Топ-100
Indietro

ⓘ Il peso falso è un romanzo breve scritto da Joseph Roth e pubblicato nel 1937 dalla casa editrice Querido Verlag di Amsterdam. ..




                                     

ⓘ Il peso falso

Il peso falso è un romanzo breve scritto da Joseph Roth e pubblicato nel 1937 dalla casa editrice Querido Verlag di Amsterdam.

                                     

1. Presentazione dellopera

Dopo dodici anni di servizio nellesercito come sottufficiale di carriera, lebreo Anselm Eibenschütz si congedò per assecondare la volontà della moglie e diventò il nuovo verificatore di pesi e di misure nel distretto di Zlotogrod, nella periferia orientale dellimpero asburgico. Egli svolgeva il suo lavoro con grande zelo scatenando così nei negozianti una forte avversione, soprattutto in Jadlovker padrone dellOsteria della Frontiera a Szvaby e dellattigua bottega in cui oltre a prodotti alimentari vendeva uomini e ragazze e fabbricava pesi falsi. Ben presto Eibenschütz si accorse che la moglie lo tradiva con il suo scrivano le sue visite allosteria della Frontiera diventarono sempre più frequenti: non sopportava latmosfera gelida della sua casa e soprattutto voleva vedere Euphemia, la bella zingara amica di Jadlovker. Dopo larresto di questultimo Eibenschütz diventò il nuovo amministratore della locanda e del negozio, perdendo di vista il suo dovere di verificatore e iniziando a bere smoderatamente dopo la fine della relazione con la zingara. Una sera, mentre Eibenschütz stava legando il cavallo, Jadlovker, evaso di prigione, lo colpì sulla fronte con un sasso. Solo due ore dopo, non vedendolo entrare, un brigadiere trovò il suo corpo; il povero verificatore non morì per la ferita, ma per il mancato soccorso allospedale dove venne considerato esanime.

                                     

2. Stile

Lopera presenta uno stile fiabesco, linizio è quello tipico delle Märchen: "Cera una volta nel distretto di Zlotogrod un verificatore di pesi e misure che si chiamava Anselm Eibenschütz" e si conclude con un giudizio su Dio. Essa è lultima del ciclo di romanzi di Roth che tratta una tematica religiosa a cui appartengono Tarabas, Die Hundert Tage e Die Berichte eines Mörders. Il peso falso dimostra come la mancanza di valori e di qualcosa in cui credere abbia come conseguenza lo svuotamento e la regressione delluomo. Per questo motivo può essere considerato un anti- Bildungsroman: da persona proba Eibenschütz si trasforma in una persona dissoluta e viziosa che arriva a desiderare la morte come fuga dalla solitudine.

                                     

3.1. Decadenza Anselm Eibenschütz

Roth illustra la vita di Anselm Eibenschütz, verificatore di pesi e misure nella periferia orientale dellimpero asburgico, mettendo in evidenza come la mancanza di valori laici e religiosi possa determinare la distruzione morale e fisica di un uomo, soprattutto di un Ebreo assimilato, ossia di un ebreo che ha perso la propria identità per assumere i vizi le abitudini della borghesia occidentale. Se allinizio Eibenschütz viene descritto come una persona onesta, inflessibile, robusta, di bella presenza che si prende cura del proprio corpo lavandosi e radendosi ogni giorno, alla fine si lascia andare allabuso di alcol, abbandonando una delle sue regole fondamentali di vita: il mantenere un aspetto esteriore ordinato. La trascuratezza non è nientaltro che la manifestazione di un disagio interiore che comincia con un senso di solitudine causato dal nuovo impiego, quindi dallabbandono dellesercito e dal trasferimento nel distretto di Zlotogrod, e dallimpossibilità di vivere il suo amore per Euphemia. La vita militare era per Eibenschütz la vera patria, un luogo dove tutto era regolato e la responsabilità di prendere decisioni dipendeva da qualcun altro: lesercito era una sorta di protezione e fuga dalla fredda realtà. Egli è a tal punto ipnotizzato e ossessionato dalla zingara da diventare insicuro e per la prima volta la sua razionalità soccombe ai suoi sentimenti, nonostante allo stesso tempo sia rinvigorito e contento. Apice della solitudine e della desolazione del verificatore è la propria morte. Alla fine la sua anima non ha un riscatto, ma egli – come afferma il narratore – è solo amaramente consapevole della bassezza morale degli uomini e della sua incapacità di restarne indifferente e resistere.



                                     

3.2. Decadenza Paesaggi della Galizia

Roth osserva e descrive la vita e i paesaggi della Galizia – che allinizio del XX secolo rappresentava il confine estremo dellimpero asburgico, luogo abitato da persone di diverse nazionalità creando unatmosfera culturale multilingue – attraverso frasi brevi e concise, dotate di grande realismo e chiarezza: il suo è un linguaggio visivo che dipinge cose semplici provenienti dal suo passato e dalla sua esperienza. Egli riporta i suoi ricordi della natura, del ciclo delle stagioni e delle tradizioni ad esso legate, la natura stessa assume un significato particolare: la sua percezione rispecchia la situazione interna del verificatore, ossia accompagna la trasformazione del suo carattere e della sua personalità. Laccrescere della sensibilità del protagonista nei confronti della natura è particolarmente forte ed evidente proprio con il suo approccio alle stelle, che per lui non solo sono corpi lontani e indifferenti alle sue vicende, anzi sono partecipi e hanno un importante ruolo: esse rappresentano lunità tra uomo e ciò che lo circonda, il ricordo di un cosmo perduto, unaltra realtà che vuole dare ad Eibenschütz la speranza di una possibile salvezza dalla distruzione e disillusione provate. Anche il passare delle stagioni sembra accompagnare levolvere della sua storia damore: durante lestate, nonostante larsura, il caldo e la mancanza, Eibenschütz è felice e il suo cuore allegro perché vive pienamente per poter assaporare questa passione, che lo rende più sensibile a tutto ciò che lo circonda: lambiente ma anche la cattiveria degli uomini e lingiustizia. Al contrario con larrivo dellautunno e poi dellinverno, il dolore del verificatore cresce vertiginosamente per la fine del suo rapporto con la bella zingara. Il grande freddo che aveva ricoperto lintero distretto, rispecchia il gelo allinterno dellanimo di Eibenschütz, ormai infelice e solo, il cui unico compagno è lalcol perché in grado di donargli calore.

                                     

3.3. Decadenza Giustizia

Roth illustra un distretto della periferia della monarchia dove lillegalità è imperante, sostenuta e favorita dai commercianti, dai clienti, ma soprattutto da quelli che dovrebbero essere i garanti dellapplicazione della legge. Liniziale probità e fedeltà allo Stato di Eibenschütz cozzano con il modo locale di gestire gli affari a tal punto da far sentire il verificatore sempre più solo. Allinterno del distretto la gestione della Giustizia era suddivisa tra i tribunali distrettuali e quelli regionali. I primi si occupavano di un grande numero di casi ridicoli, al contrario, i tribunali regionali non avevano molto da fare perché" Se veniva commesso un omicidio, addirittura, un assassinio a scopo di rapina, la polizia non scopriva il colpevole. Del resto, gli assassini non erano molti da quelle parti. Cerano soltanto imbroglioni. E poiché quasi tutti erano imbroglioni, nessuno denunciava laltro."