Топ-100
Indietro

ⓘ André Alavoine. Figlio di un impiegato dell Imprimerie nationale, la tipografia dello Stato francese, André Alavoine fu un tipografo e si legò ai circoli blanqu ..




                                     

ⓘ André Alavoine

Figlio di un impiegato dell Imprimerie nationale, la tipografia dello Stato francese, André Alavoine fu un tipografo e si legò ai circoli blanquisti. Nel 1870, durante lassedio di Parigi, militò nel 95º battaglione della Guardia nazionale. Fece parte del Comitato centrale della Guardia ne elaborò lo statuto.

Durante la Comune fu nominato vice-direttore dell Imprimerie, dove si stampavano il Journal Officiel de la République Française, i documenti e i manifesti del Consiglio della Comune, ed era sede dellArchivio nazionale, che egli salvò dal saccheggio e dallincendio. Si oppose alla fucilazione degli ostaggi di rue Haxo e combatté sulle barricate durante la "Settimana di sangue", fino allestrema battaglia nel cimitero del Père-Lachaise.

Sfuggì alla repressione rifugiandosi in Svizzera, mentre la corte marziale lo condannava alla deportazione nella Nuova Caledonia. A Ginevra aderì allInternazionale anarchica, fondò il periodico Le Radical, collaborò La Révolte e fu il presidente de La Solidarité, la società dei rifugiati della Comune. Amnistiato nel novembre del 1879, nel 1880 pubblicò lopuscolo collettivo Les proscrits français et leurs condamnations.