Топ-100
Indietro

ⓘ Tecniche di laboratorio ..




                                               

Cuore di Langendorff

Il cuore isolato o cuore di Langendorff è una tecnica in vitro usata in farmacologia e fisiologia che permette di esaminare la contrattilità e la frequenza cardiaca senza le problematiche delle metodiche in vivo. Il suo artefice è stato Oskar Langendorff.

                                               

Deossiribonucleasi II (sito-specifica)

Le desossiribonucleasi II sono una classe di enzimi, appartenente alla classe delle idrolasi, che catalizzano il taglio endonucleolitico del DNA per dare frammenti specifici a doppia elica con fosfati terminali al 5. Questi complessi proteici sono in grado di rompere i legami fosfodiesterici del DNA a doppio filamento. Il ruolo biologico di questi enzimi è di protezione e salvaguardia della cellula: nei procarioti questi enzimi sono essenziali per il taglio e la degradazione di filamenti estranei al genoma come ad esempio quello derivante da una infezione fagica. Gli enzimi di restrizione ...

                                               

Diluizione seriale

Una diluizione seriale è la graduale diluizione di una sostanza in soluzione. Di solito il fattore di diluizione è costante ogni passo, risultante in una progressione geometrica della concentrazione con un andamento logaritmico. Una diluizione seriale dieci volte per ogni passo avrebbe concentrazioni 1 M, 0.1 M, 0.01 M, 0.001 M.Le diluizioni seriali vengono utilizzate per creare accuratamente soluzioni fortemente diluite e soluzioni per esperimenti con una curva di concentrazione a scala logaritmica. Una diluizione dieci volte o 10-passo 10 1 -passo si denota diluizione logaritmica o log-d ...

                                               

Elementi P

In biologia molecolare, si definiscono elementi P un tipo di elementi trasponibili presenti esclusivamente nel genoma del dittero Drosophila melanogaster. Assumono una notevole importanza in ingegneria genetica, in quanto vengono proficuamente utilizzati dai ricercatori per trasdurre DNA nelle mosche, o per indurre mutazioni controllate nel loro corredo genetico.

                                               

Elettroforesi delle sieroproteine

In chimica e in medicina, lelettroforesi proteica o ETF è un metodo danalisi delle proteine presenti nel sangue e nel siero. È quindi un metodo di separazione di particelle cariche elettricamente, che avviene attraverso elettroforesi, cioè tramite il passaggio continuo di corrente elettrica in una soluzione.

                                               

Elettroporazione

L elettroporazione è una tecnica per aprire dei pori della membrana cellulare per introdurre nelle cellule il DNA o altre sostanze chimiche come chemioterapici. Applicata a protoplasti, cellule animali, batteri e lieviti.

                                               

ELFA

Il test ELFA è un test immunoenzimatico come il test ELISA. Il test ELFA permette di evidenziare gli antigeni, legati agli anticorpi eventualmente presenti, attraverso un procedimento in grado di rendere fluorescente il complesso antigene-anticorpo, a differenza del test ELISA che li evidenzia per mezzo di variazioni di colore.

                                               

ELISA

ELISA è un acronimo derivato dallespressione inglese enzyme-linked immunosorbent assay. Si tratta di un versatile metodo danalisi immunologica usato in biochimica per rilevare la presenza di una sostanza usando uno o più anticorpi ad uno dei quali è legato un enzima: tale metodica dindagine rientra nella categoria dei test immunoenzimatici. La sostanza da rilevare può essere un antigene appartenente ad un patogeno o una molecola più piccola, chiamata aptene, come per esempio per riconoscere la presenza di steroidi. Se invece di un enzima, viene usato un radionuclide per rilevare la positiv ...

                                               

ELISPOT

La tecnica ELISPOT è una procedura altamente sensibile e rapida per lidentificazione, la quantificazione e la caratterizzazione di cellule secernenti anticorpi e citochine; è dotata di buona flessibilità essendo applicabile a vari campioni cellulari oltre alle PBMC. Tale saggio viene sfruttato per ottenere informazioni su uneffettiva risposta funzionale del sistema immunitario dellorganismo in quanto la capacità secretiva osservata ex vivo riflette leffettivo stato di attivazione in vivo; inoltre per ottenere maggiori informazioni, può essere associato ad altri metodi in grado di valutare ...

                                               

Enhancer trap

L enhancer trap è una tecnica di laboratorio di genetica e fa parte delle tecniche di Trap mutagenesis. Tale tecnica è utile a "pescare" sequenze regolative in una sequenza di DNA. Lenhancer trap è un costrutto che prende il nome di vettore nel quale è presente un gene reporter il quale verrà espresso soltanto se il vettore andrà ad inserirsi nelle adiacenze della sequenza di DNA che si decide di "intrappolare". Lo scopo dellesperimento non è quello di catturare un enhancer particolare, ma si vuole trovare un qualsiasi enhancer; la tecnica dellenhancer trap è molto più efficiente della pro ...