Топ-100
Indietro

ⓘ Hébertisti. Gli Hébertisti, chiamati gli exagérés durante la Rivoluzione francese, sono sotto lAssemblea legislativa e la Convention nationale principalmente de ..




Hébertisti
                                     

ⓘ Hébertisti

Gli Hébertisti, chiamati gli exagérés durante la Rivoluzione francese, sono sotto lAssemblea legislativa e la "Convention nationale" principalmente dei membri del club dei Cordiglieri, appartenenti in gran parte ai ranghi dei Montagnardi alla "Convention nationale", allamministrazione della Comune e del Dipartimento di Parigi, e che erano in relazione con Jean-Nicolas Pache o Jacques-René Hébert che, di per sé, non apparteneva ad un vero e proprio partito.

Il movimento "esagerato" non può essere ridotto, ovviamente, all hebertismo che è stato solo un piccolo strumento che Le Père Duchesne Hébert e sua moglie erano soli a rappresentare. Hébertisti è un neologismo che nasce dal processo di formazione degli "Esagerati" o ultra-demagoghi, dei quali Hebert era la "stella", la figura più familiare al pubblico a causa della sua rivista le Père Duchesne.

Il grande movimento di "esagerazione" rivoluzionaria al quale Danton e poi Robespierre hanno cercato di opporsi, è principalmente rappresentato da Bertrand Barère de Vieuzac, Jean-Marie Collot dHerbois, Andrés María de Guzmán, François Desfieux, Julien de Toulouse e altri, che furono i principali artefici della caduta degli odiati Girondini 31 maggio e 2 giugno 1793.

Sono stati implicati in affari torbidi che non hanno finito di essere chiariti, riguardanti lappropriazione indebita di fondi pubblici dal 10 agosto 1792, sui loro legami con la Banda nera e distributori e agenti di cambio di denaro estero; tutti rappresentanti delle banche ed i loro agenti: Laborde de Méréville, Jean-Frédéric Perregaux, i Walckiers ecc., rifiutando di spiegare o presentare i rendiconti. Gli "Esagerati" avevano grandi ambizioni: padroneggiano completamente i meccanismi della demagogia più sofisticati, si appellano a "il popolo" al quale è destinata una stampa fatta su misura, quella di Jean-Paul Marat o di Jacques-René Hébert, i quali partecipano alla luce del sole alle imprese destinate a sconfiggere i Girondini e poi a "epurare" la Convenzione nazionale.

                                     

1. Alcuni capi e ispiratori del movimento "Exagéré" impropriamente chiamati "Hébertisti"

Ministri 1792-1793
  • Michel Chemin-Deforgues
  • Jean-Nicolas Pache
  • Dominique Joseph Garat
Deputati o ex deputati, membri dei comitati di governo anno II
  • Alexis Vadier
  • François Chabot
  • Jean-Baptiste Gobel
  • Bertrand Barère
  • Voulland
  • Jean-Marie Collot dHerbois
  • Jean-Pierre-André Amar
  • Étienne-Jean Panis
  • François-Xavier Audouin
  • Grégoire Jagot
  • Julien de Toulouse
  • Jean-Paul Marat
Rappresentanti in missione
  • Jean-Baptiste Carrier
  • Joseph Fouché
  • Joseph Lebon
  • Jean-Marie Collot dHerbois
Amministratori e incaricati di missione
  • Félix Le Peletier
  • Pierre-Gaspard Chaumette
  • Jacques-Claude Bernard
  • Pierre-Ulric Dubuisson
  • François-Nicolas Vincent
  • Charles de Hesse-Rheinfels-Rotenburg
  • Louis Henri Scipion du Roure
  • Antoine-François Momoro
  • Stanislas-Marie Maillard
Militari
  • Generale Jean Antoine Rossignol
  • Generale François-Joseph Westermann
  • Generale Jean-Baptiste Bouchotte
  • Generale Turreau de Linières
  • Generale François Hanriot
  • Generale Antoine Joseph Santerre
  • Generale Charles Philippe Ronsin
Investitori e finanziatori
  • Jean-Frédéric Perregaux
  • Andres Maria de Guzman
  • Charles de Sartines
  • Berthold de Prosly
  • Jean-Conrad de Koch
  • Laborde de Méréville
  • Jean-Joseph de Laborde