Топ-100
Indietro

ⓘ Cavalleria napoleonica. Ai tempi dellAncien Régime la cavalleria era costituita da piccoli reparti aggregati alle grandi Divisioni di fanteria. Napoleone decise ..




Cavalleria napoleonica
                                     

ⓘ Cavalleria napoleonica

Ai tempi dellAncien Régime la cavalleria era costituita da piccoli reparti aggregati alle grandi Divisioni di fanteria. Napoleone decise di creare importanti reparti di cavalleria che potessero agire autonomamente, costituendoli in Divisione e distaccò pertanto per decreto quasi tutti i reparti di cavalleria aggregati alle Divisioni di fanteria per costituire nuove Divisioni esclusivamente di cavalleria. Fu quindi abbandonato il principio delle divisioni pluriarma e queste nuove Divisioni furono affidate al comando di Gioacchino Murat. Già nel 1806 esse costituivano ben 2 Corpi dArmata e, allinizio della Campagna di Russia, la cavalleria era strutturata su 4 Corpi dArmata comandati da Murat. 1º Corpo comandato da Nansouty, il 2º Corpo comandato da Montbrun, il 3° comandato da Grouchy e il 4° comandato da Latour-Maubourg.

La cavalleria costituiva circa un quinto o un sesto dellintera Grande Armée. Un reggimento di cavalleria era composto da 800-1200 uomini ed era strutturato su tre o quattro squadroni di due compagnie ciascuno, più elementi di supporto. La prima compagnia di ogni squadrone era sempre designato come "di Élite", in cui si presume confluissero i migliori uomini e i migliori cavalli. Ogni compagnia aveva un effettivo di 3 ufficiali, 4 sottufficiali, 4 brigadieri, 74 cavalieri e un trombettiere. Ogni compagnia era comandata da un capitano. Il capitano più anziano esercitava inoltre la funzione di capo Squadrone, anche se occorre dire che queste cifre variavano leggermente, in base al tipo di unità.

Allo scoppio della Rivoluzione francese, la cavalleria patì enormemente la perdita degli ufficiali aristocratici, ricchi di esperienza ma ancora leali alla corona dellAncien Régime. Di conseguenza, la qualità della cavalleria francese si abbassò drasticamente. Napoleone ricostituì la specialità rendendola una delle più agguerrite del mondo. Fino al 1812 essa fu invitta in ogni importante scontro a livello reggimentale. Cerano tre tipi di cavalleria per i differenti ruoli: cavalleria pesante corazzieri e carabinieri, cavalleria di linea dragoni e cavalleria leggera ussari, cacciatori a cavallo e lancieri.

Inoltre il manto dei cavalli corrispondeva allo squadrone: nero per il 1° Squadrone délite, baio per il 2°, sauro per il 3°, grigio per il 4°.

                                     

1. Cavalleria pesante

La cavalleria pesante dellArmata imperiale era costituita dai Corazzieri, dai Carabinieri, dai Granatieri e dalla Gendarmeria a Cavallo. In questa unità di élite, i cavalieri erano tutti uomini robusti, come daltronde le cavalcature che avevano unaltezza variabile tra i 155 cm e i 160 cm al garrese. La cavalleria pesante apparteneva al Corpo di riserva di cavalleria.

Queste unità erano destinate, oltre ad infrangere la linea difensiva nemica, anche a caricare la cavalleria nemica. Infine, il loro ultimo ruolo era di inseguire lesercito nemico appena questo ripiegava o batteva in ritirata. I Corazzieri montavano cavalli selezionati accuratamente per la loro taglia e robustezza. I reggimenti di cavalleria pesante della Guardia erano il reggimento dei Granatieri a cavallo della Guardia. Questi, contrariamente al loro nome, non erano affatto granatieri e il reggimento della Gendarmeria a cavallo.

  • Corazzieri Cuirassiers

La cavalleria pesante, era equipaggiata e armata quasi come i cavalieri medievali, con pesanti corazze che garantivano una protezione di circa 3 mm di spessore e che pesavano 7 kg. Essa proteggeva il torso contro i colpi di spada e gli uomini indossavano anche elmi di bronzo e ferro, con un cimiero sormontato da un pennacchio e con una lunga criniera nera per proteggere la nuca. Erano armati con lunghe spade, pistole e più tardi carabine. I Corazzieri indossavano, come indica il nome una corazza ed erano armati con una lunga spada diritta, una pistola e un moschetto. Questultimo era di solito portato sulla schiena.

