Топ-100
Indietro

ⓘ Associazione Sportiva Bari 2012-2013. Lestate del 2012 vede lA.S. Bari patteggiare nelle indagini di Scommessopoli, ricevendo una penalizzazione di 5 punti in c ..




                                     

ⓘ Associazione Sportiva Bari 2012-2013

Lestate del 2012 vede lA.S. Bari patteggiare nelle indagini di "Scommessopoli", ricevendo una penalizzazione di 5 punti in classifica da scontare in questo torneo e unammenda di 80.000 euro. La società si trova in una negativa situazione finanziaria, alcuni giocatori e lallenatore Torrente subiscono una riduzione degli stipendi e viene dichiarato che il budget per il mercato estivo non supererà i 4 milioni di euro. Torrente rinnova il contratto di un anno. Prima la dirigenza, poi Torrente chiariscono che nella stagione 2012-2013 lobiettivo è la salvezza. Lo Stadio San Nicola in estate risulta bisognoso di manutenzione e con il prato giudicato inadeguato. Il sindaco Michele Emiliano dichiara la disponibilità del Comune a collaborare per risolvere questi problemi di manutenzione dello Stadio e sostiene che, secondo lui, lunica via alla definitiva risoluzione dei problemi del Bari è la vendita dellintero pacchetto azionario.

Anche a causa delle carenze finanziarie, si punta a costruire una squadra giovane. Sei atleti della stagione passata, lasciano i biancorossi una volta scaduto il prestito. Arrivano tra gli altri il ventiquattrenne centrocampista Daniele Sciaudone svincolato dal Taranto e la punta Antimo Iunco che dice in unintervista "di essere arrivato di corsa al Bari, per la sua storia e il suo blasone" e "daver accettato la decurtazione dello stipendio per sua scelta e senza problemi".

Il ritiro estivo si svolge ad Alfedena, in Abruzzo, dal 16 al 31 luglio del 2012. Qui Torrente, oltre a ripetere gli schemi del suo collaudato 4-3-3 mette a punto un nuovo 3-4-3, che considera uninteressante alternativa. I galletti utilizzano il nuovo modulo nella prima gara ufficiale della stagione, giocata a Perugia a causa della palese inagibilità del San Nicola e valida per il 2º turno preliminare di Coppa Italia; in Umbria, dopo essere rimasto in nove per due espulsioni, il Bari perde per 4-1 ai tempi supplementari ed esce dalla competizione.

La stagione parte con 7 punti di penalizzazione e una squadra costruita di giovani. Il Bari vince le prime tre gare di campionato eliminando così subito la penalizzazione in classifica. I biancorossi giocano una gara positiva anche contro la capolista Sassuolo, con cui ottengono un 3-3 casalingo. La situazione peggiora tra fine gennaio e marzo, quando la squadra cala di rendimento e scende fino alla terzultima posizione di classifica.

Da Vicenza in poi, grazie anche ai gol di Caputo che arriva a 17 reti stagionali, e al ritorno di Ghezzal in campo, il Bari risale in classifica e si salva con due giornate danticipo, finendo decimo.

Nel frattempo limprenditore barese Paolo Montemurro, coadiuvato dal collega napoletano Rapullino, cerca di rilevare il Bari, data anche la manifestata intenzione dei Matarrese di lasciare il club.