Топ-100
Indietro

ⓘ Principi goti ..




                                               

Gotia

Gòtia è il nome che il popolo germanico dei Franchi diede alla regione abitata da unaltra popolazione di origine germanica, i Goti, tra il V e lVIII secolo, che costituì lultimo lembo del regno dei Visigoti di fronte alla conquista araba. La regione resse alla pressione araba per una decina danni e poi fu assoggettata. Alla fine dellVIII secolo, Carlo Magno fece delle incursioni in Gotia che prima portarono alla conquista di Barcellona, nell801 e poi a quella di Narbona, qualche anno dopo. Dopo la conquista franca la Gotia fu divisa in due zone: lattuale Catalogna che fu aggregata alla mar ...

                                               

Teodato

Nato a Tauresium, vicino allodierna Skopje in Macedonia, Teodato fu Duca di Tuscia e nipote di Teodorico, in quanto nato dalla sorella Amalafrida, venne associato al trono dalla cugina Amalasunta. Dopo averla esiliata e fatta uccidere sul lago di Bolsena, tentò inutilmente di contrastare la reazione di Giustiniano. Dopo che il generale bizantino Belisario ebbe conquistato Napoli nel 536, Teodato fu rovesciato dagli stessi Goti, che elessero Vitige come suo successore. Fuggito precipitosamente verso Ravenna con lintenzione dimbarcarsi successivamente verso Costantinopoli, venne fatto insegu ...

                                               

Carlo Colonna

Era figlio del Principe Lorenzo Onofrio I Colonna, e di Maria Mancini, nonché Fratello di Filippo II Colonna, Fu creato cardinale nel concistoro del 17 maggio 1706 da papa Clemente XI e circa un mese dopo ricevette il titolo di cardinale diacono di Santa Maria della Scala. Nel 1715 optò per la diaconia di SantAngelo in Pescheria e nel 1730 per quella di SantAgata dei Goti. Fu notoriamente un mecenate delle arti e uno dei primi a sostenere il compositore Georg Friedrich Händel.

                                               

Papa Vigilio

Nei primi anni del suo pontificato, il papa scrisse molte lettere, tuttora esistenti, per dare indirizzi ecclesiastici alle varie chiese. Il 6 marzo 538 scrisse al vescovo Cesario di Arles indicando la penitenza che avrebbe dovuto scontare il re dAustrasia Teodeberto I per aver contratto matrimonio con la vedova del fratello. Il 29 giugno 538 inviò un decreto al vescovo di Braga, Profuturo, che conteneva le decisioni su vari problemi inerenti alla disciplina ecclesiastica. Ausanio ed il suo successore, Aureliano di Arles, contattarono il papa per la concessione del pallio quale segno di di ...

                                               

Principato di Teodoro

Il principato di Teodoro conosciuto anche come Gotia, fu un piccolo principato, nel sud-ovest della Crimea esistito tra il XII secolo fino al 1475. La capitale del principato di Teodoro, era Doros, che ora è conosciuto come Mangup.

                                               

Ragnvald Knaphövde

Ragnvald Knaphövde, o Ragnvald Kanphöfde in danese, fu re di Svezia, non riconosciuto nello Östergötland e nel Västergötland; regnò solo per alcuni mesi, ed è citato nelle Leggi di Västgötalagen come successore di Ingold II il Giovane. Secondo il Nordisk familjebok, il nome Knaphöfde sarebbe da ricondurre al nome di un recipiente usato per contenere bevande della grandezza pari a quella della testa del re.

Landolfo I
                                               

Landolfo I

Di lui scrive papa Giovanni XIII quando era ancora vescovo il 19 dicembre 956, lo incontra il 7 settembre 967 nella chiesa cattedrale di Benevento. Dellincontro narra anche lUghelli, attraverso la bolla del 26 maggio 969 che aveva trascritto. Diventato arcivescovo, Landolfo nel 970, consacra il vescovo di SantAgata de Goti. Di lui racconta anche lo storico e monsignore in occasione del dono dei suoi possedimenti, presso il ponte San Valentino, alla chiesa.