Топ-100
Indietro

ⓘ Ioasaf I, patriarca di Mosca. Di probabili origini nobili, il futuro patriarca intraprese la vita religiosa nel monastero di Solovki, molto probabilmente nel 16 ..




Ioasaf I (patriarca di Mosca)
                                     

ⓘ Ioasaf I (patriarca di Mosca)

Di probabili origini nobili, il futuro patriarca intraprese la vita religiosa nel monastero di Solovki, molto probabilmente nel 1603. Dopo aver seguito legumeno Isidoro a Novgorod, nel 1621 divenne archimandrita del monastero Pskovo-Pečerskij Uspenskij. Nel gennaio 1627 fu nominato arcivescovo di Pskov e Velikie Luki e nel corso degli anni di episcopato difese i privilegi commerciali di Pskov e si oppose alle pretese dei mercanti tedeschi.

Dopo la morte del patriarca Filarete, avvenuta nellottobre 1633, Ioasaf fu eletto suo successore il 6 febbraio 1634. Egli si mostrò chiaramente meno incline ed avvezzo alla politica rispetto al predecessore appartenente alla casata dei Romanov. Uno dei suoi primi atti fu la punizione dellarcivescovo di Suzdal Iosif Kurcevič per dei comportamenti ritenuti "indecenti". Il nuovo patriarca diede grande impulso allattività di stampa. Sotto la sua supervisione furono pubblicati 23 libri ecclesiastici.

Nel 1636 Ioasaf I scrisse un testo intitolato "Pamjat" "память" - Memoria, in cui sostenne la necessità che nel clero russo cessassero le discordie le divisioni. Inoltre, fu autore di un documento dal titolo "Lestvicu Vlastjam" "Лествицу властям" - Gerarchia del potere in cui diede istruzioni sulla divina liturgia e sullo svolgimento dei Sobor. Pubblicò anche il cosiddetto "Trebnik" "Требник" - Libro delle preghiere con un supplemento alle risoluzioni ed alle decisioni del suo predecessore Filarete.

Ioasaf I morì il 28 novembre 1640. È seppellito presso la Cattedrale della Dormizione di Mosca.