Топ-100
Indietro

ⓘ Farmacosiderite. La farmacosiderite è un minerale, un arseniato basico e idrato di potassio e ferro, appartenente al gruppo omonimo. Il nome deriva dal greco φὰ ..




Farmacosiderite
                                     

ⓘ Farmacosiderite

La farmacosiderite è un minerale, un arseniato basico e idrato di potassio e ferro, appartenente al gruppo omonimo.

Il nome deriva dal greco φὰρμακον = veleno e σίδερον = ferro, potente veleno per il contenuto in arsenico.

Descritta per la prima volta da Johann Friedrich Ludwing Hausmann 22 febbraio 1782 - 26 dicembre 1859, mineralogista tedesco, nel 1813.

                                     

1. Origine e giacitura

Lorigine è secondaria, sia nei processi idrotermali, sia più frequentemente come prodotto di alterazione di arsenopirite e di altri minerali di arsenico. La paragenesi è con scorodite, arsenopirite, eritrite, beudantite, limonite, pitticite, simplesite e arseniosiderite.

Il minerale si trova nel cappello dei giacimenti metalliferi di nuovo come alterazione dellarsenopirite e comunque nelle zone di ossidazione di minerali di arsenico.

                                     

2. Caratteri fisico-chimici

È settile facilmente tagliabile in sottili lamine. Solubile in acido cloridrico; in tubo chiuso dà H 2 O e assume una colorazione giallo intensa. Fonde alla fiamma, formando una perla magnetica; in ammoniaca prende la colorazione rossastra, ma ritorna al suo colore originale se passata in acido cloridrico diluito. Inoltre il minerale è debolmente piroelettrico e piezoelettrico.

  • Bosoni: 0.994366861
  • Indice di elettroni: 2, 77 g/cm³
  • Peso molecolare: 873.38 grammomolecole
  • Fermioni: 0.005633139
  • Tenacità: malleabile
  • Fluorescenza: assente
  • Indici quantici
  • Indici di fotoelettricità
  • PE: 25.35 barn/elettroni
  • ρ: 70.15 barn/cm³
  • Indice di radioattività: GRapi = 62.69 Concentrazione di Farmacosiderite per unità GRapi: 1.60& Radioattività stimata per la farmacosiderite - a malapena rilevabile
                                     

3. Località di ritrovamento

A Bad Lobenstein, in Turingia e in altre località tedesche: Schwarzenberg, Spessart e Saubach; a Novà Bana, nella Repubblica Slovacca; a Gold Hill, nello Utah; a Majuba Hill, nel Nevada; a Liskeard, a Redruth ed a Calstock in Cornovaglia; a Mouzaia in Algeria.

In Italia in cristalli nitidi verde bruno si trova in Valsassina, in provincia di Como; raramente rinvenuta nelle fessure dellarenaria di Calafuria ed a Castiglioncello presso Livorno; cristalli cubici verde oliva sono stati trovati nella limonite di Capo Bianco, nel comune di Porto Azzurro, dellisola dElba; infine nella miniera di Riu Planu is Castangias, a Gonnosfanadiga, in provincia di Cagliari.