Топ-100
Indietro

ⓘ Babilonia, programma televisivo. Babilonia è stato un quiz televisivo italiano andato in onda su Canale 5 interamente per una sola stagione dal 18 settembre 198 ..




                                     

ⓘ Babilonia (programma televisivo)

Babilonia è stato un quiz televisivo italiano andato in onda su Canale 5 interamente per una sola stagione dal 18 settembre 1989 in fascia pomeridiana, e parzialmente per la stagione successiva a causa della sua repentina sospensione il 28 dicembre 1990. La conduzione era di Umberto Smaila.

                                     

1. La trasmissione

Il quiz, che prese il posto del precedente gioco Cest la vie chiuso già dal 23 giugno 1989 e sempre condotto da Smaila, era ambientato in una scenografia realizzata da Claudio Brigatti caratterizzata da unatmosfera arabeggiante, con motivi assiro-babilonesi e cavalli alati. Era ideato da Pasquale Tortorella insieme a Salvatore De Pasquale, Daniela Rosati e Dario Viola, che ne erano anche autori insieme a Davide Tortorella. Il format era curato da Fatma Ruffini e prodotto da Gino Bernini e Carmen Liguori.

                                     

1.1. La trasmissione Meccanismo del gioco

Il gioco era diviso in tre manches durante le quali si sfidavano tre concorrenti, il campione in carica e due sfidanti. Nella prima manche, la sfida era incentrata su alcune domande poste dal conduttore e inerenti alcuni video riguardanti svariati argomenti, che richiedevano una buona capacità di memoria e rapidità da parte dei concorrenti nel rispondere; ad ogni risposta esatta corrispondeva laccensione di uno dei cinque "leoncini" che componevano la scenografia alle spalle del concorrente, che giunto a cinque definizioni corrette e quindi cinque leoncini "accesi" si aggiudicava la manche e il montepremi in palio per questa fase, 4 milioni di lire in gettoni doro. In caso di risposta errata, il concorrente saltava il turno successivo.

La seconda manche, chiamata Videogames, era caratterizzata da domande utili ai concorrenti per accrescere il loro montepremi; era chiamata così perché, a seconda del risultato della prova precedente, venivano assegnati tanti leoncini rappresentati con la medesima grafica dei videogiochi dei primi anni novanta, da qui il titolo della manche quante domande avevano a disposizione: nove per il primo, cinque per il secondo e quattro per il terzo.

La manche finale era dedicata al solo campione che, girato di spalle, doveva scegliere il numero di una delle colonne prestabilite in un tabellone, la quale conteneva un numero variabile di domande mai superiore a cinque alle quali il concorrente avrebbe dovuto rispondere nel tempo massimo di un minuto, ottenendo così un montepremi sempre crescente in base alle colonne che sarebbe riuscito a completare.

                                     

1.2. La trasmissione Collocazione in palinsesto

Il programma, trasmesso in fascia pomeridiana dal lunedì al venerdì alle 17.30, andava a comporre insieme a Doppio slalom trasmesso alle 17, Ok, il prezzo è giusto in onda al termine della trasmissione, Il gioco dei 9 e Tra moglie e marito un lungo pomeriggio interamente dedicato al genere quiz, al quale la rete ammiraglia Fininvest, dedicava ampio spazio fin dal palinsesto della mattina.

Fu confermato in palinsesto anche per una seconda stagione, iniziata nel settembre 1990, venendo però sospeso il 28 dicembre in seguito alla decisione dei vertici Fininvest di promuovere su Canale 5 il contenitore di cartoni animati di Italia 1 Bim bum bam, in onda nella medesima fascia oraria dal successivo 7 gennaio.

                                     

1.3. La trasmissione Accoglienza del pubblico

La trasmissione ebbe un discreto successo dascolti, ottenendo come media, dal settembre 1989 al febbraio 1990, un milione e 300 mila telespettatori pari al 14.72% di share. Ebbe successo in particolare tra il pubblico femminile, che componeva infatti il 70% della platea televisiva che guardava il quiz, in antitesi rispetto ad un altro quiz di Umberto Smaila in onda in seconda serata su Italia 7 nello stesso periodo, Colpo grosso, destinato prevalentemente ad un pubblico maschile.

Il programma è stato riproposto negli anni successivi sullemittente satellitare Happy Channel e dal 2017 da Mediaset Extra.

                                     
  • Progetto Babilonia programma militare sviluppato nell Iraq di Saddam Hussein Babilonia - metafora Babilonia - periodico Babilonia - programma televisivo
  • Show è un programma televisivo di intrattenimento che va in onda su Italia 1 dal 22 settembre 1997. Versione italiana del programma televisivo argentino
  • C est la vie è stato un programma televisivo italiano di genere quiz a premi, riguardante i sondaggi e le opinioni. Il programma è andato in onda su Canale
  • dal lunedì al sabato alcuni tra i programmi più noti che ha prodotto negli anni sono stati: Corto circuito, Babilonia Parlamentare, T - Time, Liberamente
  • rotocalco televisivo quotidiano dal titolo: Ci vediamo. Dal 1992 al 1994 è ideatore e autore di A tutto volume condotto da Alessandra Casella, un programma per
  • Passepartout è stato un programma settimanale ideato da Philippe Daverio e Mauro Raponi, dedicato ogni volta ad un tema specifico che traeva i suoi spunti
  • un attore, cabarettista, musicista, compositore, showman, conduttore televisivo e imprenditore italiano. Il suo esordio avvenne negli anni settanta insieme
  • di Liliana Cavani. Seguono film con i Fratelli Taviani Good Morning Babilonia e Peter Greenaway Il ventre dell architetto - The Belly of an Architect
  • un decennio prima. Nella miniserie si vede il persiano Ciro entrare a Babilonia senza colpo ferire grazie alla resa incondizionata del popolo quando Nabucodonosor