Топ-100
Indietro

ⓘ Contrassegni di dignità. Molti oggetti, oltre al timbro, sono frequentemente rappresentati intorno allo scudo, o accollati sia in palo che in decusse, o affianc ..




                                     

ⓘ Contrassegni di dignità

Molti oggetti, oltre al timbro, sono frequentemente rappresentati intorno allo scudo, o accollati sia in palo che in decusse, o affiancati da entrambi i lati, come ornamenti esteriori dello scudo. Si tratta delle insegne di una funzione o dei distintivi di appartenenza ad un ordine di cavalleria o di merito; questi contrassegni sono sempre personali e non familiari, anche quando la funzione è ereditaria.

Nellaraldica italiana i contrassegni di dignità, detti distinzioni di dignità, sostituiscono lelmo e la corona del timbro, per cui chi li porta deve eliminare dalla sua arma elmo e corona.

                                     

1. Distinzioni di dignità in Italia

Nel Regno dItalia, con il:

  • Regio decreto abrogato dal decreto legge n° 112 del 25 giugno 2008, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana n° 147 - Supplemento ordinario n° 152/L del 25 giugno 2008, convertito in legge n° 133 del 6 agosto 2008 "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria", pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana n° 195 - Supplemento ordinario n° 196 del 21 agosto 2008;
  • modificato con regio decreto n° 652 del 7 giugno 1943 "Regolamento per la Consulta araldica del Regno", pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Regno dItalia n° 170 - Supplemento ordinario del 24 luglio 1943, dallarticolo n° 120 allarticolo n° 128;
  • Regio decreto annullato dalla sentenza della Corte costituzionale n° 101 del 26 giugno 1967;
  • Regio decreto n° 234 del 13 aprile 1905 "Regolamento tecnico della Regia consulta araldica", pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Regno dItalia n° 141 - Supplemento ordinario del 15 giugno 1905, dallarticolo n° 67 allarticolo n° 73;
  • Deliberazione della Consulta araldica del Regno dItalia "con cui si determina quali debbano essere gli ornamenti esteriori degli stemmi" 4 maggio 1870;

furono descritte le "distinzioni di dignità", che si riportano nel seguente schema:

                                     

2.1. Distinzioni religiose Nella Chiesa cattolica

  • cardinale: una croce trifogliata, semplice o doppia, posta in palo;
  • arcivescovo: una croce doppia trifogliata posta in palo o un pastorale posto in palo e rivolto a destra, accollati allo scudo;
  • cardinale camerlengo in periodo di sede vacante: il gonfalone pontificio, accollato da due chiavi, una doro e laltra dargento, cima il cappello da cardinale;
  • Papa: due chiavi, una doro e una dargento, passate in decusse accollate allo scudo e legate di rosso;
  • vescovo: una croce semplice trifogliata posta in palo o un pastorale posto in palo e rivolto a destra, accollati allo scudo;
  • patriarca e primate: una croce doppia trifogliata posta in palo, accollata allo scudo;
  • priore: un bastone pastorale con le estremità pomate come un bordone da pellegrino; un rosario intorno allo scudo.
  • badessa: pastorale posto in palo e rivolto a sinistra, un rosario intorno allo scudo;
  • abate e prelato nullius: pastorale, ornato del sudario, posto in palo e rivolto a sinistra, accollato allo scudo
                                     

3. Distinzioni cavalleresche

Le insegne sono generalmente sostenute da un nastro o da una collana che, in tal caso, sono rappresentate intorno allo scudo o pendenti dal suo lato inferiore. Quando linsegna è indossata senza alcun elemento di sostegno, è rappresentata appesa al lato inferiore dello scudo.

In Francia

  • Ordine di Saint-Louis;
  • Ordine del Toison dOr;
  • Collare di Saint-Michel: conchiglie doro fissate su un cordone intrecciato con un laccio damore, da cui pende una medaglia che rappresenta larcangelo mentre atterra il diavolo. Nel tempo tale medaglia si è modificata fino ad essere inserita allinterno di una croce patente con le punte pomettate;
  • Collare di Saint-Esprit: il collare alterna gigli, trofei darmi e iniziali del re fondatore H o L.;
  • Légion dhonneur.

Ordini religiosi

  • Sacro Militare Ordine Gerosolimitano del Santo Sepolcro: il Gran Maestro accolla lo scudo alla croce gerosolimitana. I cavalieri circondano lo scudo con il rosario di perle da cui pende linsegna dellordine.