Топ-100
Indietro

ⓘ Società Thule. La Società Thule fu unorganizzazione razzista, fortemente antisemita e populista, creata nel 1910 da Felix Nieder. Alla caduta della monarchia te ..




Società Thule
                                     

ⓘ Società Thule

La Società Thule fu unorganizzazione razzista, fortemente antisemita e populista, creata nel 1910 da Felix Nieder. Alla caduta della monarchia tedesca, il 18 agosto 1918, venne trasferita a Monaco di Baviera su iniziativa di Rudolf Glauer. Secondo Hans Thomas Hakl, alla nascita della Società, il contenuto esoterico e occultistico era pressoché assente. Fu così chiamata dal nome della leggendaria isola di Thule descritta dallesploratore greco Pitea, ritenuta dalle popolazioni tedesche loro mitica terra dorigine. Allapice del suo successo, nel 1919, contava meno di 2000 iscritti.

La Società nacque come forza politica anti-rivoluzionaria con lo scopo di combattere, sia la Rivoluzione di novembre del 1918-1919, che lo Stato libero di Baviera, proclamato da Kurt Eisner il 7 novembre 1918 a Monaco, e ancor più, la successiva Repubblica bavarese dei Consigli, nata dopo lassassinio di Kurt Eisner. Quando questa Società venne schiacciata nel sangue dallesercito governativo anti-rivoluzionario spalleggiato dai Freikorps, organizzazioni paramilitari di destra, si perse totalmente la sua ragion dessere, tanto che nel 1925 fu sciolta. In anni più recenti una Società Thule riemerse nellambito della fiction e delle teorie complottistiche.

                                     

1. Storia

Come accennato nellincipit, la Società venne fondata nel 1910 da Felix Niedner, che tradusse in tedesco il libro Old Norse Eddas. Venne trasferita il 18 agosto 1918 a Monaco, su iniziativa di Rudolf Glauer, barone Rudolf von Sebottendorff di adozione, capo del ramo bavarese del Germanenorden, di cui la Thule stessa era, almeno inizialmente, unaffiliazione. Thule-Gesellschaft era il nome di un gruppo di studiosi di storia tedesca, esistente da parecchi anni, sotto la direzione di Walter Nauhaus, il quale autorizzò von Sebottendorff ad utilizzare questo nome come pseudonimo del Germanenorden Walvater. Il Germanenorden era un gruppo segreto di studiosi di storia tedesca, formatosi a Berlino nel 1912 e diretto prima di allora da Theodor Fritsch, Phillip Stauff e Hermann Pohl. Durante la prima guerra mondiale si divise in due gruppi, loriginale Germanenorden e il Germanenorden Walvater.

Lo storico Peter Levenda scrive tra laltro, riferendosi ad eventi del novembre 1918: "La Thule, società mistica ispirata agli scritti teosofici di Guido von List e Lanz von Liebenfels, ovvero a un coacervo di religioni orientali, teosofia, antisemitismo, racconti del Graal, mistificazione runica e paganesimo nordico, si riunisce ogni sabato nelle ampie sale dellelegante hotel Vier Jahreszeiten di Monaco. In città i membri sono allincirca duecentocinquanta, ma in Baviera se ne contano più di millecinquecento"

Fu subito caratterizzata da un acceso nazionalismo e da un intenso antisemitismo. Vide tra i suoi adepti Karl Harrer, Dietrich Eckart, Anton Drexler, Rudolf Hess, Alfred Rosenberg, Hans Frank, Karl Eckhardt, Gottfried Feder. Hans Frank, giurista e futuro governatore nazista della Polonia, lavorava allepoca per una società di ricerche araldiche e genealogiche, guidata dal dott. William Daumenlang, che rimase entusiasta di una propria scoperta, secondo la quale lo stemma degli Hohenzollern conteneva una croce a svastica. Altri membri erano: Karl Fiehler, Wilhelm Frick, Michel Frank, Heinrich Jost, Wolfgang Pongratz, Wilhelm Laforce, Johann Ott, Hans Riemann, Maria Orsitsch, Max Seselmann, Hans-Arnold Stadler, la contessa Hella von Westarp ed il principe Gustavo di Thurn und Taxis. La Loggia Thule rischiò di scomparire durante linsurrezione socialista del 1918-1919, quando alcuni fra i suoi più influenti membri, fra questi il principe Thurn und Taxis, vennero trucidati per ordine dei commissari del popolo ebrei, Tobias Axelros, Eugenio Levine e Max Lieven, dopodiché la Società si riorganizzò rapidamente attraverso la collaborazione di personalità fra le quali spiccavano lo studioso di geopolitica Karl Haushofer, Gottfrid Feder, Dietrich Eckart, Alfred Rosemberg, Rudolf Hess e lo stesso Hitler, allora uno sconosciuto caporale.

