Топ-100
Indietro

ⓘ Fonotassi. La fonotassi è una branca della fonologia che tratta delle restrizioni in una lingua sulla tollerabile combinazione di fonemi. La fonotassi definisce ..




Fonotassi
                                     

ⓘ Fonotassi

La fonotassi è una branca della fonologia che tratta delle restrizioni in una lingua sulla tollerabile combinazione di fonemi. La fonotassi definisce ammissibile la struttura della sillaba, dei gruppi consonantici e della sequenza vocalica tramite i limiti fonotattici.

I limiti fonotattici sono peculiari e specifici per ogni lingua; per esempio, in giapponese, i gruppi consonantici come /st/ non sono permessi, sebbene essi si trovino nellinglese. In modo simile, i suoni /kn/ e /ɡn/ non sono permessi allinizio di una parola nellinglese moderno, ma lo sono nella tedesca e nellolandese, e sono permessi nellOld English e Middle English.

Le sillabe hanno la seguente struttura segmentale interna:

  • Attacco opzionale
  • Rima obbligatoria, comprende il nucleo e la coda
  • Coda opzionale
  • Nucleo obbligatorio

Sia lattacco che la coda possono essere mancanti, formando così una sillaba con una sola vocale, o in alternativa, il nucleo può essere occupato da una consonante sillabica.

                                     

1.1. Fonotassi dellitaliano Attacco

In italiano lattacco può essere composto da una, due o tre consonanti, pur con delle limitazioni:

CC

  • Sono permessi alcuni gruppi consonantici in parole di origine straniera, soprattutto grecismi, come /bd/ es. bd ellio, /ft/ es. ft alato, /gn/ es. gn eiss, /ks/ es. x ilofono, /mn/ es. mn emonico, /pn/ es. pn eumatico, /ps/ es. ps icologo, /pt/ es. pt erodattilo o /tm/ es. tm esi.
  • /z/ + unocclusiva sonora /b, /g, /d, /v, /d͡ʒ, /m, /n, /l/ o /r/. Es. sn aturare.
  • /s/ + unocclusiva sorda /p, /k, /t/ o /f/. Es. sf avorevole. esiste anche la variabile regionale /s/+/t͡ʃ/ come in sc entrare.
  • /f, /v, /p, /b, /k/ o /g/ + /l/. Es. bl aterare.
  • /f, /v, o unocclusiva /p, /b, /k, /g, /t, /d/ + /r/. Es. fr ancese.

CCC

  • /s/ + /p/ o /k/ + /l/. Es. scl erosi.
  • /z/ + /b/ + /l/. Es. sbl occare.
  • /s/ + unocclusiva sorda /p, /k, /t/ o /f/. + /r/. Es. sfr ontato.
  • /z/ + unocclusiva sonora /b, /g, /d/ + /r/. Es. sgr avio.
                                     

1.2. Fonotassi dellitaliano Nucleo

Il nucleo è sempre composto da una vocale, un dittongo o un trittongo ed è lunica parte della sillaba ad essere obbligatoria. I dittonghi possono essere ascendenti, formati di da semiconsonante + vocale es. ch ie sa, c uo re o discendenti, formati da vocale + semivocale es. d ai, Eu ropa, mentre i trittonghi possono essere composti da semiconsonante + vocale + semivocale es. m iei, s uoi, oppure da semiconsonante + semiconsonante + vocale es. a iuo la, q uie to. Non sono trittonghi i gruppi formati da semiconsonante + vocale + vocale es. miao.

                                     

1.3. Fonotassi dellitaliano Coda

La coda è possibile solo quando il nucleo è composto da una sola vocale e può esser formata da una sola consonante tra:

  • /n/. Es. con to, con.
  • /m/. Es. com pro, an diam.
  • /l/. Es. col to, nel.
  • /r/. Es. cor to, per.
  • tutte le altre consonanti eccetto /z/ possono costituire la coda e solitamente creano una geminazione con la sillaba seguente es. cap pio, tut to.
                                     

2. Fonotassi dellinglese

La sillaba inglese e parola twelfths /twɛlfθs/ viene divisa in attacco /tw, nucleo /ɛ, e coda /lfθs, e può essere perciò descritta come CCVCCCC C = consonante, V = vocale. Su questa base è possibile formare regole per le quali le rappresentazioni di classi di fonemi possono riempire i gruppi. Per esempio, linglese permette al massimo tre consonanti in un attacco, ma tra le parole native con accenti standard, i fonemi in un attacco tri-consonantico sono limitati al seguente schema:

/s/ + polmonare + approssimante:
  • /s/ + /k/ + /j ɹ l w/
  • /s/ + /p/ + /j ɹ l/
  • /s/ + /m/ + /j/
  • /s/ + /t/ + /j ɹ/

Questo limite può essere osservato nella pronuncia della parola blue: originariamente, la vocale di bl ue era identica alla vocale di c ue, approssimativamente.

                                     

3. Gerarchia della sonorità

In generale, le regole della fonotassi agiscono intorno alla gerarchia della sonorità, stabilendo che il nucleo abbia la massima sonorità e che questa decresca come si allontana dal nucleo. La fricativa alveolare sorda, così la combinazione /sl/ viene permessa in attacco e /ls/ in coda, ma /ls/ non è permessa in attacco e /sl/ non viene permessa in coda. Perciò slips /slɪps/ e pulse /pʌls/ sono possibili parole inglesi, mentre *lsips e *pusl non lo sono. Ci sono ovviamente eccezioni a questa regola, ma in generale essa è valida per la fonotassi della maggior parte delle lingue.

                                     
  • Abulafia italiani sono sorte le varianti, maggiormente adattate alla fonotassi italiana, Abolaffio, Abolaffi, Abulaffi, Abulaffia, Bolaffio, Bolaffi
  • cosiddetto laboratorio geobiologico un grande terrario nel quale studiò la fonotassi su larga scala: servendosi di circa 1.600 femmine con organi dell udito
  • esempio this e scritte con la lettera D Nelle influenze italiane la fonotassi del dialetto tende ad eliminare le due sillabe dell accrescitivo oni
  • i fonemi come fossero puramente velari. Alcune caratteristiche della fonotassi georgiana. La lingua contiene dunque alcuni gruppi consonantici eccezionali
  • sillabe ammesse e le combinazioni di fonemi consentite nelle sillabe fonotassi e 3 da regole di accentazione. Le varie regole presenti nelle fonologie
  • trascrivere le parole di origine straniera adattate naturalmente alla fonotassi giapponese: non tutti i suoni stranieri sono infatti presenti nell alfabeto
  • Sonorizzazione fonetica Sonorizzazione consonantica iniziale Arcifonema Fonotassi Pronuncia del tedesco Pronuncia dell olandese EN Final Devoicing or
  • radice KWAR - da cui il primevo kwâra pugno corrispondente secondo la fonotassi in tutte le lingue elfiche riportate The Peoples of Middle - earth, p