Così come i cavalieri medievali, essi servivano a creare panico tra le truppe della cavalleria, visto che a causa del peso delle loro armi ed armature, fra cavaliere e cavallo si sviluppava una poderosa massa durto e conseguentemente essi potevano esprimere maggior forza durante la carica. Comunque, essi servirono soprattutto per sostenere limpeto della Cavalleria leggera e dei Dragoni ma essi stessi producevano una potente forza sul campo di battaglia, che lasciava i nemici impressionati se non impauriti. I britannici, in particolare, che erroneamente avevano creduto che i Corazzieri fossero la guardia del corpo di Napoleone, avrebbero più tardi adattato i propri caratteristici elmetti e corazze. In origine esistevano 25 reggimenti di Corazzieri, più tardi 18.

  • Carabinieri Carabiniers-à-Cheval

Simili per il ruolo e larmamento ai Dragoni. Comunque, erano meno armati, inizialmente senza armatura, erano meno adatti ai combattimenti ravvicinati nella confusione della battaglia. Erano molto meno versatili, e per questo meno numerosi solo 2 reggimenti originariamente e ancora meno apprezzati dei Dragoni. Nel 1809, in seguito alle numerose perdite dovute alle lance degli Ulani austriaci, Napoleone ordinò per lanno successivo di equipaggiarli con armature. Ma questo non fu sufficiente a impedirne la sconfitta da parte dei Corazzieri russi a Borodino nel 1812 e, il seguente anno, la fuga davanti agli Ussari ungheresi nella Battaglia di Lipsia.

  • Gendarmeria Gendarmerie délite

La Gendarmeria délite, era responsabile del mantenimento della sicurezza pubblica e della polizia nel luogo in cui risiedeva il governo", è organizzata in due squadroni che inizialmente sono posti sotto gli ordini del colonnello Savary. Le prime campagne dellImpero offrono solo un ruolo molto secondario alla gendarmeria, assicurando gli spostamenti dellImperatore e la protezione delle linee di comunicazione. Nel 1808, la legione fu inviata in Spagna: responsabile della lotta contro i guerriglieri oltre al consueto servizio pubblico, servì anche come cavalleria pesante come a Medina de Rioseco. Richiamato dalla penisola nel 1812 per la campagna di Russia, i gendarmi della Guardia combottareno a Bérézina, poi a Lipsia e Montmirail.

                                     

2. Cavalleria di linea

I Dragoni facevano parte della cavalleria di linea.La Cavalleria della Guardia aveva un reggimento di Dragoni dellImperatrice

La cavalleria di linea, come la cavalleria pesante, era utilizzata per creare brecce tra le linee nemiche e permettere quindi alle unità di fanteria di penetrare allinterno delle linee nemiche. I loro cavalli avevano unaltezza variabile tra i 153 e i 155 cm. I reggimenti di cavalleria di linea appartenevano, praticamente tutti, al Corpo di riserva della cavalleria.

  • Dragoni Dragons

Principale forza della cavalleria di linea della cavalleria francese, talvolta considerata parte della cavalleria pesante, era solitamente usata in battaglia, nelle scaramucce e nella ricognizione. I Dragoni erano soliti smontare da cavallo per proseguire il combattimento a piedi. Erano altamente versatili, essendo armati non solo con la tradizionale spada ma anche con pistole e moschetti che custodivano in una tasca degli stivali quando cavalcavano. Eccellevano pertanto nel combattere sia a piedi sia a cavallo. Queste truppe sono solitamente utilizzate, data la loro versatilità, per proteggere i fianchi dellarmata. Parte del prezzo per questa versatilità era che la loro abilità a cavallo e nelluso della spada non era spesso allaltezza delle altre truppe di cavalleria e ciò li rendeva oggetto di derisioni. I reggimenti di Dragoni erano inizialmente 25, più tardi 30. Nel 1815, solo 15 reggimenti di Dragoni avrebbero fatto in tempo a partecipare ai Cento giorni.

                                     

3. Cavalleria leggera

La Cavalleria leggera napoleonica comprendeva gli Ussari, i Cacciatori a cavallo e Cavalleggeri lancieri. I cavalli della cavalleria leggera avevano unaltezza variabile tra i 149 e i 153 cm.

La cavalleria leggera era integrata nelle divisioni e nei corpi di fanteria e, contrariamente alla cavalleria di linea e pesante, non faceva parte di un corpo della cavalleria. Erano soliti attaccare le linee nemiche sui fianchi o alle spalle al fine di creare scompiglio e creare il panico nei ranghi nemici, ma in principal modo serviva ad attaccare il nemico in rotta in caso di vittoria e a proteggere le proprie truppe in caso di sconfitta.

La cavalleria leggera della Guardia comprendeva inizialmente un reggimento di Cavalleggeri Polacchi, con ladozione delle lance divennero Cavalleggeri Lancieri, in seguito fu aggiunto un secondo reggimento Olandesi, chiamati anche Lancieri rossi e un reggimento di Cacciatori a cavallo della Guardia che comprendeva anche gli squadroni dei Mamelucchi. Nel 1813 si aggiunsero gli Esploratori della Guardia Imperiale.