Il 7 novembre 1918 Kurt Eisner, intellettuale ebreo e sostenitore della Lega delle Nazioni, proclamò la nascita di una Repubblica Socialista a Monaco, destando le ire dei nazionalisti tedeschi che temevano la realizzazione del disegno di Marx e Engels in tutta la Baviera, ovvero in tutta la Germania con una Repubblica Socialista a Berlino. Il 9 novembre 1918 von Sebottendorff pronunciò un appassionato discorso davanti alla Thule, incitando i membri a una resistenza contro lArmata Rossa, e divenendo il capo della Thule di Monaco.

Nel febbraio del 1919 Eisner venne assassinato in unazione isolata da un ex membro della Società Thule, Anton Graf von Arco auf Valley, escluso a causa delle sue parziali origini ebraiche. È possibile che von Arco abbia agito con la speranza di ottenere una riabilitazione da parte della loggia.

Rudolf von Sebottendorff acquistò nel 1918 il Münchener Beobachter, un piccolo settimanale locale stampato per la prima volta nel 1868. Sebottendorff lo rinominò Münchener Beobachter und Sportblatt, facendone lorgano di stampa ufficiale della Thule. Dietrich Eckart fornì la somma necessaria allacquisto, sebbene von Sebottendorff provenisse da una famiglia molto ricca. Nel 1919, Sebottendorff incaricò Georg Müller della direzione del giornale, e fra i suoi collaboratori scelse Wilhlem Laforce, Marc Sesselmann e Gottfriend Feder. Anni più tardi, il giornale cambierà di nuovo nome e diventerà il Völkischer Beobachter, lorgano di stampa ufficiale del partito nazista.

La Società Thule attinse a piene mani dalle teorie del professore di geopolitica Karl Haushofer, convinto assertore del ritorno della grande Germania e dellespansione ad est al fine di costituire un solido spazio vitale che avrebbe a sua volta garantito il dominio sul mondo, dagli insegnamenti di un singolare monaco cistercense allontanato dalla Chiesa cattolica, Adolf Lanz von Liebenfels, fondatore dell" Ordine dei nuovi Templari ", una sorta di setta che predicava lesistenza della razza superiore formata dagli ariani, ritenuti semidei col compito di liberare il mondo dagli ebrei. La Società Thule si ispirò molto anche al Buddhismo tibetano deformandone i contenuti, ed anche alle dottrine esoteriche di madame Helena Petrovna Blavatsky, la celebre medium e occultista, fondatrice della Società Teosofica Internazionale, che sosteneva di essere in contatto telepatico con gli antichi Maestri sconosciuti ", i sopravvissuti di una razza eletta, che sarebbe vissuta tra Tibet e Nepal, i quali si sarebbero rifugiati in seguito a una spaventosa catastrofe nelle viscere della terra, dove avrebbero fondato una straordinaria civiltà sotterranea, la mitica Agarthi.

Leredità ideologica della società Thule fu raccolta dal Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori. Adolf Hitler e il suo movimento forgiarono il loro pensiero iniziando la loro scalata politica proprio allombra di personaggi controversi come Glauer ed Eckart. Hitler fu iniziato alla Società Thule nel 1919 da Dietrich Eckart, che in quel periodo ne era il leader. Hitler dedicò successivamente il Mein Kampf a Eckart. Non ci sono testimonianze in merito al fatto che, dopo liniziazione, Hitler abbia preso parte a riunioni della Thule. Nel 1920 Hitler diventerà la guida del Partito Nazionalsocialista.

                                     

2. Nella cultura di massa

La Società Thule appare in numerose opere narrative fantastiche. Tra queste:

  • Nei videogiochi Return to Castle Wolfenstein, citata in una lettera; Wolfenstein e Dracula 3: Il sentiero del drago.
  • Nel film Hellboy di Guillermo del Toro 2004, nel quale i membri della Società tentano, con laiuto di Rasputin, attraverso riti occulti, di liberare gli Ogdru Jahad, i sette mitologici dei del caos.
  • Nel romanzo La Pergamena perduta dellAlchimista del 2018 di Roberto Loizzo.
  • Nel film Fullmetal Alchemist - The Movie: Il conquistatore di Shamballa.
  • Nellottava e nella dodicesima stagione della serie televisiva Supernatural.
  • Nel videogioco Bloodrayne uno dei boss è un sacerdote della Società Thule