Топ-100
Indietro

ⓘ Brossasco è un comune italiano di 1 051 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte, situato nella Valle Varaita. ..




Brossasco
                                     

ⓘ Brossasco

Brossasco è un comune italiano di 1 051 abitanti della provincia di Cuneo, in Piemonte, situato nella Valle Varaita.

                                     

1. Storia

La felice posizione del Comune, il luogo soleggiato e adagiato alla confluenza tra il torrente Varaita e il torrente Gilba che conferisce abbondanza di apporti alluvionali e rende il terreno favorevole allagricoltura, fanno presumere che i primi insediamenti umani siano avvenuti già in epoca pre romana.

Il territorio comunale di Brossasco, come quello dellintera Valle Varaita, fu abitato in origine da popolazioni celto-liguri, successivamente romanizzate a partire dal II secolo a.C. A partire dal V secolo lintero Piemonte sud-occidentale fu soggetto ad incursioni da parte di popolazioni barbariche le quali, con la definitiva caduta dellImpero Romano dOccidente 476 d.C. crearono domini stabili: allinizio gli Ostrogoti, poi i Longobardi ed infine i Franchi che, con la creazione del Sacro Romano Impero 800 d.C. suddivisero i territori piemontesi in contadi. Allinizio del 900 i territori del sud Piemonte furono invasi dai Saraceni, che partendo dalla baia di La Garde Freinet, vicino a Nizza, compirono scorrerie e si stabilirono anche in Valle Varaita. La cacciata definitiva dei Saraceni avvenne tra il 970 e il 973, ma della loro presenza ancora oggi restano tracce, soprattutto nella toponomastica e in alcuni Comuni, nella tradizione di far rivivere nelle" Baìe” il ricordo del loro dominio. Latto di concessione fatta dallimperatore Ottone III nellanno 998 al vescovo Amizzone di Torino è forse il primo documento che riporta il nome della Valle Varaita e accenna alla presenza della sua popolazione. La concomitanza della sconfitta dei Saraceni del 973, della prima menzione nel 998, e della unicità per la valle dello stemma che richiama il tempo dei saraceni, con le due lune crescenti le due teste di moro, fa ritenere molti che Brossasco sia nato dalla stanziamento nellarea di una banda delle orde saracene sconfitte in quegli anni. Altri documenti della prima metà del secolo XI Cartario dellabbazia di Breme fanno menzione del luogo di Brossasco, dove il monastero di Pagno aveva alcuni possedimenti agricoli Brossasco diede un tributo altissimo di sangue: una lapide ricorda ancora oggi i nomi dei 49 giovani brossaschesi morti nel conflitto. Ancora nel secondo conflitto mondiale Brossasco è teatro di numerose vicende belliche, nel periodo della guerra di Liberazione, tra le formazioni partigiane, i tedeschi e i soldati di Salò. Le due piazze principali di Brossasco sono oggi dedicate a due partigiani che morirono sulle sue montagne: Volchi Savorgnan dOsoppo e Mario Morbiducci.

                                     

2. Società

Etnie e minoranze straniere

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2017, i cittadini stranieri residenti a Brossasco sono 53, così suddivisi per nazionalità, elencando per le presenze più significative:

                                     
  • L impianto di Brossasco è una centrale idroelettrica situata nel comune di Brossasco in provincia di Cuneo, e sfrutta le acque del torrente Varaita. Si
  • Tali borghi sono molto popolari nelle vicinanze del comune: Venasca, Brossasco Piasco rappresentano gli esempi geograficamente più vicini. Il borgo
  • compresi nel distretto sono: Bagnolo Piemonte, Barge, Bellino, Brondello, Brossasco Casteldelfino, Castellar, Costigliole Saluzzo, Crissolo, Envie, Frassino
  • Bellino, Bernezzo, Borgo San Dalmazzo, Boves, Briga Alta, Brondello, Brossasco Busca, Canosio, Caraglio, Caramagna Piemonte, Cardè, Cartignano, Casalgrasso
  • Pontechianale, Bellino, Casteldelfino, Sampeyre, Frassino, Melle, Valmala, Brossasco Isasca, Venasca, Rossana, Piasco, Costigliole Saluzzo e Verzuolo. Aveva
  • Repubblica la medaglia d argento al valor militare per le azioni ai ponti di Brossasco e Val Curta, cui si aggiunge, il 20 marzo 1950, la medaglia di bronzo
  • Pontechianale, Bellino, Casteldelfino, Sampeyre, Frassino, Melle, Valmala, Brossasco Isasca, Venasca, Rossana, Piasco, Costigliole Saluzzo e Verzuolo. Con
  • poi l omonima valle e bagna svariati centri come Frassino, Sampeyre, Brossasco e Costigliole Saluzzo. Entrato in pianura percorre il saviglianese e confluisce
  • Borgomale, Bosia, Bossolasco, Boves, Bra, Briaglia, Briga Alta, Brondello, Brossasco Busca, Camerana, Camo, Canale, Canosio, Caprauna, Caraglio, Caramagna
  • della locale tecnologia di lavorazione del ferro a basso fuoco o alla brossasca Sono visibili numerose fornaci di arrostimento, vasche di lavatura
  • si trova si trova sul confine tra i comuni di Sanfront Val Po e di Brossasco Val Varaita Sula sua cima della è collocata una croce metallica. La