Топ-100
Indietro

ⓘ Autostrada A12, Italia. L autostrada A12 è un tracciato previsto che dovrebbe collegare Genova con Roma attraverso il litorale tirrenico. Risultano completati i ..




Autostrada A12 (Italia)
                                     

ⓘ Autostrada A12 (Italia)

L autostrada A12 è un tracciato previsto che dovrebbe collegare Genova con Roma attraverso il litorale tirrenico. Risultano completati i tratti Genova-Livorno-San Pietro in Palazzi e Roma-Tarquinia.

                                     

1. Storia

Lautostrada A12 è stata aperta al traffico in più fasi funzionali

Il 7 agosto 1981 fu definitivamente soppressa la barriera di pedaggio di Sestri Levante, che fino ad allora separava i tronchi di pertinenza delle società Autostrade e SALT. Sempre nel corso degli anni ottanta fu aperto il casello di Carrodano, in seguito rinominato "Carrodano-Levanto".

La tratta Roma-Civitavecchia, che originariamente non aveva nulla che vedere col resto dellopera ed era catalogata come A16, venne aperta al traffico il 31 gennaio 1967 dopo cinque anni di lavori. Il 17 luglio 2015 fu aperto al traffico un prolungamento di 4 km fino al ponte sul fiume Mignone. Il 31 luglio 2015 venne aperto anche il tratto successivo fino a Tarquinia ulteriori 10.5 km, anche se con una configurazione provvisoria e limite di 60 km/h. Il 22 marzo 2016 viene aperta provvisoriamente la tratta Civitavecchia Porto-Tarquinia adattamento a sede autostradale della strada statale Aurelia esistente, con apertura al traffico definitiva avvenuta il 1º aprile 2016. Dal 2 aprile 2016 il limite di velocità tra Civitavecchia Porto e Tarquinia è stato definitivamente alzato a 130 km/h.

                                     

2.1. Lautostrada oggi Tratto Genova-Pisa

Ha origine dallautostrada A7, poco a nord di Genova e con una serie di gallerie e viadotti oltrepassa labitato. Quindi percorre a mezza costa tutta la Riviera di Levante con uscite a Genova Est, Genova-Nervi, Recco, Rapallo, Chiavari, Lavagna e Sestri Levante. Qui si stacca dalla costa e si insinua nella Val di Vara per giungere La Spezia, dove incrocia lAutostrada A15.

Entra in territorio toscano e, parallela alla costa, serve gli abitati di Carrara, Massa, Versilia e Viareggio. Dopo le due intersezioni con la bretella di Lucca e con la Autostrada A11 arriva a Pisa.

                                     

2.2. Lautostrada oggi Tratto Pisa-Livorno-San Pietro in Palazzi

Lautostrada arriva alle porte di Stagno, da dove parte il raccordo per Livorno per mezzo della Variante Aurelia a sua volta in diretta comunicazione con la Strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Lautostrada quindi prosegue per un breve tratto verso linterno, toccando Collesalvetti località Mortaiolo, dove si allaccia alla suddetta superstrada Firenze-Pisa-Livorno, per terminare poi, dopo la barriera di Rosignano Barriera, nei pressi di San Pietro in Palazzi, frazione nord di Cecina, dove si collega alla Variante Aurelia e alla Via Aurelia.

Il tratto Genova - Sestri Levante è esercito dalla società Autostrade per lItalia, il successivo tratto fino a Livorno dalla S.A.L.T., conclude il breve tratto Livorno - San Pietro in Palazzi concesso alla società S.A.T.

                                     

2.3. Lautostrada oggi Tratto Tarquinia-Roma

Il tratto da Roma a Civitavecchia, in origine classificato "A16", venne aperto al traffico nel dicembre 1966 e inaugurato il 18 gennaio dellanno successivo alla presenza dei ministri Andreotti, Bo e Mancini.

Si snoda dallautostrada A91 Roma-Fiumicino e corre accanto a una delle piste dellaeroporto internazionale Leonardo da Vinci fino a Fregene. Seguono le uscite di Torrimpietra, Cerveteri-Ladispoli, Santa Marinella-Santa Severa, Civitavecchia Sud e Nord ed i nuovi svincoli di Civitavecchia-porto, Monte Romano e Tarquinia. Lautostrada finisce a nord di Tarquinia innestandosi sulla Aurelia.

Questo tratto era originariamente numerato A16, e solo in seguito si è deciso di riconsiderarlo assieme al tratto Genova-Rosignano Marittimo come parte di unautostrada tirrenica: la numerazione A16 è stata quindi assunta dallautostrada Napoli-Canosa, nota come autostrada dei Due Mari.

Il tratto Roma-Civitavecchia Porto è gestito da Autostrade per lItalia mentre il restante tratto Civitavecchia Porto-Tarquinia è gestito da SAT.

Attualmente alla tratta Roma-Civitavecchia è attribuita anche la classificazione interna di Autostrade per lItalia A92. Tale classificazione però non è presente né sulla segnaletica né nei pannelli integrativi in prossimità dei cavalcavia.

Una particolarità riguarda un tratto non soggetto a pagamento: anche altre autostrade presentano tratti simili posti però in posizione iniziale o terminale. Per quanto riguarda la Roma-Civitavecchia sono presenti due svincoli interni alle due barriere in corrispondenza dei quali non sono presenti strutture di pagamento di pedaggio: questo fa sì che il tratto compreso tra i caselli di Santa Severa-Santa Marinella e Cerveteri, possa essere percorso in entrambe le direzioni a costo zero. Inoltre allo svincolo di Civitavecchia Nord il casello per il pagamento del pedaggio non è mai entrato in funzione, fino a essere smantellato nel gennaio del 2009, quindi esso è a tutti gli effetti uno svincolo a costo zero. Conseguentemente anche il tratto tra svincolo di Tarquinia, svincolo di Monte Romano, svincolo di Civitavecchia Porto e Civitavecchia Nord è a costo zero.



