Топ-100
Indietro

ⓘ Saint-Vincent, Italia. Saint-Vincent è un comune italiano di 4.584 abitanti della Valle dAosta orientale. Data la sua centenaria vocazione turistica è soprannom ..




Saint-Vincent (Italia)
                                     

ⓘ Saint-Vincent (Italia)

Saint-Vincent è un comune italiano di 4.584 abitanti della Valle dAosta orientale. Data la sua centenaria vocazione turistica è soprannominata la Riviera delle Alpi.

                                     

1. Geografia fisica

Territorio

Il comune di Saint-Vincent si estende sul territorio circostante al capoluogo, situato a fondovalle, dalla sponda della Dora Baltea fino al Col de Joux, che lo collega con la Val dAyas, e al Monte Zerbion.

  • Classificazione sismica: zona 3 sismicità bassa a seguito dellintroduzione del D.G.R. 1603/2013 in vigore a partire il 21/11/2013.

Clima

Il clima di Saint-Vincent è molto simile al clima di Aosta anche se meno continentale con inverni più miti e meno nevosi e estati calde ma più ventilate con possibilità di temporali pomeridiani.

                                     

2. Storia

Da Saint-Vincent, in epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia.

                                     

3. Monumenti e luoghi dinteresse

La località possiede importanti resti romani, come il ponte sul torrente Cillian, lungo la via delle Gallie, e la grande chiesa romanica del XII secolo. Di epoca preromanica la cripta di Saint-Vincent.

La chiesa parrocchiale, secondo lautorevole parere di Alfredo dAndrade, sarebbe stata una chiesa fortificata durante il medioevo ne mostrerebbe ancora traccia.

Saint-Vincent è diventata famosa dalla seconda metà del XIX secolo per la presenza della fonte termale scoperta da Jean-Baptiste Perret nel 1770. Lo stabilimento termale "Fons Salutis" è stato collegato da una breve funicolare al centro abitato piazza 28 aprile. Successivamente, si ricorda la creazione di un effimero e pionieristico impianto filoviario, che dal 1920 al 1925 collega la stazione ferroviaria di Châtillon-Saint-Vincent al centro termale di Saint-Vincent, passando per il centro abitato di Châtillon.

Dalle parti del Casino de la Vallée si può ancora ammirare limponente edificio in stile Belle époque del Grand Hotel Billia, negli anni cinquanta e sessanta centro di attrazione turistica di Saint-Vincent grazie anche alla rinomanza delle terme, un tempo sede del Casinò, e tuttoggi hotel di lusso.

Della grande epoca turistica di Saint-Vincent sono testimoni anche la Villa Romolo, in Via Roma 62, sede storica dellAiat di Saint-Vincent, e Villa Quadro, in Piazza XXVIII Aprile, di fine Ottocento.



                                     

3.1. Monumenti e luoghi dinteresse Il Palais di Saint-Vincent

Il Palais di Saint-Vincent è un palazzetto in cui hanno luogo concerti e proiezioni cinematografiche, di proprietà del Comune di Saint-Vincent. Il palazzetto è costituito da una grossa struttura geodetica. È la struttura indoor più grande della Valle dAosta, la seconda come struttura per concerti dopo lArena della Croix-Noire: offre 1.600 posti a sedere e 2.000 posti in piedi.

Oltre a numerosi concerti di artisti di fama, al Palais si sono tenute anche manifestazioni quali il Congresso internazionale di magia, che nel 2011 è stato accompagnato da una competizione in diretta su Rai Uno.

È stato inaugurato nel 1999 alla presenza di Lucio Dalla.

                                     

3.2. Monumenti e luoghi dinteresse Siti archeologici e aree naturali

  • Nei pressi dei resti del ponte romano, un tempo lungo la via delle Gallie, si trova il geosito di Tsailleun.
                                     

4. Cultura

Saint-Vincent è stata una cittadina molto amata da Tommaso Landolfi, assiduo frequentatore della casa da gioco, tanto che lo scrittore le dedicò un articolo di viaggio per Il Mondo, ora raccolto nel volume Se non la realtà. Da questa prende anche il titolo il racconto Ottavio di Saint-Vincent.

Biblioteche

La biblioteca comunale ha sede in via Aurora Vuillerminaz 7.

Musei

  • Lesposizione fotografica sul Carnevale, di interesse storico etnografico, nella sede dellAssociazione del Carnevale dei Piccoli
  • Il Museo mineralogico, inaugurato nel 1978, presenta una collezione di 750 minerali e 170 fossili.
  • La galleria civica darte moderna, presso lHotel Couronne
  • Il Museo darte sacra, allestito nella chiesa parrocchiale nel 1983

Eventi

  • Nel comune, a partire dalla prima edizione del 1948, viene organizzato il primo premio giornalistico italiano, il Premio Saint-Vincent per il giornalismo.
  • Saint-Vincent ospitò anche la finale delledizione 1991 di Giochi senza frontiere.


                                     

5. Amministrazione

Fa parte dellUnité des Communes valdôtaines Mont-Cervin.

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune

                                     

6. Sport

Calcio

La società calcistica locale è l"A.S.D. Saint-Vincent Châtillon Calcio", militante nel campionato di Promozione i colori sociali sono lazzurro e il granata. Gioca le sue partite allo stadio Perucca, che ha una capienza di 3500 posti.

Sport tradizionali

In questo comune si gioca sia ai palet che allo tsan, caratteristici sport tradizionali valdostani.