Топ-100
Indietro

ⓘ Cultura dellIslanda ..




                                               

Cultura dellIslanda

La cultura dellIslanda è ricca e varia, oltre ad essere conosciuta per il suo patrimonio letterario scritto da autori vissuti dal XII al XIV secolo. Altre arti tradizionali islandesi comprendono la tessitura, la gioielleria in argento e lintaglio del legno. Larea di Reykjavík dispone di diversi teatri, unorchestra sinfonica, un teatro dopera e un gran numero di gallerie darte, librerie, cinema e musei. Vi sono anche quattro gruppi di danze popolari attivi in Islanda. Il suo tasso di alfabetizzazione è tra i più alti al mondo, e lamore per la letteratura, larte, il gioco degli scacchi le al ...

                                               

Comitato per i nomi di persona

Il Comitato per i nomi di persona, in islandese: Mannanafnanefnd è una commissione che mantiene un registro ufficiale di nomi di persona islandesi approvati e regola lintroduzione di nuovi nomi di persona nella cultura dellIslanda. Il comitato fu istituito nel 1991 per determinare se i nuovi nomi di persona non precedentemente usati in Islanda fossero adatti per una integrazione nella lingua e cultura del paese. Il comitato è composto da tre persone, in carica per 4 anni, scelte, uno dal ministro della Giustizia, uno dalla facoltà di Filosofia dellUniversità dIslanda e uno dalla facoltà di ...

                                               

Grammatica islandese

La grammatica islandese descrive le regole le irregolarità della lingua islandese. La lingua islandese è una lingua altamente flessiva, si distinguono tre generi, due numeri e quattro casi. I verbi vengono declinati per tempo, modo e persona.

                                               

Jólabókaflód

Jólabókaflód è una tradizione della cultura dellIslanda. Introdotta durante la seconda guerra mondiale, consiste nellacquisto di libri tra settembre e dicembre per lo scambio di regali natalizio. Nel mese di novembre lassociazione degli editori islandesi pubblica un catalogo che viene distribuito gratuitamente denominato bókatídindi.

                                               

Jólasveinar

Gli jólasveinar sono dei personaggi di fantasia, tipici del folklore natalizio islandese: si tratta di 13 creature simili a dei folletti o a dei piccoli orchi e vestiti con abiti da contadini, che, a partire dal 12 dicembre e fino al 24 dicembre, scendono uno alla volta dalle montagne in paese, per combinare scherzi alla popolazione e per poi ripartire – sempre ad uno ad uno –, tra il 25 dicembre e il 6 gennaio. Sono i figli di Grýla e Leppalúdi, i divoratori di bambini. Nel corso degli anni, questi personaggi – nati per spaventare i bambini – sono diventati più bonari, tanto che gli stess ...

                                               

Lofsöngur

Lofsöngur chiamato anche Ó Gud Vors Lands è linno nazionale dellIslanda. Linno risale al 1874, il testo fu composto da Matthías Jochumsson e la musica da Sveinbjörn Sveinbjörnson.

                                               

Onomastica islandese

I nomi islandesi, nellonomastica di quel Paese, sono patronimici in cui si riflette il nome del padre e non il cognome storico della famiglia. Essi si aggiungono al nome proprio attribuito dai genitori al momento della nascita e non sono quindi veri e propri cognomi in senso occidentale, poiché accompagnano la persona nel corso della propria vita ma non si tramandano ai figli.

                                               

Pidgin basco-islandese

Il pidgin basco-islandese era un pidgin utilizzato in Islanda nel XVII secolo. Nacque a seguito del contatto tra balenieri, pescatori e mercanti baschi e gli abitanti dellIslanda. Il pidgin basco-islandese venne "riscoperto" nel 1937, quando il linguista olandese Nicolaas Deen ritrovò tra alcuni archivi islandesi un testo seicentesco riportante un vocabolario di tale pidgin. Lo stesso Deen dedicò poi la sua tesi universitaria a tale argomento. Il testo scoperto nel 1937 riporta una lunga lista di nomi, più alcune frasi ed espressioni, relative per lo più al mondo della pesca. Il lessico è ...

                                               

Vegvisir

Il Vegvísir è un talismano islandese di protezione conosciuto come compasso runico o bussola runica e ritrovato nel manoscritto di Huld ÍB 383 4to, un antico grimorio islandese scritto da Geir Vigfússon nel 1860 che riporta questo testo sotto al simbolo: Questo simbolo è diventato famoso in tutto il mondo grazie anche alla cantante Björk che lo ha tatuato sul braccio anche se nella versione ripresa da Ólafur Davídsson.