Топ-100
Indietro

ⓘ Michael Jacksons This Is It è un documentario musicalefilm concerto del 2009 diretto da Kenny Ortega e con protagonista Michael Jackson, in gran parte realizzat ..




Michael Jacksons This Is It
                                     

ⓘ Michael Jacksons This Is It

Michael Jacksons This Is It è un documentario musicale/film concerto del 2009 diretto da Kenny Ortega e con protagonista Michael Jackson, in gran parte realizzato utilizzando il materiale girato nei giorni immediatamente precedenti il suo decesso, mentre lartista provava le canzoni e preparava le coreografie per il residency show This Is It in programma a Londra a partire dal luglio 2009.

Non può essere definito solamente film concerto poiché non è, per lappunto, mai stato effettuato in pubblico, ma sono solo ed esclusivamente filmati di backstage durante le prove dello spettacolo che Jackson avrebbe dovuto tenere a Londra nella stagione successiva. I filmati sono stati poi messi insieme come per fare una scaletta e ricreare quel concerto che non ha mai avuto luogo.

Complessivamente il film ha incassato $261.183.588 milioni di dollari, diventando il documentario musicale con il maggior incasso di tutti i tempi.

                                     

1. Trama

Il film documenta le ultime settimane di vita del cantante Michael Jackson, ed in particolare cerca di ricostruire il più fedelmente possibile tramite immagini delle prove, interviste ad amici e collaboratori e immagini di repertorio inedite quello che avrebbe dovuto essere lomonimo tour.

                                     

2. La scaletta del film

Per mantenere il film nella durata delle due ore, sono state aggiunte solo le canzoni provate nella sua interezza, o quasi interezza, da Jackson e dalla sua band. Alcune canzoni provate solo dalla band e dai ballerini, o solo in parte da Jackson, come Dangerous e Dirty Diana, sono state invece omesse. Jackson, come nelle prove dei precedenti tour, e come lo si può vedere affermare nel dietro le quinte, era solito risparmiare la voce durante le prove cantando a bassa voce o non cantando affatto, pertanto nel montaggio del film la voce nelle canzoni è stata spesso ricavata da vecchie demo e dagli album originali.

                                     

3. Genesi dellopera

Date dei concerti

Immediatamente dopo lannuncio sul sito ufficiale del cantante, vennero pubblicate le date dei concerti, che sarebbero stati tutti eseguiti alla O2 Arena di Londra, nel Regno Unito.

                                     

3.1. Genesi dellopera Annuncio del Tour

Il 5 marzo 2009 Michael Jackson tenne una conferenza stampa in diretta mondiale con i principali network tra i quali la CNN e la BBC, su un palco montato appositamente nellatrio dellO2 Arena di fronte ad oltre 1.500 fan e 350 giornalisti annunciando che avrebbe tenuto una serie di 10 concerti nel corso dellestate, interrompendo unassenza dai tour di 12 anni che durava fin dall HIStory World Tour conclusosi nel 1997.

Jackson, arrivato con circa unora di ritardo a causa del traffico di Londra, si presentò sul palco anticipato da un montaggio video di immagini live da suoi precedenti tour. Vestito con una giacca nera con disegni in strass scintillante, pantaloni neri, i suoi classici mocassini e un paio di occhiali da sole "aviator" neri, cercò di tenere un discorso tra le urla di gioia dei suoi fans ma, proprio a causa degli occhiali da sole, non riuscì a leggere bene i teleprompter, come dichiarato da Dermot OLeary, presentatore dellevento, dovendo improvvisare gran parte del discorso. Le parole della sua conferenza stampa suscitarono pertanto molti interrogativi poiché lartista disse in un passaggio:

In realtà "this is it" in inglese può avere vari significati e il regista Kenny Ortega in unintervista futura dichiarerà che lidea del titolo del tour nacque durante una telefonata tra lui e Jackson e che lartista lo intendeva come "Ci siamo", "Questo è quello giusto" riferito al progetto o "Questo è il momento".



                                     

3.2. Genesi dellopera Promozione

Nelle ore precedenti la conferenza stampa una serie di poster pubblicitari del tour vennero affissi in alcune zone di Londra mentre nei giorni successivi iniziò una campagna pubblicitaria su alcune emittenti televisive; il primo spot costò quasi un milione di dollari e venne trasmesso dalla ITV London con unaudience stimato di circa 11 milioni di spettatori e creando un record senza precedenti perché lo spot, della durata di circa 4 minuti, prendeva un intero intermezzo pubblicitario.

