Топ-100
Indietro

ⓘ Immigrazione negli Stati Uniti dAmerica. L immigrazione negli Stati Uniti dAmerica si riferisce a quel fenomeno di portata internazionale che ha portato persone ..




Immigrazione negli Stati Uniti dAmerica
                                     

ⓘ Immigrazione negli Stati Uniti dAmerica

L immigrazione negli Stati Uniti dAmerica si riferisce a quel fenomeno di portata internazionale che ha portato persone residenti in ogni continente a stabilirsi nella nazione fin dai primi anni dellera pionieristica. Limmigrazione è stata la principale fonte di crescita demografica e politica degli Stati Uniti e ha contribuito in gran parte allarricchimento culturale della storia statunitense.

Gli aspetti sociopolitici ed economici che porta oggi limmigrazione hanno creato lapertura di dibattiti nazionali in materia come la diversità etnica e religiosa, crescita delloccupazione degli stranieri in sfavore degli autoctoni, modelli insediativi, impatto ambientale e sociale, identità nazionale, appartenenza politica, criminalità, valori morali e abitudini.

Oggi i flussi immigratori regolarizzati in contrasto allo spaventoso aumento dellimmigrazione clandestina, specie proveniente da paesi latinoamericani, hanno riaperto la questione dellimposizione di nuove leggi sulla regolamentazione dellimmigrazione.

Nel 2006 gli Stati Uniti, con un numero vicino ai 37.5 ml di stranieri residenti legalizzati, erano la prima nazione del mondo per numero di immigrati ospitati.

Nel 2013 gli stranieri residenti negli Stati Uniti sono 41.347.945 su una popolazione totale di 316.497.531 individui.

La recente immigrazione clandestina proveniente dal Messico ha portato alla rinascita di discussioni in materia, chiedendo il rafforzamento delle leggi anti clandestinità vigenti o lapplicazione di nuove per fronteggiare il flusso illegale oltrelimite. In ottemperanza alle richieste, nel 1994 iniziò la costruzione di una barriera da parte degli Stati Uniti per limitare limmigrazione dal Messico.

                                     

1. Storia

La storia dellimmigrazione verso gli Stati Uniti può essere distinta in quattro periodi: epoca coloniale, metà del XIX secolo, primo ventennio del Novecento e post 1965. Ogni epoca si è contraddistinta dalle altre per i motivi che hanno spinto la gente ad emigrare e per le diverse razze ed etnie coinvolte nei movimenti di massa. La metà del diciannovesimo secolo fu protagonista dellimmigrazione di massa da paesi dellEuropa centrosettentrionale ed occidentale Germania, Irlanda, mentre gli inizi del Novecento furono caratterizzati dallarrivo di europei meridionali e orientali Italia, paesi dellEst.Dal 1965 ha riavuto inizio una forte immigrazione dai paesi asiatici Cina, India e latinoamericani.

Dal 1836 al 1914, oltre 30 milioni di europei sono emigrati negli Stati Uniti.

                                     

2. Regolamentazioni

Limmigrazione verso gli Stati Uniti non ebbe particolari restrizioni e regolamentazioni di flussi durante lera pionieristica, anzi in questa fase i primi coloni bianchi operarono la conquista delle terre occidentali in mano ai nativi americani proprio grazie alla sovra immigrazione dalle patrie europee.

Solo a partire dal 1875 si cominciò a disciplinare lingresso escludendo certe categorie di persone come: indigenti ed analfabeti, infermi, dementi, prostitute, anarchici e comunisti. Da quellanno il governo federale studiò diverse norme di regolamentazioni dei flussi dimmigrazione, indirizzati però ai gruppi etnici e non più allappartenenza sociale. Queste leggi anti immigratorie erano inizialmente indirizzate a contrastare i forti arrivi provenienti dallAsia: nel 1882 si configurava in questo contesto il Chinese Exclusion Act, che chiudeva di fatto lapertura allimmigrazione cinese.

Le politiche dimmigrazione sempre più restrittive nei riguardi degli asiatici andarono a preferire larrivo degli europei, cosa che però portò con gli anni allattuazione di norme restrittive totali o parziali anche per essi.

                                     

3.1. Effetti dellimmigrazione contemporanea Politica

Lappartenenza politica degli immigrati differisce a seconda della religione, delletnia e della generazione. È provato per esempio che gli ispanici evangelici sono molto più legati ai valori conservatori della propria fede che i non ispanici.

