Топ-100
Indietro

ⓘ Mobilità pedonale. Dagli anni 90 si è affermata la necessità di improntare a criteri di sostenibilità la mobilità urbana assegnando alla mobilità pedonale, inte ..




                                     

ⓘ Mobilità pedonale

Dagli anni 90 si è affermata la necessità di improntare a criteri di sostenibilità la mobilità urbana assegnando alla mobilità pedonale, intesa come possibilità di spostamento a piedi negli spazi allaperto, un ruolo centrale. La mobilità pedonale, assieme a quella ciclabile, viene definita anche "mobilità lenta" o "mobilità dolce" perché implica limpiego esclusivo della capacità fisica delluomo.

                                     

1. Muoversi a piedi in città

La mobilità pedonale genera effetti salutari sul pedone perché implica lattività motoria, inoltre se gli spostamenti a piedi diventano alternativi a quelli effettuati con gli automezzi, migliora lambiente urbano in quanto si riducono le emissioni il rumorele sostanze inquinanti, la congestione veicolare il tempo trascorso nelle strade dagli automobilisti per percorrere le stesse distanze aumenta la fruibilità degli spazi pubblico le occasioni dincontro tra pedoni.

                                     

2. Le città e il pedone

In Europa il 30% dei tragitti effettuati in automobile copre distanze inferiori ai 3 km.

Prima dellavvento dellautomobile, le città venivano costruite in modo tale da massimizzare gli spostamenti, per cui la densità degli edifici era tale che in poco spazio si trovavano tutti i principali servizi e il cittadino poteva raggiungerli a piedi. Lautomobile ha condizionato lurbanistica moderna che si è indirizzata verso modelli insediativi basati su sistemi di mobilità "veloci" in grado di coprire ampi spazi, privilegiando lo sviluppo esteso della città. A livello territoriale questa pianificazione ha prodotto lo sprawling, cioè la diffusione del costruito nel territorio correlato al cosiddetto consumo di suolo. In città luso delle auto ha prodotto nuove forme di degrado: inquinamento acustico e dellaria, incidenti e diminuzione della vivibilità degli spazi urbani, sottraendo ai pedoni gli spazi pubblici che costituivano luoghi dincontro e di socializzazione.

Alcune città del Nord Europa, spinte da una cultura ecologica e da politiche basate sul concetto di eco-comunity, già dagli anni 70 avevano iniziato a ripensare allorganizzazione dello spazio, con lallontanamento del traffico privato dal centro della città. Questi interventi hanno consentito un miglioramento del comfort urbano.

Questo fenomeno, basato sulla riqualificazione degli spazi urbani e sullincentivazione dei modi di spostamenti ecologici, si afferma con lentezza in Italia.

                                     

3. Azioni per la mobilità pedonale in ambito urbano

Le politiche che promuovono la mobilità pedonale sono finalizzate a:

  • valorizzare i luoghi dincontro piazze, aree verdi connettendoli fra loro e rendendoli facilmente raggiungibili;
  • promuovere lo sviluppo culturale e il miglioramento ecologico della città.
  • aumentare gli scambi tra i quartieri.

Le soluzioni tecniche fanno riferimento a due diversi approcci:

  • la netta separazione dei flussi;
  • la coesistenza dei flussi.

In Italia è generalmente prevalso il primo approccio con la realizzazione delle isole pedonali in alcune parti di città generalmente nei centri storici; tale soluzione ha però riproposto un nuovo tipo di zonizzazione che ha snaturato il carattere continuo della città, accentuando la cesura tra parti vecchie e nuove.

Lapproccio del secondo tipo, noto anche come moderazione del traffico, prevede la realizzazione di zone 30 km/h in cui i guidatori sono esortati a ridurre la velocità e a prestare attenzione al fatto che pedoni e ciclisti sono parte degli elementi naturali della strada.

Lisola ambientale definita dalle zone 30 km/h favorisce la vivibilità a scala di quartiere grazie alla presenza di servizi, attrezzature, aspetti paesaggistici ed architettonici che soddisfano maggiormente le esigenze quotidiane degli abitanti.

Gli interventi per la mobilità pedonale rientrano nelle seguenti tipologie:

  • rendere confortevoli gli spostamenti a piedi con larredo urbano ;
  • realizzazione di una rete di percorsi pedonali con adeguate caratteristiche: privi di barriere architettoniche, confortevoli, continui nelle intersezioni stradali per dare precedenza ai pedoni, protetti per garantire condizioni di sicurezza rispetto agli automezzi.
  • riduzione del traffico automobilistico e realizzazione di autorimesse per liberare lo spazio stradale dalle automobili;


                                     
  • L espressione mobilità sostenibile indica delle modalità di spostamento e in generale un sistema di mobilità urbana in grado di diminuire gli impatti
  • La mobilità ciclabile o mobilità ciclistica è una modalità di spostamento o di trasporto. Un termine in parte sovrapponibile è quello di ciclabilità
  • a un rallentamento. semafori pedonali nelle aree di maggior traffico o di maggior grado di pericolosità Mobilità pedonale Altri progetti Wikizionario Wikimedia
  • 2002 - 2003, ADEME. Mobilità pedonale Mobilità ciclabile Piano Urbano del Traffico Zona a traffico limitato Cuscino berlinese Isola pedonale Altri progetti
  • L A.P.M. S.p.A., sigla di Azienda Perugina della Mobilità è stata una società per azioni concessionaria del trasporto pubblico nel comune di Perugia e
  • equivale agli attraversamenti pedonali strisce o zebre Nel frequente caso di affiancamento fra attraversamento pedonale e ciclabile quest ultimo può
  • spazi pedonali senza l autorizzazione di veicoli personali all interno dei confini della città. L obiettivo è che diventi una città pedonale con l uso
  • progetti europei chiamati Alps Mobility Mobilità nelle Alpi e Alps Mobility II - Alpine Pearls Mobilità nelle Alpi II - Perle delle Alpi L accento
  • percorsi è separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e da quello pedonale che hanno velocità diverse, per migliorare la sicurezza stradale e facilitare
  • 4, 2010 Seite 20 - 22. ISSN 0179 - 535X WC  ACNP piedibus.it. Mobilità pedonale Mobilità sostenibile Formazione Scuolabus Altri progetti Wikimedia Commons
  • portatori di handicap Sottopassaggio pedonale Parcheggio di scambio Bar Servizi igienici Indagini sulla mobilità e conteggio passeggeri del TP ferroviario
  • con la realizzazione di un area pedonale davanti il Palazzaccio e il rifacimento del giardino centrale. L area pedonale è stata estesa a circa 14 mila