Топ-100
Indietro

ⓘ Cultura della Thailandia ..




                                               

Boromakot

Re Boromakot, detto anche Borommakot, nome regale Somdet Phra Chaoyuhua Borommaracha Thirat III, è stato il terzultimo sovrano del regno di Ayutthaya, nel Siam, lodierna Thailandia. Fu re dal 1733 al 1758, e questi 25 anni corrispondono allultimo periodo di splendore del regno, che sarebbe caduto nove anni dopo la sua morte con la distruzione della capitale Ayutthaya da parte dei birmani. I suoi meriti nel sostenere il buddhismo e come politico a livello internazionale lo resero un modello a cui ispirarsi per i primi sovrani della dinastia Chakri che si insediò a Bangkok alla fine del Sett ...

                                               

Buddha Loetla Nabhalai

Phra Bat Somdet Phra Poramenthramaha Isarasundhorn Phra Buddha Loetla Nabhalai, in lingua thai พระบาทสมเด็จพระปรเมนทรมหาอิศรสุนทรฯ พระพุทธเลิศหล้านภาลัย, conosciuto come Buddha Loetla Nabhalai o Rama II, fu il secondo monarca del regno di Rattanakosin, e della dinastia Chakri che tuttoggi guida la Thailandia. Ricevette questi nomi dopo la sua morte dal successore, il figlio Nangklao. In campo politico Loetla non ebbe il carisma del padre, si limitò ad un ruolo cerimoniale e demandò lamministrazione a potenti clan aristocratici di Bangkok. Tra questi si mise in luce quello dei Bunnag, i cui ...

                                               

Colori della giornata in Thailandia

Nelle tradizioni thailandese e cambogiana cè una regola astrologica che assegna un colore ad ogni giorno della settimana basandosi sul colore del Navagraha del corpo celeste al quale il giorno è collegato. Per esempio, la divinità corrispondente al lunedì è Chandra, che ha il colore giallo. In questo giorno della settimana, per esempio, sono nati i sovrani Rama IX e suo figlio Rama X, e così la Thailandia è decorata di giallo negli anniversari dei loro compleanni, come anche le loro bandiere reali hanno lo sfondo giallo. I thailandesi spesso indossano vestiti corrispondenti al colore del g ...

                                               

Farang

Una leggenda molto popolare fa risalire lorigine del termine farang alla parola thailandese per indicare una persona di origine francese farangset, la pronuncia di français. Il termine a sua volta deriva dallantica parola francese franc, ovvero "Frank", una tribù germanica che divenne un importante potere politico nellEuropa occidentale e centrale durante lalto Medioevo e da cui la Francia ne prende il nome. Poiché lImpero Franco governò per gran parte dellEuropa per secoli, tutti gli europei e anche i mediorientali associarono la parola "Frank" ai latini che professavano la fede cattolica ...

                                               

Nang Yai

Il Nang Yai è il tradizionale teatro delle ombre siamese. Di estrazione ricca, era rivolto ad un pubblico nobile: sovente le rappresentazioni erano indirizzate alla famiglia reale ed agli aristocratici. Di matrice popolare era invece il Nang talung, diffuso nella Thailandia meridionale. I diversi tipi di spettacolo rientrano tutti nel Nang, che definisce lo spettacolo dombre thailandese nella sua interezza. Un dramma Nang Yai si esegue proiettando lombra di figure di cuoio di bufalo su uno schermo bianco. Questarte è oggi poco diffusa ed è considerata una pratica che sta sparendo. La dramm ...

                                               

Phuang malai

La phuang malai è una composizione floreale a ghirlanda tipica della Thailandia, dove è spesso usata come offerta o tenuta come segno di buona fortuna.

                                               

Ramakien

Il Ramakien è un poema epico thailandese ispirato al poema epico indiano Rāmāyana. Lopera ha avuto una grande influenza sulla cultura thailandese. Anche se la trama è identica a quella del Rāmāyana, molti aspetti sono stati ambientati in un contesto thailandese. Ne esistono attualmente tre copie dopo la distruzione di molte copie accaduta durante la distruzione di Ayutthaya nel 1767; una di queste fu scritta nel 1797 sotto la supervisione del re Rama I.

                                               

Sistema di numerazione thailandese

Il sistema di numerazione thailandese è costituito da un insieme di numeri tradizionalmente usati, appunto, in Thailandia, sebbene i numeri arabi siano più comuni a causa della pervasiva occidentalizzazione della Thailandia nella moderna era Rattanakosin. I numeri thailandesi seguono il sistema numerico indù-arabo comunemente usato nel resto del mondo. Nella lingua thailandese, i numeri spesso seguono il nome modificato e precedono ununità di misura, sebbene si verifichino variazioni a questo modello.

                                               

Sistema orario thailandese a 6 ore

Il sistema orario thailandese a 6 ore è un sistema tradizionalmente usato in Thailandia per tenere il tempo, parallelamente allufficiale sistema orario a 24 ore. Come molti degli altri sistemi più comuni divide il giorno in 24 ore, ma lo divide anche in quattro quarti, ognuno costituito da 6 ore. Le ore in ogni quarto ad eccezione della sesta sono dette con parole o frasi designate, che sono: Bai. mong บ่าย.โมง, dove yen sta per sera. Questo sistema è stato in uso in varie forme a partire dal periodo del Regno Ayutthaya, ma è stato codificato in modo simile alla sua forma attuale soltanto ...

                                               

Wai (saluto)

Il wai è un gesto con cui in Thailandia si saluta e si dimostra rispetto. In Cambogia tale termine viene tradotto con la parola sampeah ed in Laos con nop. In alcuni casi è in tali Paesi anche un modo di dimostrare la propria devozione. Il gesto e il contesto in cui viene usato sono analoghi a quelli del namasté indiano, cingalese e nepalese, con lutilizzo della posizione di preghiera detta pranamasana o Añjali Mudrā. Viene realizzato congiungendo le mani, unendo i palmi con le dita rivolte verso lalto, e tenendole allaltezza del petto, del mento o della fronte, facendo al contempo un inch ...