  • Ussari Hussards

Questa veloce e leggera unità di cavalleria era considerata gli occhi le orecchie delle truppe napoleoniche. Erano considerati come i migliori cavalieri e spadaccini beau sabreurs dellintera Grande Armée. Questa opinione non era completamente ingiustificata le loro sfavillanti uniformi riflettevano la loro spavalderia.la loro divisa comprendeva un shako le compagnie délite indossavano il colbacco dolman, pelliccia, sabretache, calzoni e stivali allungherese, in campagna indossavano dei calzoni con rinforzi in cuoio. Tatticamente, erano utilizzati per la ricognizione al fine di mantenere i propri comandanti informati dei movimenti nemici mentre impedivano al nemico di raccogliere le stesse informazioni oltre ad inseguire le truppe nemiche in fuga. Armati con sciabola, pistole e carabina, erano noti per il coraggio temerario, al punto di essere quasi dei suicidi. Si diceva allepoca che un Ussaro che raggiungeva i 30 anni era davvero Vecchia Guardia oltre che fortunato. Nel 1804 esistevano 10 reggimenti, cui fu aggiunto l11° nel 1810 e altri due nel 1813. Nel 1813 furono aggiunti ai reggimenti della Guardia le Guardie donore, costituite da quattro reggimenti di cavalleria leggera. Vestite come gli ussari, arruolati tra le file della borghesia e della nobiltà inferiore e attrezzandosi a proprie spese, queste si distinsero durante la campagna francese del 1814, in particolare durante la battaglia di Montmirail. Il corpo sarà dissolto sotto la Prima Restaurazione.

  • Cacciatori a Cavallo Chasseurs à Cheval

Questo tipo di cavalleria leggera era identico agli Ussari, sia nellarmamento sia nei compiti.Farne parte era considerato meno prestigioso ed elitario rispetto agli Ussari. La loro uniforme era meno sgargiante, e consisteva in un shako le compagnie di élite indossavano il colbacco come quelle degli Ussari, luniforme era verde, con colori distintivi per ogni reggimento, e consisteva in un dolman ma senza pelliccia, calzoni e stivali in stile ungherese, indossavano anche un abito come quello dei dragoni e un abito particolare detto alla Kinski, dal 1812 labito aveva i risvolti corti e seguiva il regolamento Bardin. Erano comunque la maggioranza della cavalleria leggera con 31 reggimenti nel 1811, 6 dei quali non francesi, formati da belgi, svizzeri, italiani e tedeschi. I Cacciatori a Cavallo della Guardia Imperiale includevano anche uno squadrone, formato da due compagnie di Mamelucchi, vestiti con abiti orientali.

  • Lancieri Lanciers

Nel 1811 furono creati 9 reggimenti di Lancieri di Linea i primi 6 originarono dalla conversione di sei reggimenti dei Dragoni vestiti alla francese, gli ultimi 3 derivarono dai lancieri della Vistola e da cavalleggeri tedeschi vestiti alla polacca. Come detto, la Guardia dal 1810 aveva due reggimenti di Lancieri. Tra le più temute forze di cavalleria delle armate napoleoniche erano i Lancieri polacchi della Vistola. Soprannominati dagli inglesi Hells Picadors I picadores dellinferno e dagli spagnoli Los Diablos Polacos e anche nella caccia ai nemici sbaragliati. Potevano essere letali anche contro gli altri tipi di cavalleria come avvenne con Sir William Ponsonby e i suoi Scots Greys a Waterloo. Ala fine delle guerre napoleoniche, gli inglesi furono così impressionati che decisero di creare un loro proprio reggimento di Lancieri.

  • Esploratori Eclaireurs

Nel 1813 Napoleone decretó la creazione degli Esploratori della Guardia Imperiale, tre reggimenti di cavalleria, armati di lance, per opporsi efficacemente ai cosacchi. Il reclutamento avviene allinterno della cavalleria della Vecchia Guardia e dei coscritti. Queste nuove unità ebbero il tempo di prendere parte alla campagna francese del 1814, dove incontrarono molte volte i cosacchi. Servirono in ricognizione e agli avamposti, ma eseguirono anche diverse cariche di cavalleria, come a Brienne, Montmirail e in particolare a Craonne, quando il colonnello Testot-Ferry guidò 1º reggimento attaccando lartiglieria russa. Partecipano anche alla difesa di Parigi, prima di essere sciolti dalla Prima Restaurazione.



                                     

4. La carica di cavalleria

La formazione di battaglia della cavalleria prevedeva che ci si disponesse su due file e che si avanzasse poi verso il nemico al trotto da circa 250 metri di distanza, poi si accelerava al piccolo galoppo. Giunti poi a circa 150 metri si partiva al galoppo finché a 50 metri si proseguiva a briglia sciolta. Durante la carica finale, le prime file procedevano con la punta della sciabola in avanti, mentre le seconde file la mulinavano sopra la testa.