In seguito venne lanciato un sito ufficiale, chiamato michaeljacksonlive.com, dove i fans potevano registrarsi per la prevendita, ma a causa delle numerosissime richieste e della vendita senza precedenti di 350.000 biglietti in pochi minuti, andò inizialmente in crash e questo portò la società organizzatrice dellevento, la "AEG Anschutz Entertainment Group", ad aumentare le date da 10 a 50; in seguito Jackson, parlando coi suoi fans fuori dallo Staples Center, dove si tenevano le prove, si dirà irritato da questa scelta, in quanto disse di non aver mai firmato per 50 date tutte in un posto ma che avrebbe voluto farne 10 a Londra e poi, più avanti, girare il mondo per esibirsi in altre arene; il cantante dichiarò inoltre:

Tutti i biglietti per le 50 date dei concerti furono rapidamente venduti creando un record per la più veloce vendita di biglietti nella storia. Jackson allora scelse di dividere il tour in due parti: la prima nellestate 2009 nei mesi di luglio, agosto e settembre e la seconda nei primi mesi del 2010 gennaio, febbraio e marzo.

Il cantante aprì un sondaggio sul suo sito web in cui ogni visitatore avrebbe potuto scegliere gratuitamente le sue 25 canzoni preferite: le più votate del sondaggio sarebbero state eseguite dal cantante.

Come conseguenza dellannuncio del tour i dischi di Jackson registrarono vendite come non si vedevano da molti anni: King of Pop incrementò del 400% e Thriller del 200%. La caccia ai biglietti dei concerti invase il web e alcuni furono messi in vendita su Ebay al prezzo di 10.000 sterline.

                                     

3.3. Genesi dellopera Scaletta ipotetica prevista nel tour

Se i concerti avessero avuto luogo, la seguente sarebbe stata la possibile scaletta per lo show:

  • Dont Stop Til You Get Enough strumentale - seguita da una versione breve e unicamente ballata di Shake Your Body Down to the Ground)
  • Dangerous
  • Wanna Be Startin Somethin
  • Earth Song 2009 3D Intro
  • MJ Air 3D Outro
  • The Drill Military Dance Performance con Mind Is the Magic instrumental e un brevissimo frammento di Bad
  • Billie Jean
  • Thriller seguita da una breve versione unicamente ballata della canzone Threatened dallalbum Invincible
  • Beat It
  • You Are Not Alone
  • Graveyard 3D Intro
  • The Way You Make Me Feel a volte sarebbe stata sostituita con You Rock My World
  • Jam con frammento di Another Part of Me
  • Human Nature a volte sarebbe stata sostituita con Stranger in Moscow
  • Man in the Mirror
  • Who Is It Instrumental Interlude - nel film è presente per accompagnare alcune immagini del backstage. Non è chiaro se Jackson avrebbe interpretato il pezzo nella sua completezza in un altro punto del concerto durante il tour o se la band lavrebbe suonata come jam session
  • Black or White
  • Glimpses & Flashes/Light Man 3D Intro
  • Gilda 3D Intro
  • Smooth Criminal
  • Global Medley We Are The World/Heal the World
  • Will You Be There
  • Rock With You
  • They Dont Care About Us con frammenti di HIStory e She Drives Me Wild
  • Dirty Diana
  • Jackson 5 Medley - I Want You Back / The Love You Save / Ill Be There
  • I Just Cant Stop Loving You in duetto con Judith Hill
  • Earth Song


                                     

3.4. Genesi dellopera Date dei concerti

Immediatamente dopo lannuncio sul sito ufficiale del cantante, vennero pubblicate le date dei concerti, che sarebbero stati tutti eseguiti alla O2 Arena di Londra, nel Regno Unito.

                                     

3.5. Genesi dellopera Cast

A partire da aprile 2009 migliaia di ballerini si presentarono alle audizioni condotte personalmente dallo stesso Jackson con la collaborazione del regista dello show, e suo collaboratore di vecchia data, Kenny Ortega; quello che segue sarebbe stato il cast completo dello show:

  • Stilisti/Costumisti: Michael Lee Bush e Zaldy Coco
  • Lead Vocalist e ballerino principale: Michael Jackson
  • Tastiere: Michael Bearden, Morris Pleasure
  • Co-coreografi con Jackson: Travis Payne e Stacy Walker
  • Hair & Makeup/truccatrice personale di Jackson: Karen Faye
  • Coro: Judith Hill, Dorian Holley, Darryl Phinnessee, Ken Stacey
  • Regista e direttore spettacolo: Kenny Ortega
  • Batteria: Jonathan Moffett
  • Percussioni: Roger Bashiri Johnson
  • Ballerini: Nicholas Bass, Daniel Celebre, Mekia Cox, Christopher Grant, Misha Hamilton, Shannon Holtzapffel, Devin Jamieson, Charles Klapow, Ricardo Reid, Danielle Rueda Watts, Tyne Stecklein, Timor Steffens
  • Chitarra: Orianthi Panagaris, Thomas Organ
  • Basso: Alex Al
                                     

