizioni o fatti storici, ma è una pura invenzione novecentesc ..




Valdobbiadene
                                     

ⓘ Valdobbiadene

Lo stemma, approvato dal r.d.l. 25 settembre 1929, non ha nulla a che vedere con tradizioni o fatti storici, ma è una pura invenzione novecentesca: riporta una raffigurazione della dea Diana ispirata a una statuetta bronzea rinvenuta a Concordia Sagittaria nel 1926. Si tratta di una divinità particolarmente venerata nel Veneto precristiano come protettrice di boschi, montagne e acque, elementi che tuttora caratterizzano il territorio del comune.

                                     

1.1. Monumenti e luoghi dinteresse Ville venete

  • Villa Morona De Gastaldis
  • Villa Piva, detta dei Cedri
  • Villa Barbon Bennicelli, in frazione San Vito
  • Villa Barberina Arten Viansson
                                     

1.2. Monumenti e luoghi dinteresse Alberi monumentali

Nel territorio comunale sono presenti ben 6 alberi monumentali dei 16 dislocati in provincia di Treviso e ricompresi nella lista di circa 22.000 alberi tutelati dalla guardia forestale.:

  • in località Frescada sorge un Faggio la cui circonferenza è di 4.5 metri, per unaltezza di 25;
  • in località Zimion sorge un Faggio la cui circonferenza è di 6.5 metri, per unaltezza di 22;
  • in località Borri sorgono due Faggi la cui circonferenza è rispettivamente di 5 e 4.2 metri e laltezza di 22 e 30;
  • in località Lavel Basso sorge un Faggio la cui circonferenza è di 4.2 metri, per unaltezza di 24;
  • in località Boc sorge un Tiglio la cui circonferenza è di 5.4 metri, per unaltezza di 29.
                                     

2. Società

Etnie e minoranze straniere

Al 31 dicembre 2017 gli stranieri residenti nel comune erano 1 022, ovvero il 9.9% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti:

  • Cina 138
  • Brasile 32
  • Albania 61
  • Macedonia del Nord 225
  • Moldavia 53
  • Marocco 206
  • Romania 135
  • Ucraina 55
                                     

3.1. Cultura Eventi

  • San Pietro di Barbozza, 29 giugno: festa del santo patrono in piazza
  • Valdobbiadene centro, periodo di Carnevale: Carnevalissimo Valdobbiadenese con sfilata di carri allegorici notturna e diurna
  • Villanova - Ponteggio, 5 gennaio: falò della Befana
  • San Vito, 18 ottobre: San Luca - Celebrazione e festeggiamenti allOratorio in località Prà Longhi
  • San Pietro di Barbozza, ultima Domenica di giugno: canevando
  • San Vito, 15 giugno: Festa dei Santi Patroni Vito, Modesto e Crescenza
  • Guia, fine giugno-25 luglio: festa destate, con torneo di calcetto tra squadre della zona, promosso dalle associazioni del paese
  • Funer, periodo estivo: festa paesana al "Prà Cenci"
  • San Vito, 24 giugno: San Giovanni Battista - Celebrazione e festeggiamenti allOratorio in località Rive di S. Giovanni
  • Guia, 13 giugno: sagra di SantAntonio nella borgata omonima, con messa nelloratorio e successivo stand enogastronomico di specialità tipiche
  • San Pietro di Barbozza, da Sabato Santo per 15 giorni: mostra del cartizze e valdobbiadene d.o.c.g.
  • San Vito, 26 maggio: Beata Vergine del Caravaggio - Celebrazioni e festeggiamenti al Santuario
  • Santo Stefano, 5 gennaio: falò della befana
  • Guia, fine marzo-inizio aprile: mostra del Prosecco d.o.c.
  • San Pietro di Barbozza, 6 gennaio: tradizionale "Fogherata" a Barbozza
  • San Vito, 25 aprile: San Marco - Celebrazione e festeggiamenti allOratorio in località Campagna
  • Ron, agosto - settimana di ferragosto con chiusura il giorno 16 - Tradizionale Sagra di S. Rocco "A RON SE TORNA" - specialità "Bocon del Laico"
  • San Vito, 8 settembre: Natività della Vergine - Celebrazioni e festeggiamenti in località Caravaggio
  • Guia, luglio: mostra del Prosecco, con fondo e sopressa nostrana
  • Guia, 5 gennaio: falò della Befana
  • Valdobbiadene centro, secondo lunedì di marzo e domenica precedente: Antica Fiera di San Gregorio Magno - Festa patronale comunale - Celebrazioni nellantica Chiesa
  • Villanova, 20 luglio: festa di Santa Margherita, patrona della borgata
  • Valdobbiadene e frazioni, 17/18 giugno, Rally della Marca 4° appuntamento Campionato Italiano WRC
  • Santo Stefano, metà marzo - fine marzo: Mostra del Valdobbiadene e Cartizze Docg
  • Funer, 5 febbraio: festa di SantAgata, patrona della borgata


                                     

4. Geografia antropica

Frazioni

Lo statuto comunale riconosce lo status di frazione alle seguenti località.

Bigolino Con circa duemila abitanti è la seconda frazione del comune dopo il capoluogo. Si trova allestremità meridionale del territorio, sorgendo su unarea pianeggiante lungo il Piave. Guìa Si trova allestremità orientale del territorio e conta circa mille abitanti. San Giovanni A nord-est di Bigolino, vi abitano 480 persone. San Pietro di Barbozza Subito ad est di Valdobbiadene, conta oltre mille abitanti. Fu comune autonomo fino al 1929, avendo come frazioni Guia e Santo Stefano. Santo Stefano Tra San Pietro di Barbozza e Guia, con 580 abitanti. San Vito Ad ovest del capoluogo, verso il Piave. 605 gli abitanti.

Borgate

Saccol Ron Funer Follo Villanova Ponteggio Colderove Guietta Santa Lucia
                                     

5. Economia

Agricoltura

Valdobbiadene, la vicina Conegliano le loro colline sono considerate le città del vino Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene e, in particolare, della tipologia Superiore di Cartizze.

Valdobbiadene è inoltre inserito nel circuito Città del Vino ed è da oltre quarantanni la sede della Mostra Nazionale degli Spumanti, ora Forum Spumanti dItalia.

                                     

6. Infrastrutture e trasporti

Fra il 1913 e il 1931 Valdobbiadene rappresentò il capolinea settentrionale della Tranvia Montebelluna-Valdobbiadene, che rappresentò al tempo un importante strumento di sviluppo per leconomia della zona.

                                     

7. Sport

Dal 2014 è fulcro operativo del Rally della Marca, famosa competizione rallystica che ha sede storica a Treviso.

È punto di partenza e arrivo della Prosecco Cycling Classic, gara di ciclismo che si svolge su un anello attraverso i colli del Trevigiano.

Nel 2009 è stata punto di arrivo della terza tappa Grado - Valdobbiadene del Giro dItalia 2009. Anche nel 2015 è stata città di arrivo della quattordicesima tappa cronometro Treviso-Valdobbiadene, una delle più lunghe della storia del giro.