Топ-100
Indietro

ⓘ Barone. In origine il termine indicava unalta nobiltà: in Britannia i baroni, non più di nove, erano parenti del Duca. Nel XIII secolo il titolo aveva una conno ..




Barone
                                     

ⓘ Barone

In origine il termine indicava unalta nobiltà: in Britannia i baroni, non più di nove, erano parenti del Duca. Nel XIII secolo il titolo aveva una connotazione onorifica tale da essere preferito a quello di principe.

A partire dalletà moderna il titolo di barone è il "più basso" dei titoli feudali, benché possa anche essere concesso senza connessione con un feudo, come avviene nelle concessioni moderne, successive al periodo feudale. In Italia, dal 1948 i titoli nobiliari non sono riconosciuti.

Nel significato moderno viene definito "barone" colui che detiene un potere assoluto e incontrastato in unistituzione pubblica, specialmente nel campo universitario o professionale, ove il termine è frequentemente usato per indicare quei titolari di cattedra il cui operato possa ingenerare il sospetto di un interesse privato nelluso dei poteri e privilegi accademici, loro demandati o concessi.

                                     

1. Baroni del Sacro Romano Impero

Dal X secolo diventa titolo nobiliare e grado feudale inferiore a quello di visconte.

Il Barone del Regno, invece, era un barone con importanza superiore a quella di un principe di feudo ed aveva dignità pari a quella di vescovo.

Al nord con il termine barones, si stavano ad indicare genericamente i feudatari con i titoli di signore e barone; mentre al sud Italia, con barones maggior si stavano ad indicare i feudatari titolati, cioè: principi, duchi, marchesi, conti e visconti; con barones minor i feudatari non titolati, i baroni e signori.

In Sicilia, ed anche nellItalia meridionale, i titoli di barone e signore, stavano ad indicare lo stesso titolo, cioè erano sinonimi; successivamente, il barone diventò gerarchicamente superiore al signore. La baronia è quella parte di territorio, di piccole dimensioni, appunto sotto il controllo di un barone. Questa unità amministrativa è la più piccola e meno importante, per questo il barone è sempre vassallo di un altro signore più potente di lui, come un visconte o un conte.

La corona normale di barone ha il cerchio accollato da un filo di perle con sei giri in banda 3 visibili. Lelmo di barone è liscio, con bordi doro e con 5 affibbiature e gorgeretta doro.

I baroni tedeschi Freiherren facevano parte della bassa nobiltà terriera. Originariamente facevano parte dellantica classe dei cavalieri dellimpero Reichsritter. Molti di questi elevati alla dignità baronale, dal XV secolo cominciano a costituirsi in società nobiliari, associandosi con i cavalieri per tutelarsi nei confronti dei nobili più potenti. Dal 1650 questa classe nobiliare equestre è riconosciuta come corpo distinto in seno alla nobiltà dellimpero Collegio dei Cavalieri dellimpero, venendo esclusa dal partecipare al Reichstag e quindi dal diritto di voto; molti di loro, pur non essendo titolari di feudi imperiali immediati, avevano feudi secolari e di fatto esercitavano nei loro possessi prerogative sovrane come lesercizio della giustizia schoeffen, lesazione delle tasse, con poteri analoghi a quelli dellAlta Nobiltà sovrana. Erano organizzati in tre circoli equestri, a loro volta suddivisi in cantoni nobiliari:

  • cantone del Medio corso del Reno Magonza
  • cantone dellAlto corso del Reno Friedberg
  • Circolo del Reno
  • cantone del Basso corso del Reno Coblenza
  • cantone di Altmühl Wilhelmsdorf
  • cantone dellOdenwald Korchendorf
  • cantone di Gebürg/Gebirge Bamberga
  • Circolo di Franconia
  • cantone di Baunach Norimberga
  • cantone di Steigerwald Erlangen
  • cantone di Rhön Werra Schweinfurt
  • cantone del Neckar, Foresta nera e distretto nobiliare dellOrtenau Offenburg.
  • cantone del Kocher Esslingen
  • Circolo di Svevia
  • cantone di Kraichgau Heilbronn
  • cantone di Hegau e Lago di Costanza Radolfzell
  • cantone del Danubio Ehingen

Tra le famiglie più note di baroni dellimpero, di fatto signori sovrani dei feudi equestri, si ricordano:

