Топ-100
Indietro

ⓘ Fricativa glottidale sorda. La transizione glottidale sorda, comunemente chiamata fricativa, è un tipo di suono usato in alcune lingue parlate che si comporta s ..




                                     

ⓘ Fricativa glottidale sorda

La transizione glottidale sorda, comunemente chiamata "fricativa", è un tipo di suono usato in alcune lingue parlate che si comporta spesso come una consonante, ma talvolta è più simile ad una vocale, o è indeterminato nel suo comportamento. Il simbolo nellalfabeto fonetico internazionale che rappresenta questo suono è h, e il simbolo equivalente X-SAMPA è h. Il simbolo in questione rappresenta dunque un H/h latina.

Le persone che mancano di questo suono nella loro lingua nativa hanno spesso difficoltà quando tentano di produrlo - in particolare, i parlanti del francese.

Anche se associata alla sua produzione.

                                     

1. Caratteristiche

La consonante fricativa glottidale sorda presenta le seguenti caratteristiche:

  • È una consonante orale, il che significa che laria si fa uscire attraverso la bocca.
  • Poiché è pronunciata nella gola, senza una componente della bocca, la dicotomia centrale/laterale non si applica.
  • Il suo tipo di fonazione è sordo, il che significa che laria passa attraverso le corde vocali senza farle vibrare.
  • In alcune lingue, ha il modo di articolazione ristretto di una fricativa. Tuttavia, in molte lingue se non nella maggior parte è uno stato di transizione della glottide, senza alcun modo di articolazione diverso dal suo tipo di fonazione. Poiché non esiste alcunaltra restrizione che produca frizioni del tratto vocale nelle lingue con cui hanno familiarità, molti fonetisti non considerano più è stata talvolta presentata come una vocale sorda, avendo il luogo di articolazione delle vocali circostanti di questo tipo.
  • Il meccanismo con cui si forma il flusso daria è egressivo polmonare esalazione, il che significa che essa è articolata spingendo laria fuori dai polmoni e attraverso il tratto vocale, piuttosto che dalla glottide o dalla bocca.
                                     

2. In latino

In latino classico una fricativa o approssimante glottidale /h/ era la normale realizzazione della lettera H il suono successivamente scomparve. Era percepita quasi come vocale, e di solito si trovava solo allinizio di parola. Solo in grecismi, può far parte dei digrammi PH, TH, e CH, in cui era una leggera aspirazione dellocclusiva.