Топ-100
Indietro

ⓘ Armoriale delle città del primo e secondo Impero. L Armoriale delle città del primo e secondo Impero fornisce gli stemmi delle città del Primo Impero francese, ..




Armoriale delle città del primo e secondo Impero
                                     

ⓘ Armoriale delle città del primo e secondo Impero

L Armoriale delle città del primo e secondo Impero fornisce gli stemmi delle città del Primo Impero francese, del Secondo Impero e del Regno dItalia, in francese e in italiano.

                                     

1. Descrizione

Durante lAncien Régime esistevano in Francia quaranta città che godevano del privilegio esclusivo di essere rappresentate ufficialmente allincoronazione relale dai loro sindaci. Queste città avevano il titolo di bonne ville, e portavano come segno distintivo, nei loro scudi, il capo di Francia. La Rivoluzione francese abolì questuso, per lo stesso motivo numerose città persero i loro blasoni che sfoggiavano il segno della regalità.

Il decreto del 17 maggio 1809 che rese alle città il diritto di ottenere uno stemma, i cui dettagli furono normati con la circolare ministeriale del 4 luglio 1809, precisò che per lavvenire nessuna città o corporazione poteva avere un blasone che in seguito allautorizzazione dellImperatore. Inoltre suddivise le città in tre classi e precisò, in rapporto agli stemmi, i segni distintivi di ciascuna classe.

                                     

2.1. Primo Impero francese Bonnes villes

Le bonnes villes con il rango di duca portavano nel loro stemma un capo di rosso, caricato di tre api doro poste in fascia Capo delle Bonnes Villes dellImpero e come ornamenti esteriori avevano una corona murale a sette merli, cimata da unaquila nascente per cimiero, il tutto doro, sostenuto da un caduceo del medesimo, posato al di sopra del capo, e al quale sono sospesi due festoni in funzione di lambrecchini, luno a destra di quercia, laltro a sinistra dulivo, di oro, annodati e legati con nastri di rosso.

                                     

2.2. Primo Impero francese Città di seconda classe

Le città di seconda classe rango di conte, cioè quelle i cui sindaci assistevano come gli omologhi delle bonnes villes allincoronazione dellimperatore, portavano nella loro arma a destra un quartier franco dazzurro, caricato di una N Napoleone doro sormontata da una stella raggiante dello stesso e avevano quali ornamenti esteriori una corona muraria dargento a sette merli come cimiero, sostenuta da un caduceo dello stesso al quale sono sospesi due festoni in funzione di lambrecchini, luno a destra di quercia, laltro a sinistra dulivo, di oro, annodati e legati con nastri di azzurro.

                                     

2.3. Primo Impero francese Città di terza classe

  • Le città della terza classe rango di barone, cioè quelle in cui i sindaci venivano nominati dai prefetti, portavano nella loro arma un quartier franco a sinistra, di rosso, caricato di una N dargento sormontata da una stella raggiante dello stesso e avevano quali ornamenti esteriori un canestro formato da covoni doro e al quale sono sospesi due festoni in funzione di lambrecchini, luno a destra dulivo, laltro a sinistra di quercia, annodati e legati con nastri di rosso.
                                     

3. Regno dItalia

Buone città

Le buone città portavano nello stemma un capo di verde colla lettera N Napoloene doro posta nel cuore ed accostata da tre rose a sei foglie, del medesimo. Lo stemma era cimato dalla corona murale a sette merli, doro, sormontato dallaquila nascente al naturale, tenente tra gli artigli un caduceo doro, in fascia; il tutto accompagnato da due festoni intrecciati di ulivo e di quercia dellultimo, uscenti dalla corona e divisi tra i due fianchi ricongiunti e pendenti dalla punta.

Città di prima classe

Le città di prima classe portavano nella loro arma un cantone franco destro di verde alla lettera N Napoleone dargento, sormontata da una stella del medesimo; il tutto cimato dalla corona murale a cinque merli, accollata da un caduceo del medesimo posto in fascia ed accompagnato da due festoni intrecciati dulivo e di quercia uscenti dalla corona, divisi tra i due fianchi dello scudo, ricongiunti e pendenti dalla punta, il tutto dorato.