  • Attems 1460, dal 1753 conti e dal 1789 eredi dei Rassler
  • Künsperg zu Thurnau 1551
  • Dietrich
  • Groschlag von und zu Dieburg
  • Unterrichter von Rechtenthal
  • Ebersberg von Weyers
  • Forstmeister von und zu Gelnhausen
  • Bömelberg Boineburg 1571, dal 1697 conti
  • Ellrichshausen
  • Waldbott von Bassenheim zu Ollbrück 1664, conti dal 1720
  • Adelmann von Adelmannsfelden 1680, dal 1790 conti
  • Guttenberg 1700 zu Kirchlautern
  • Ingelheim Echter von Mespelbrunn zu Dachstuhl 1680, dal 1737 conti
  • Riedeseln zu Eisenbach 1680
  • Bassenheim
  • Pappenheim 1420, dal 1742 conti
  • Haxthausen
  • Freyberg
  • Albertini von Ichtratzheim 1773
  • Scheiffart de Merode 1650, linea diretta estinta nel 1733
  • Bentzel Sturmfeder zu Horneck
  • Nesselrode auf Thumb zu Reichenstein und Landskrone 1652, dal 1705 conti
  • Burscheidt von Büllesheim
  • Greiffenclau zu Vollraths
  • Fostner und Dambenoy
  • Cathcart
  • Thüngen 1650
  • Horneck
  • Schlitz von Görtz zu Carlsberg 1656, dal 1739 conti
  • Heddesdorf
  • Erthal
  • Enzberg
  • Falkenstein
  • Dienheim
  • Berlichingen zu Hornberg
  • Thann zu der Neudahn auf Ostheim 1650
  • Fraunhofen
  • Massenbach auf Massenbach 1556
  • Pöllnitz auf Aspach 1670
  • Schenken von Schmidturg zu Dudeldorf 1658
  • Sturmfeder von Oppenweiler zu Dirmstein 1650
  • Adelsheim auf Edelfingen bei Buchen 1580
  • Rotenhan
  • Zedwitz zu Feilisch fino al 1792
  • Esebeck
  • Fürsterwärther 1674
  • Schenken von Stauffenberg auf Amerdingen 1692, dal 1785 conti
  • Gräfeneck zu Giengen
  • Bechtolsheim
  • Eckbrecht von Dürkheim 1663, dal 1780 conti
  • Droste
  • Leyen zu Burrweiler 1667, dal 1711 conti poi principi
  • Gemmingen 1560
  • Degenfeld 1625, dal 1716 conti
  • Adornes
  • Neipperg zu Schwaigern 1650, dal 1726 conti
  • Grote zum Schauen 1689, dal 1809 conti
  • Schönborn 1663 dal 1701 conti
  • Abensberg und Traun zu Meissau 1653, dal 1662 elevati a conti svevi
  • Bettendorf auf Gauangelloch e Niederwalluf 1688
  • Hundt zu Lautterbach 1681 dal 1701 conti
  • Albini auf Messel
  • Loe zu Steinfurt auf Wissen
  • Bock
  • Helmstatt
  • Hallberg
  • Nesselrath
  • Platen zu Hallermund 1630, dal 1689 conti
  • Gagern
  • Egloffstein
  • Hettersdorff
  • Weichs zu Wenne 1650
  • Breidbach
  • Dalberg Kammerer von Worms 1654, primi baroni dellimpero nelle precedenze
  • Horben -1767
  • Hutten zum Stolzenberg
  • Voit von Rieneck zu Wildenstein 1697, conti dal 1703
  • Wallbrunn zu Gauersheim und Nieder Saulheim
  • Geyso zu Mansbach 1662
  • Seckendorff auf Aberdar 1706
  • Leubelfing zu Falbenthal 1605, dal 1690 conti
  • Truchsess von Wetzenhausen
  • Nostitz zu Rieneck 1673, dal 1692 conti
  • Wolffskehl von Reichenburg
  • Gumppenberg
  • Göllnitz -1790
  • Schenken von Geyern zu Syburg
  • Bissingen und Nippenburg
  • Plettenberg zu Lenhausen 1689 und Slenaken, dal 1724 conti
  • Franckenstein 1650
  • Bodman
  • Bibra 1698
  • Quadt zu Wickradt gennant Heiden 1670, dal 1752 conti
  • Westerholt 1779
  • Hornstein 1686
  • Hessberg
  • Reischach zu Nußdorf
  • Sickingen zu Königsburg und Orschwiller 1623, dal 1773 conti
  • Clodt
  • Dalwigk zu Lichtenfels und Tomburg
  • Boos-Waldeck zu Monfurth 1698, dal 1790 conti
  • Aufseß zu Freienfels, conti dal 1695
  • Innhausen und Knyphausen zu Ulrum
  • Hacke zu Trippstadt 1692
  • Fechenbach 1315
  • Hees
  • Haller von Hallerstein 1528
  • Engl von un zu Wangrain
  • Knebel von Katzenelbogen 1710
  • Boineburg zu Bömelberg
  • Wambold von Umstadt 1664
  • Meerscheid von Hillesheim, dal 1712 conti, estinti nel 1785
  • Hundheim
  • Galen zu Dinklage 1665, dal 1803 conti
  • Concini von Penna von Contzin
  • Effern
  • Gaisberg
  • Stein zu Niederstotzingen und Bächingen 1650, dal 1779 conti
  • Nothaft 1681
  • Gentilotti
  • Rassler zu Gamerschwang 1661 estinti nel 1789
  • Eyb auf Dörzbach 1694