                                     

2.4. Lautostrada oggi Tratto San Pietro in Palazzi-Tarquinia

Da molti anni è prevista la realizzazione, a carico della concessionaria Società Autostrada Tirrenica, del collegamento Rosignano Marittimo - Civitavecchia, di circa 210 km, per completare il corridoio Genova - Roma per un costo totale stimato attorno ai 3.78 miliardi di euro.

Tale collegamento sino a oggi è affidato, da Rosignano sino a Grosseto, alla Variante Aurelia, una superstrada a quattro corsie, mentre da Grosseto a Tarquinia è necessario percorrere la via Aurelia, che presenta quindi incroci a raso, tratti alberati e lattraversamento di numerosi centri abitati. Il CIPE ha dato più volte il via al progetto che è stato però ostacolato da più parti.

Il 15 dicembre 2009 venne inaugurato il cantiere del primo lotto di circa 4 km della tratta verso Civitavecchia, tra Rosignano Marittimo e San Pietro in Palazzi verso luscita di Cecina Nord della Variante Aurelia, il cui completamento avvenne nel 2012.

Il 27 giugno 2011 furono inaugurati i primi 1.5 km e la nuova barriera di Vada-Rosignano che consentono lingresso diretto dalla Variante Aurelia in A12 senza passare per le rampe di svincolo.

Il 6 maggio 2011 il CIPE approvò la delibera sul tratto di 16.5 km Civitavecchia Porto - Tarquinia, i cui lavori partirono nellottobre 2011 e consistono nellampliamento della sede stradale dellattuale SS 1 Aurelia, a opera di Pavimental. I primi 4 km, tra Civitavecchia Porto e il ponte sul fiume Mignone, furono aperti al traffico il 17 luglio 2015. Lintera tratta è operativa dal 1º aprile 2016.

Il 28 settembre 2013 il CIPE ha approvato il progetto definitivo della tratta Tarquinia-San Pietro in Palazzi, comprendente i lotti 2, 3, 5A, 6B, e sbloccato 2 miliardi di euro di finanziamento privato.

Il 13 maggio 2015 è stato firmato il protocollo per completare il tracciato. Per il tratto Nord, da San Pietro in Palazzi a Grosseto, è previsto lampliamento della Variante Aurelia, mentre per il tratto Sud, da Grosseto a Civitavecchia, il tracciato è stato posto il più possibile in sovrapposizione allasse della statale Aurelia.

Lautostrada rimarrà in concessione a SAT S.p.A. fino al 31 dicembre 2046, dopodiché lo Stato acquisirà per 3.77 miliardi lautostrada stessa delibera CIPE 78/2010.

                                     

3. Bretella A11/A12

La bretella A11/A12, o diramazione Lucca-Viareggio, è un breve tratto autostradale di 18 chilometri, aperto al traffico nel 1973, che permette un più rapido percorso nella direttrice fra Firenze e Genova.

La bretella è a carreggiate separate a doppia corsia, senza corsia di emergenza. La segnaletica stradale è a fondo verde, e presenta i segnali di inizio e fine autostrada. Il limite di velocità sullintera bretella è di 110 km/h.

Nel 2007 è stato inaugurato il nuovo assetto dellintersezione tra la bretella e lautostrada A12, eliminando le barriere di Lucca Ovest e Viareggio, in modo che sia possibile percorrere le autostrade senza fermate.

Il decreto legislativo del 29 ottobre 1999 n. 461 ha classificato questa diramazione come A11/A12, tuttavia nei pannelli integrativi di identificazione dei cavalcavia è indicata come A11.

È gestita dalla Società Autostrada Ligure Toscana.

                                     

4. A12 Diramazione Livorno

La diramazione Livorno della A12 si sviluppa per 4.5 km partendo dallo svincolo Livorno. Nel suo breve percorso prima si interseca con la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno e poi confluisce nella variante Aurelia allaltezza di Stagno.

                                     

5. Raccordo autostradale di Pisa

La strada, in concessione alla Società Autostrada Ligure-Toscana SALT, non ha una denominazione ufficiale propria e non è compresa nellelenco dei raccordi autostradali. Essa è collegata senza soluzione di continuità alla SGC FI-PI-LI, allaltezza dello svincolo di Pisa Ovest. È lunga 2.8 km e conduce al casello di Pisa Centro dellAutostrada A12. Nel suo percorso, lunica uscita è quella per San Piero a Grado e il litorale pisano, che vengono raggiunti mediante una bretella di 3 km, con carreggiate a corsia unica. La strada è a carreggiata a doppia corsia, senza corsia di emergenza. La segnaletica stradale è a fondo verde, e presenta i segnali di inizio e fine autostrada. I segnali identificativi dei cavalcavia sono di tipo autostradale e riportano il numero progressivo dellAutostrada A12, mentre la numerazione progressiva chilometrica è un proseguimento di quella della contigua SGC FI-PI-LI. Il limite di velocità sullintero percorso è di 110 km/h.



                                     

6. Lavori e progetti

Nei prossimi anni è prevista la realizzazione della terza corsia dinamica in ambedue i sensi di marcia nel tratto Santo Stefano di Magra-Viareggio, per una lunghezza di circa 45 km. Dal 18 maggio 2019 è stato inaugurato un collegamento pedonale in grado di facilitare laccesso dalle aree di sosta dellautostrada al sito archeologico di Luni.