3.6. Genesi dellopera Artisti di supporto

In unintervista concessa al Larry King Live la cantante Lady GaGa ha dichiarato che avrebbe dovuto aprire alcuni degli spettacoli di Londra di Jackson come artista di supporto interpretando una canzone intitolata Pictures. Inoltre nella stessa intervista lartista dichiara che ci furono alcune discussioni tra gli organizzatori dei concerti e gli artisti di supporto per organizzare dei possibili duetti tra Jackson e gli artisti in alcune serate. Shaheen Jafargholi, un cantante bambino uscito dal Talent show Britains Got Talent, avrebbe dovuto interpretare Whos Lovin You allinizio di alcune date del tour come dichiarato dallo stesso Kenny Ortega. La canzone venne interpretata alla fine dal ragazzino in onore di Jackson al suo memorial pubblico nel luglio del 2009.

                                     

3.7. Genesi dellopera La morte di Michael Jackson

Il 25 giugno 2009 Michael Jackson è deceduto a Los Angeles per arresto cardiaco causato da unintossicazione da Propofol. Il tour venne pertanto cancellato e i promoter del tour, lAEG Live, si impegnarono a rimborsare lintero costo dei biglietti venduti o a dare in cambio ai fans dei biglietti commemorativi. Pochi giorni dopo il decesso vennero diffuse parecchie immagini delle prove dei concerti e venne reso pubblico il fatto che Jackson aveva fatto filmare oltre cento ore di prove dai suoi operatori.

                                     

3.8. Genesi dellopera Produzione del film

Il 10 agosto 2009 il giudice Mitchell Beckloff della corte di Los Angeles approva un accordo riguardante i beni del cantante appena deceduto tra la AEG Live e la Sony Pictures. Questo accordo consente alla Sony Pictures di entrare in possesso e montare a scopo commerciale tutto il girato delle prove eseguite da Michael Jackson allo Staples Center di Los Angeles in preparazione al tour. Sony pagò 60 milioni di dollari per avere i diritti sul materiale girato e sul film da esso derivato.

Venne confermato dagli addetti ai lavori sul sito ufficiale del cantante che alcune riprese di alcune sequenze per lo spettacolo erano state effettuate in 3D ma nelle sale esse saranno visibili in proiezione normale. Il film non mostra solo i pezzi di concerto provati e registrati ma contiene anche dietro le quinte inediti e interviste con i suoi collaboratori. Il progetto è stato ultimato nei primi giorni di settembre. Nei titoli di coda del film viene, indirettamente, reso noto agli spettatori che la voce di Michael è stata ritoccata mediante lutilizzo di vecchie registrazioni e demo.



                                     

4. Promozione e incassi

Il primo trailer è stato proiettato il 13 settembre 2009 agli MTV Video Music Awards 2009 mentre il film è uscito nelle sale di tutto il mondo il 28 ottobre 2009 e contiene anche un brano inedito eseguito da Jackson.

Michael Jacksons This Is It ha incassato 101 milioni di dollari nei primi 5 giorni di apertura, di cui 21 milioni solo nel fine settimana nelle sale nordamericane. Il successo è stato tale che negli Stati Uniti la Sony ha prolungato la programmazione dalle 2 settimane inizialmente previste fino al ponte del giorno del ringraziamento alla fine di novembre, mentre in Italia fino al 25 novembre. I biglietti venduti nel mondo hanno generato più di 68 milioni di dollari, tra cui 10.4 in Giappone e 3.2 in Cina.

Gli incassi finali ammontarono a livello mondiale a 261.183.588 dollari, rendendolo il documentario musicale/film-concerto col maggiore incasso nella storia.

                                     

5. Altri media

Sony Music Entertainments Columbia e Epic Label Group hanno pubblicato il doppio album This Is It, con le musiche provenienti dal film, in tutto il mondo il 26 ottobre in concomitanza con luscita del film:

  • Disco 2: include versioni inedite dei classici del cantante e una poesia inedita recitata da Michael Jackson intitolata Planet Earth.
  • Disco 1: contiene i brani originali dei più grandi successi di Michael nella stessa sequenza con la quale appaiono nel film. Il disco termina con due versioni inedite del singolo This Is It. La canzone, usata nella scena conclusiva del film, prevede la partecipazione dei fratelli di Michael come coristi.

Il doppio CD comprende un booklet commemorativo di 36 pagine nel quale figurano foto esclusive di Jackson nelle sue ultime prove.

Il DVD e il Blu Ray della pellicola cinematografica sono stati pubblicati il 23 febbraio 2010. Ledizione speciale del DVD contiene un doppio disco con oltre due ore di contenuti speciali.