Questa tendenza è in grosso modo parte della leva culturale che gli ispanici hanno avuto dal cattolicesimo, che infonde nella quasi totalità di essi una forte identità cristiana. Sebbene tra gli immigrati siano presenti diverse correnti politiche, il Partito Democratico è il partito storicamente preferito dagli elettori immigrati per le sue politiche dimmigrazione e integrazione.

                                     

3.2. Effetti dellimmigrazione contemporanea Salute

La maggior parte degli immigrati non ha la possibilità di pagare lassicurazione e quindi non possono usufruire di assistenza medica neanche in casi gravi, inoltre non hanno nessuna garanzia su casa e lavoro e nessuna agevolazione. Esistono delle associazioni che aiutano gli immigrati ma non sono certamente sufficienti per assicurare a tutti lassistenza sanitaria.

                                     

3.3. Effetti dellimmigrazione contemporanea Società

Nella società contemporanea si verificano sempre più spesso fenomeni di razzismo verso le nuove generazioni le minoranze etniche e contrasti anche violenti tra le diverse comunità. I casi maggiormente riportati di questi conflitti possono essere le rivalità tra neri e coreani vedi rivolta di Los Angeles o tra afroamericani e ispanici di colore. Nelle carceri si è assistito a una recrudescenza della violenza tra bande di prigione afroamericane e messicane, specie in California vi sono state diverse rivolte e uccisioni su commissione nelle carceri. Dopo la recente emigrazione degli afroamericani verso i quartieri laterali occupati in prevalenza da messicani, sono stati segnalati casi di aggressione da ambedue le parti.

Negli anni recenti sono aumentati i casi di violenza tra europei americani ed ispanici, africani di nuova immigrazione e afroamericani e tra ispanici nati statunitensi e quelli appena immigrati.



                                     

4. Immigrazione clandestina

Limmigrazione clandestina negli Stati Uniti è un fenomeno che ha preso piede a partire dagli anni 60 del Novecento, e che riguarda principalmente stati dellAmerica centrale, dei Caraibi e dellAsia Sudorientale. La stragrande maggioranza degli immigrati clandestini arrivano dal Messico, El Salvador, Guatemala e Honduras, da Cuba e da Porto Rico per quanto riguarda paesi Latinoamericani; riguardo ai flussi dallAsia, bisogna ricordare la Cina, le Filippine ed il Vietnam. Il fenomeno ha raggiunto lapice alla fine degli anni 90, anche se già nel 1994 era stata ultimata la costruzione di un muro al confine tra USA e Messico per il contenimento dei clandestini da questultimo. Ad oggi si stima vi siano oltre 11 milioni di clandestini negli Stati Uniti.

                                     
  • Voce principale: Immigrazione negli Stati Uniti d America Durante il periodo pionieristico, la preoccupazione principale negli U.S.A. era di occupare
  • americana Immigrazione negli Stati Uniti d America Impeachment negli Stati Uniti Istruzione negli Stati Uniti d America Lingua italiana negli Stati Uniti d America
  • parte del generale aumento dei movimenti migratori vedi immigrazione negli Stati Uniti d America Molti ebrei tedeschi giunsero verso la metà del XIX secolo
  • degli Stati Uniti d America in inglese United States Department of Homeland Security è un dipartimento del Gabinetto degli Stati Uniti d America Ha il
  • e gli Stati Uniti d America divide i due paesi da Oceano ad Oceano, correndo per circa 3000 chilometri e lambendo quattro Stati USA e sei Stati messicani
  • La Chiesa cattolica negli Stati Uniti d America è parte della Chiesa cattolica universale, in comunione con il vescovo di Roma, il Papa. Il cattolicesimo
  • Stati Uniti d America Presidente degli Stati Uniti d America Stemma personale dei presidenti degli Stati Uniti d America Vicepresidente degli Stati Uniti
  • Il razzismo negli Stati Uniti d America rappresenta un fenomeno storico presente fin dall epoca coloniale. I privilegi e i diritti sanzionati legalmente
  • Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d America in inglese United States Department of Justice abbr. DOJ fondato durante la presidenza di
  • Le religioni negli Stati Uniti d America sono caratterizzate da una cospicua diversità di credenze e pratiche cultuali. Alcune religioni nacquero e fiorirono
  • Le elezioni presidenziali degli Stati Uniti d America sono una procedura elettorale degli Stati Uniti d America con la quale vengono eletti il presidente