Топ-100
Indietro

ⓘ Cibo spazzatura. Il termine cibo spazzatura è stato utilizzato per la prima volta nel 1951 da Michael Johann Jacobson per indicare cibo considerato malsano a ca ..




Cibo spazzatura
                                     

ⓘ Cibo spazzatura

Il termine cibo spazzatura è stato utilizzato per la prima volta nel 1951 da Michael Johann Jacobson per indicare cibo considerato malsano a causa del suo bassissimo valore nutrizionale e allelevato contenuto di grassi o zuccheri.

Esempi di questi alimenti sono le preparazioni industriali o della ristorazione di massa ricchi di grassi saturi, sale e zuccheri raffinati come hamburger, würstel, hot dog, patate fritte, bibite zuccherate, dolci elaborati. Anche la pizza può essere considerato un cibo spazzatura, soprattutto nel caso delle preparazioni industriali o quelle servite dai locali fast-food.

Le malattie più comuni verso cui conduce luso dei cibi spazzatura sono lobesità, il diabete, malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro e la depressione.

                                     

1. Effetti sulla salute

Uno studio condotto da Paul Johnson e Paul Kenny dello Scripps Research Institute nel 2008 ha suggerito che il consumo di cibo spazzatura alteri lattività cerebrale in modo simile a quello provocato dalle sostanze stupefacenti quali la cocaina o leroina.

Dopo molte settimane di uso abbondante di cibo spazzatura si è notato che la parte del cervello di ratto destinata alle stimolazioni del piacere è diventato insensibile, richiedendo quantità sempre maggiori di cibo per ritornare sensibile. Nel 2000 il British Journal of Nutrition ha pubblicato uno studio secondo il quale le madri che mangiano cibo spazzatura durante la gravidanza aumentano la probabilità di malattie nei figli. Un articolo simile del 2008 suggerisce che le madri che mangiano cibo spazzatura durante la gravidanza o in allattamento hanno figli che sono più inclini allobesità. I bambini sono anche più inclini a diabete, al colesterolo e problematiche riguardanti la circolazione.

                                     

2. Tassazione

Per ridurre il "cibo spazzatura", nel dicembre 2012 la Danimarca ha introdotto la prima tassa su questi cibi tassando quelli che hanno oltre il 2.3% di grassi saturi. Anche lUngheria ha messo una tassa sulle bevande non salutari che contengono oltre 20 mg di caffeina ogni 100 ml. Nellagosto del 2012 il ministro della sanità del governo Monti Renato Balduzzi ha proposto per tre anni di tassare le bottigliette di aranciata, gassosa o altre bevande gassate e zuccherate da 33 cl.

In Svezia, Gran Bretagna e Corea del Sud è vietata la trasmissione televisiva di pubblicità di cibi spazzatura dannosi per la salute dei bambini.