Топ-100
Indietro

ⓘ Dorimbergo, o Montespino, è una frazione e un ente locale sloveno dallomonimo nome situato nel comune di Nova Gorica, composto dalle frazioni: Berdo, Budihni, D ..




Dorimbergo
                                     

ⓘ Dorimbergo

Dorimbergo, o Montespino, è una frazione e un ente locale sloveno dallomonimo nome situato nel comune di Nova Gorica, composto dalle frazioni: Berdo, Budihni, Draga, Potocce di Montespino, Salozze, Sasseto e Tabor di Montespino. La località è situata a 13.7 km a sud-est del capoluogo comunale e a 12.7 km dallItalia, lungo la sponda sinistra del fiume Vipacco poco a nord con la confluenza di questo con il torrente Branizza.

La chiesa parrocchiale è dedicata a San Daniele e dipende dalla diocesi di Capodistria. Nella zona viene prodotto vino e frutta.

                                     

1. Storia

Dopo la caduta dellImpero romano dOccidente, e la parentesi del Regno ostrogoto, i Longobardi si insediarono nel suo territorio, seguiti poi attorno al VI secolo da popolazioni slave. Fu così che tutto il suo territorio entrò a far parte del Ducato del Friuli. Alla caduta del Regno longobardo subentrarono quindi i Franchi; nell887 Arnolfo, Re dei Franchi orientali, istituì la marca di Carniola; tra il 952 e il 957 il Patriarcato di Aquileia assieme a Istria, Carinzia e Carniola passò sotto lautorità del Duca di Baviera e poi nel 976 nel Ducato di Carinzia appena costituito dallimperatore Ottone II.

Nel 1077 passò al Principato ecclesiastico di Aquileia e poi ai Conti di Gorizia, in quanto advocati del patriarca, che acquisirono gradualmente una larga parte di tali territori, frazionati in feudi minori fra i loro ministeriali, i veri e propri strumenti di governo comitale sul Carso e la vicina Istria.

Divenne quindi il centro dellomonima signoria affidata alla famiglia fiorentina dei Rabatta.

Nel 1500 passando alla Casa dAsburgo, entrò quindi nella Contea di Gorizia e Gradisca.

Con il trattato di Schönbrunn 1809 entrò a far parte delle Province Illiriche.

Col Congresso di Vienna nel 1815 rientrò in mano austriaca nel Regno dIlliria; passò in seguito sotto il profilo amministrativo al Litorale austriaco nel 1849 come comune autonomo che comprendeva anche gli insediamenti naselja Berdo Brdo, Budihni, Draga, Potocce di Montespino Potok pri Dornberku, Salozze Zalošče, Sasseto Saksid e Tabor di Montespino Tabor dellattuale città comune di Nuova Gorizia.

Dopo la prima guerra mondiale fu comune autonomo del Regno dItalia nella Provincia del Friuli; passò nel 1927, ingrandendosi e assorbendo i comuni di Prevacina e Ville Montevecchio oltre allinsediamento di Gradiscutta del comune di Ranziano, alla ricostituita Provincia di Gorizia.

Fu soggetto alla Zona doperazioni del Litorale adriatico OZAK tra il settembre 1943 e il maggio 1945 e tra il maggio 1945 e il 1947, trovandosi a ovest della Linea Morgan, fece parte della Zona A della Venezia Giulia sotto il controllo Britannico-Americano del Governo Militare Alleato AMG; passò alla Yugoslavia e quindi alla Slovenia.