Топ-100
Indietro

ⓘ Interruttore crepuscolare. Un interruttore crepuscolare è un componente elettronico che permette lattivazione automatica di un circuito di illuminazione al cala ..




                                     

ⓘ Interruttore crepuscolare

Un interruttore crepuscolare è un componente elettronico che permette lattivazione automatica di un circuito di illuminazione al calare della luce naturale di un ambiente. Tra i molteplici utilizzi, il più comune è quello di permettere lilluminazione automatica di strade, scale, giardini, cortili al calare della radiazione solare durante, appunto, il crepuscolo.

Un circuito realizzato con interruttore crepuscolare necessita nella maggior parte dei casi di altri componenti, come relè o teleruttori, per poter usufruire di una potenza elettronica maggiore.

                                     

1. Caratteristiche tecniche

Tramite una fotoresistenza che rileva la quantità di luce che illumina un ambiente, il circuito elettrico provvederà a chiudere o ad aprire un contatto elettrico, permettendo di attivare il sistema di illuminazione. Generalmente viene infatti sfruttata lilluminazione solare che colpisce direttamente la fotoresistenza, ottenendo leffetto di una lampadina che si accende in automatico al crepuscolo per poi spegnersi, sempre in automatico, alle prime luci dellalba. Grazie a questo sistema vengono a crearsi molteplici esempi di utilizzo, come la simulazione di presenza, dove linterruttore crepuscolare prevede al funzionamento ad intermittenza del circuito di illuminazione proprio per simulare il passaggio di persone non fisicamente presenti.

Modelli sempre più innovativi permettono una maggiore sensibilità alla luce solare. Ci sono modelli nei quali si possono regolare i lux tramite un trimmer per far intervenire linterruttore quando cè molta o poca oscurità, impostare il ritardo per laccensione e lo spegnimento e ci sono modelli che non si attivano in presenza di una luce artificiale anziché naturale. Altri modelli ancora permettono invece una programmazione oraria, implementando la funzione di spegnimento automatico indipendentemente dalle condizioni di illuminazione.

Gli interruttori crepuscolari più usati sono di tipo elettromeccanico che si differenziano da quelli di tipo elettronico per lutilizzo di relè pilotati già integrati nel circuito, permettendo di collegare direttamente piccoli carichi ad esempio una singola lampada.

Gli interruttori crepuscolari vengono commercializzati nelle forme più disparate, in modo tale da adattarsi ad ogni esigenza. Possono infatti variare dalla forma di un portalampada a quella di una scatoletta parallelepipeda.

Bisogna fare attenzione al numero di lampade che verranno alimentate dal dispositivo e alla loro potenza in watt richiesta, seguendo le istruzioni annotate sul manuale duso, per evitare così un pericoloso sovraccarico di corrente sui contatti del relè di attuazione, infatti nel caso in cui si necessiti il collegamento di carichi più pesanti sarà necessario lutilizzo di un teleruttore. Nellilluminazione stradale, ad esempio, si utilizza un teleruttore che attiva altri teleruttori per laccensione di molte lampade, poiché solo le singole bobine dei contattori in parallelo superano il carico sopportabile dallinterruttore crepuscolare.

                                     

2. Vantaggi

Il vantaggio principale derivante dalluso di un interruttore crepuscolare è il notevole risparmio energetico che questo comporta, unito alla comodità della non necessaria programmazione giornaliera, autoregolandosi di fatto con la luce solare.

                                     

3. Svantaggi

Lo svantaggio principale è che se viene messa una luce artificiale vicino al fotorivelatore, linterruttore potrebbe non attivarsi. Per questo motivo fare attenzione a dove si posizionano le lampadine e/o il fotorivelatore. Inoltre bisogna tenere conto che laccensione si basa unicamente sulla quantità di luce naturale presente e non sullaltezza del sole ed è quindi possibile che si verifichino delle "accensioni indesiderate" ad esempio in presenza di nuvolosità compatta associata a un vistoso calo della luminosità che potrebbe attivare il sensore Es: quando cè un temporale